Ritratti e TA

Macro, street, studio, natura, sport, illuminazione, preparazione di un set, ecc...

Moderatori: maxofrome, Enrico, Mauro, old_kappa, Buster

Re: Ritratti e TA

Messaggioda ntx » mer mag 16, 2018 8:13 pm

Nei ritratti, generalmente, viaggio fra f/4 e f/8 (escluso): a me piace molto avere la persona a fuoco e lo sfondo - debitamente distante - con uno sfocato morbido. Il mio problema principale è proprio quest'ultima caratteristica: sono pochissime le ottiche che hanno un bello sfocato con diaframmi chiusi. Il DA 16-85 e il DA 35/2.8 sono le due ottiche migliori che ho sotto questo aspetto... assieme al MIR-1 37/2.8 che però non è in grado di tener testa alla risolvenza della K-3 (però 12 megapixel finali sono godibilissimi).

Conosco tanta gente anche io che i ritratti li fa tutti a minimo f/2... alcuni scatti belli altri che servono per pavoneggiarsi con gli amici fotoamatori... di quegli scatti belli un buon 80% vengono in seguito deturpati da una post-produzione finalizzata a schiarire brutalmente gli occhi e a renderli iper-nitidi ("hai visto, sembrano uscire dall'immagine..." dicono tutti tronfi... in realtà sembra che c'hanno spento sopra una sigaretta... contenti loro :P).

Secondo me devi solo impostare la fotocamera in modo che faccia qualcosa che ti piace. I consigli / suggerimenti si provano: se quello che ottieni seguendoli ti piace allora ok, altrimenti continui per la tua strada.

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14334
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Ritratti e TA

Messaggioda canarie » gio mag 17, 2018 9:46 am

ntx ha scritto:Nei ritratti, generalmente, viaggio fra f/4 e f/8 (escluso): a me piace molto avere la persona a fuoco e lo sfondo - debitamente distante - con uno sfocato morbido. Il mio problema principale è proprio quest'ultima caratteristica: sono pochissime le ottiche che hanno un bello sfocato con diaframmi chiusi. Il DA 16-85 e il DA 35/2.8 sono le due ottiche migliori che ho sotto questo aspetto... assieme al MIR-1 37/2.8 che però non è in grado di tener testa alla risolvenza della K-3 (però 12 megapixel finali sono godibilissimi).

Conosco tanta gente anche io che i ritratti li fa tutti a minimo f/2... alcuni scatti belli altri che servono per pavoneggiarsi con gli amici fotoamatori... di quegli scatti belli un buon 80% vengono in seguito deturpati da una post-produzione finalizzata a schiarire brutalmente gli occhi e a renderli iper-nitidi ("hai visto, sembrano uscire dall'immagine..." dicono tutti tronfi... in realtà sembra che c'hanno spento sopra una sigaretta... contenti loro :P).

Secondo me devi solo impostare la fotocamera in modo che faccia qualcosa che ti piace. I consigli / suggerimenti si provano: se quello che ottieni seguendoli ti piace allora ok, altrimenti continui per la tua strada.

Ciao
Jenner


Grazie Jenner, hai fugato i miei dubbi.
Come mi hai suggerito ho provato a fare qualche scatto a TA ma il risultato non mi piace, trovo la foto poco naturale e come giustamente hai detto necessita di una post produzione importante e a quel punto più che sviluppare le capacità fotografiche sviluppo quelle informatiche :-)):
Da quello che mi avete più o meno detto tutti nei ritratti scattare a TA deve essere una volontà, semmai una necessità ma non certo una regola.
Dalla mia poca esperienza e con gli obiettivi in mio possesso (parlo di quelli da ritratto) il range di azione che utilizzo di più va da f4 a 5.6 (luce permettendo) e ogni tanto qualcosa di decente esce
Pentax K-1 e qualche vetro
canarie
senior member
 
Messaggi: 113
Iscritto il: gio giu 13, 2013 9:57 am
 

Precedente

Torna a Tecniche di scatto

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite