Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali.

Discussioni generali inerenti la fotografia.

Moderatori: maxofrome, Enrico, Mauro, old_kappa, Buster

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda SalvoCavalli » dom nov 22, 2020 11:06 am

unoqualsiasi ha scritto:Io capisco che su oggetti di relativamente grandi dimensioni sia necessario a volte chiudere a f22 o oltre per avere tutto a fuoco, soprattutto usando focali tele.
Capisco un pochino meno che un barattolo di salsa di pomodoro ammaccato e sporco (voglio sperare fosse un'immagine di prova...) non possa essere fotografato a f16, visto che il mezzo barattolo dietro non deve necessariamente essere dentro la pdc; ed il bordo anteriore del "tagliere" può essere quello lavorato, che anche se è leggermente sfuocato non se ne accorge nessuno.
Non capisco per nulla il motivo per cui una immagine del genere debba essere ripresa in raw e poi sviluppata, visto che è tutto fatto in luce artificiale ed il wb della fotocamera DEVE gestire la temperatura colore in modo ottimale, magari dopo gli opportuni controlli e tarature.
Su oggetti molto piccoli, bigiotteria e simili, con l'utilizzo di un macro a breve distanza è, dal punto di vista qualitativo, molto più pagante eseguire tot scatti a f8 in focus-stacking piuttosto che un singolo scatto a f32 con l'obiettivo nel punto più basso della sua curva mtf.
Tutti pareri personali sia chiaro. E concordo con quanto sopra in merito al tipo di fotocamera "necessaria".

E' invece chiaro che se tu vuoi comperarti il giocattolo nuovo (e non offenderti, il mio ultimo "giocattolo" ha due ruote ed un motore bicilindrico a L e lo chiamo giocattolo perchè quello è) ne hai tutti i diritti. Ma non devi, a mio parere, farlo passare per un assolutamente necessario strumento di lavoro, che sia una K1, una Eos1DsR o una Alpha9. Comprati quello che ti attira di più! :cincin:


Non mi offendo, anzi, ti ringrazio. :)
In una giornata di scatti in studio capita di dovere fotografare davvero "la qualunque" (senza scomodare Cetto). :happy2: :)
Se hai visto quella specie di collage postato prima, avrai notato la varietà degli oggetti.
Quando è uno still life, che deve finire su depliant o grandi formati, ci si dedica anche mezza giornata. E ti garantisco che occorre tutto, pixel, qualità, cura, RAW, ecc. E la 6D, a volte, mostra certi limiti.
Quando sono oggetti che vanno sul web, magari per un giorno e poi spariscono, e il cliente aspetta il tempo di prendere il caffè e poi vuole andarsene via portandosi i file su una pen drive, non ci si pone nemmeno la domanda se il barattolo è sporco, ammaccato e l'etichetta è attaccata storta. :wink: (L'ha portato il cliente così)! :happy2:
Scattare in RAW è "abitudine", a volte si spreca più tempo a variare metodologie per qualche scatto che a seguire un sistema consolidato.
In casi limite, scatto RAW+jpeg e se il jpeg è soddisfacente, tengo quello senza troppi patemi. :)
I motivi per scattare sempre in RAW sono diversi: maggiore qualità e possibilità di intervento. Molti oggetti arrivano in 5/6/7 colori e finiture differenti e non c'è materialmente il tempo di variare l'esposizione per ogni singolo oggetto. Non ultimo, quando l'immagine va a finire su banner o stampe di grandi dimensioni, i grafici dello studio preferiscono il TIFF al jpeg.

Ho esordito scrivendo che faccio questo lavoro per conto di uno studio multimediale, ci metto tutta la passione e la competenza possibile, ma lo studio e i clienti non sono "miei".
Utilizzo gli spazi e l'attrezzatura disponibile nello studio; cercando sempre di mediare fra resa finale, tempi di esecuzione (sempre assurdi) e il prezzo che i clienti sono disposti a pagare.
Fare fotografia per lavoro è diverso che farlo per piacere.

Di mio posseggo una Canon M50 + 15-45 in ottima plastica! :lol:

Il giorno che decido di acquistare una fotocamera tutta mia, mi piacerebbe potesse fare grandi cose e, all'occorrenza, piccole cose (o viceversa) ma ci siamo capiti. :-):
È uno sporco lavoro, ma visto che devo farlo, vorrei trarne anche un po' di piacere. :wink:
SalvoCavalli
junior member
 
Messaggi: 99
Iscritto il: gio nov 12, 2020 1:24 pm
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda SalvoCavalli » dom nov 22, 2020 11:13 am

amodali ha scritto:forse il focus stacking richiede troppo tempo in post? chiedo perché è una tecnica che ho conosciuto qui dentro sperimentando alcuni temi macro, sono quindi un principiante e sono curioso anch'io di capire perché lo still life richiede diaframmi al limite della diffrazione ed oltre.


Tutte le tecniche richiedono tempo, esperimenti, competenze.
Sono sicuro che nel forum ci sono persone molto più brave e ferrate di me sull'argomento focus stacking che sapranno rispondere al tuo quesito.

Nel caso di un fotoamatore che scatta per "prurito", io non vedo problemi. È una cosa che si fa per piacere, non ha nessuna importanza quanto tempo occorra.
Se è per lavoro, il tempo ha un valore e va pesato attentamente. Alla mia età ancora più attentamente! :)
SalvoCavalli
junior member
 
Messaggi: 99
Iscritto il: gio nov 12, 2020 1:24 pm
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda SalvoCavalli » dom nov 22, 2020 11:29 am

Chiedo scusa se posto malamente, non so usare bene le funzionalità del forum.

Per rispondere meglio a "unoqualsiasi".

Due scatti fatti quasi in contemporanea dietro richiesta del grafico:
uno con la 6D a f: 32 per il tutto a fuoco;
l'altro con la 7D a f: 3,5 per lo sfondo sfocato (ma non troppo). :cry:

Conferma la tua tesi che si può fare tutto. Basta avere tempo e attrezzature giuste! :)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
SalvoCavalli
junior member
 
Messaggi: 99
Iscritto il: gio nov 12, 2020 1:24 pm
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda Mauro » dom nov 22, 2020 11:34 am

SalvoCavalli ha scritto:cioè non usate la tecnologia per passaree il tempo a sviluppare il Raw....se usassi queste procedure nel mio lavoro sarei chiuso da un po


Ti chiedo scusa, ma non ho capito cosa intendi dire.[/quote]

che se uno usa la tecnologia che oggi c'è disponibile anche basso costo in fase di ripresa di perder tempo con lo sviluppo raw non c'è bisogno, almeno per il genere di foto che ci hai mostrato....ma contenti voi contenti tutti.
Ma poi, è proprio obbligatorio essere qualcuno?(Raffaello Mascetti)
c’entra come il culo e le quarant’ore
Siamo alle porte co' sassi.
Avatar utente
Mauro
   
 
Messaggi: 29007
Iscritto il: mer feb 13, 2008 10:58 pm
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda SalvoCavalli » dom nov 22, 2020 5:01 pm

:sdm:
Mauro ha scritto:
SalvoCavalli ha scritto:cioè non usate la tecnologia per passaree il tempo a sviluppare il Raw....se usassi queste procedure nel mio lavoro sarei chiuso da un po


Ti chiedo scusa, ma non ho capito cosa intendi dire.


che se uno usa la tecnologia che oggi c'è disponibile anche basso costo in fase di ripresa di perder tempo con lo sviluppo raw non c'è bisogno, almeno per il genere di foto che ci hai mostrato....ma contenti voi contenti tutti.[/quote]

Adesso ho capito. Sì, si può fare.
Qualche volta, come dicevo, scatto RAW+jpeg. Se il jpeg ci soddisfa, evito di sviluppare i RAW. Ma sono casi sporadici.

Di seguito dei jpeg usciti dalla Canon M50 + Tamron 28-75 fatti per prova e poi utilizzati per annunci sul web.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
SalvoCavalli
junior member
 
Messaggi: 99
Iscritto il: gio nov 12, 2020 1:24 pm
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda Mauro » dom nov 22, 2020 6:26 pm

do fronte agli esempi rimango della mia idea , ma tanto io faccio altro per vivere
Ma poi, è proprio obbligatorio essere qualcuno?(Raffaello Mascetti)
c’entra come il culo e le quarant’ore
Siamo alle porte co' sassi.
Avatar utente
Mauro
   
 
Messaggi: 29007
Iscritto il: mer feb 13, 2008 10:58 pm
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda unoqualsiasi » dom nov 22, 2020 6:55 pm

Io sugli scatti finora qui postati non riesco MINIMAMENTE a capire la necessità di scattare a f32. E continuo a pensare che se si vuole il giocattolo lo si compera, e si compera quello che piace. Ti piace la K1II? Bene, prendila. Ti piace la Sony A9? Prendi quella. Sei ricco? Prendile tutte e due!
Avatar utente
unoqualsiasi
   
 
Messaggi: 32073
Iscritto il: mar feb 07, 2012 6:34 pm
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda SalvoCavalli » dom nov 22, 2020 7:01 pm

Mauro ha scritto:do fronte agli esempi rimango della mia idea , ma tanto io faccio altro per vivere



:ook:
SalvoCavalli
junior member
 
Messaggi: 99
Iscritto il: gio nov 12, 2020 1:24 pm
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda SalvoCavalli » dom nov 22, 2020 7:01 pm

unoqualsiasi ha scritto:Io sugli scatti finora qui postati non riesco MINIMAMENTE a capire la necessità di scattare a f32. E continuo a pensare che se si vuole il giocattolo lo si compera, e si compera quello che piace. Ti piace la K1II? Bene, prendila. Ti piace la Sony A9? Prendi quella. Sei ricco? Prendile tutte e due!


:ook:
SalvoCavalli
junior member
 
Messaggi: 99
Iscritto il: gio nov 12, 2020 1:24 pm
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda ntx » dom nov 22, 2020 7:40 pm

unoqualsiasi ha scritto:Io capisco che su oggetti di relativamente grandi dimensioni sia necessario a volte chiudere a f22 o oltre per avere tutto a fuoco, soprattutto usando focali tele.


...e fin qui... invece la cosa che continuo a non capire io è l'ostinazione (già incontrata altre volte in passato) del rivolgersi a sensori grandi davanti alla necessità di profondità di campo ampie. Men che meno lo capisco quando non si può contare su ottiche a soffietto che permettano di posizionare il piano di fuoco secondo necessità.

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14923
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda SalvoCavalli » dom nov 22, 2020 11:08 pm

ntx ha scritto:
unoqualsiasi ha scritto:Io capisco che su oggetti di relativamente grandi dimensioni sia necessario a volte chiudere a f22 o oltre per avere tutto a fuoco, soprattutto usando focali tele.


...e fin qui... invece la cosa che continuo a non capire io è l'ostinazione (già incontrata altre volte in passato) del rivolgersi a sensori grandi davanti alla necessità di profondità di campo ampie. Men che meno lo capisco quando non si può contare su ottiche a soffietto che permettano di posizionare il piano di fuoco secondo necessità.

Ciao
Jenner


Non ho ben capito. Mi spiace.

Intendi dire che un sensore 24x36 mm è grande?

Così grande da porre dei limiti?
SalvoCavalli
junior member
 
Messaggi: 99
Iscritto il: gio nov 12, 2020 1:24 pm
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda vit vit » lun nov 23, 2020 12:09 am

Un sensore più piccolo ha per sua natura una maggiore pdc, per contro ha una minore capacità di separare e sfocare i piani.
Avatar utente
vit vit
moderatore e gentiluomo
 
Messaggi: 6277
Iscritto il: gio feb 14, 2008 8:32 am
Località: Milano,ma non ci abito più da un po' di tempo.
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda SalvoCavalli » lun nov 23, 2020 8:14 am

vit vit ha scritto:Un sensore più piccolo ha per sua natura una maggiore pdc, per contro ha una minore capacità di separare e sfocare i piani.


Sì. Lo so. :)
E in una medio formato la caratteristica si accentua ancora di più.

Come tutte le cose della vita, bisogna trovare il giusto compromesso.

Avverto la necessità di un elevato numero di pixel, un sensore aps-c non ci arriva. Devo cercare per forza fra le FF.
Poi avrò cura di ottenere al meglio possibile la PDC che mi occorre.

In pellicola lavoravo con fotocamere 6x6 ... 6x7 ... :)
SalvoCavalli
junior member
 
Messaggi: 99
Iscritto il: gio nov 12, 2020 1:24 pm
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda ntx » lun nov 23, 2020 10:23 am

SalvoCavalli ha scritto:Avverto la necessità di un elevato numero di pixel, un sensore aps-c non ci arriva. Devo cercare per forza fra le FF.


Tanti megapixel sono utili ma... più sono e più il sistema è sensibile agli elementi che possono degradarne la qualità (rendendoli inutili).
E una volta che hai tantissimi megapixel che ci fai? Sul web ne servono pochissimi. Nella cartellonistica ne servono pochi. Per la stampa su quotidiani ne servono pochi. In pannelli/bandiere ne servono abbastanza ma niente che non è tranquillamente gestibile da almeno 10 anni di sensori. Nelle stampe in grande formato (grande quanto?) servono molti megapixel ma, ancora di più, serve uno stampatore che sa quel che fa.
Oggi l'APS-C offre al massimo 26 megapixel... chi, in stampa, non ne ha abbastanza deve certamente affrontare casi molto particolari... e generalmente è gente che sa già che strumento gli serve.
Ripropongo un video dove si mette a confronto il potenziale offerto attualmente dai vari formati: https://www.youtube.com/watch?v=zZNr24yVD9s

Oltre a tutto questo, in Pentax, lo scatto in pixel-shifting da 24 megapixel ha praticamente lo stesso dettaglio di uno scatto da circa 70 megapixel "tradizionale" (avevo fatto dei test a proposito)... e il pixel-shifting, con lo still-life, è la morte sua.

Ovviamente uno si compra quel che aggrada. Però, come diceva unoqualsiasi, non c'è bisogno di trovare un alibi per giustificare il piacere di soddisfare le proprie voglie... specie in un forum di fotoamatori! :D

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14923
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Pentax prezzi, politiche di vendita e scelte commerciali

Messaggioda Enriko!! » lun nov 23, 2020 11:12 am

SalvoCavalli ha scritto:
ziofrancotto ha scritto:Io ho da anni una Sony A7 ed è vero che ci monti di tutti con adattatore ma è anche vero che se ti serve l’autofocus l’adattatore apposito costa tanti bei soldini (non seguo “il settore” e non so essere più preciso sull’offerta del mercato a riguardo).
Mi è parso di capire che tu fai lavori in cui l’autofocus non è la priorità e quindi una mirrorless come la Sony può essere una buona soluzione.
Io a suo tempo quando passai da Pentax K5-II a Sony A7 rimpiansi la qualità d’immagine della Pentx che a mio avviso era superiore.



Santo internet propone diversi miracoli :)


si gli adattatori alla fine non hanno chissà che costi alti, anche prendendo "il migliore", il sigma MC-11 costa un 220-230 euro nuovo, ma se ne trovano altri a molto meno che dicono funzionare bene...
Certo serve una A7 con il PDAF per usarlo, dunque niente prima A7...
Poi c'è quello ufficiale Sony per usare le minolta e sony A, uscito da poco anche la seconda versione (il primo aveva un af incorporato abbastanza scarso), pure lui costa sui 250 euro e incorpora anche il motore af per le ottiche non motorizzate.
Addirittura sta arrivando un adattatore analogo per le ottiche pentax K.
MX - MZ-5 - K20D
Pentax-M: 135mm 3,5 - 50mm 1,7 42mm 2,8 - F 300mm F4,5 Star - Tamron 17-50 2,8
Tamron SP 90mm Macro 2,5, 200mm 3,5 - Zeiss Jena 20mm 2,8
Panasonic G3, Olympus OMD EM1, EPL5 adattatore K
http://www.enricochiaretto.it
Avatar utente
Enriko!!
Azionista del forum
 
Messaggi: 3495
Iscritto il: mar feb 23, 2010 4:18 pm
 

PrecedenteProssimo

Torna a Discussioni generali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti