Talisker, I

Talisker è una baia isolata e poco frequentata, raggiungibile dopo una piacevole camminata di una mezz’ora o poco più in uno splendido fondo privato. La marea, potente come sempre sulle coste atlantiche, scopre e nasconde massi di dimensioni notevoli o, quando è particolarmente bassa, una sabbia finissima. La sera in cui ho scattato la foto presentata qui sono arrivato a Talisker con un buon anticipo sull’orario del tramonto, come sempre faccio quando possibile; la marea era in crescita, e il cielo andava rannuvolandosi sempre più, preparando un tramonto poco fruttuoso da un punto di vista fotografico e lasciando capire che non ci sarebbe stata quella splendida luce post-tramonto che opera magie su qualsiasi paesaggio. Dopo una breve esplorazione della spiaggia, mi sono messo al lavoro cercando di sfruttare la luce del tramonto per quanto possibile, e stando assai attento a non trovarmi isolato dalla marea che incalzava: questo vuol dire che ogni due o tre foto ero costretto a riposizionare il cavalletto qualche metro più indietro, cercando di trovare una nuova composizione che fosse soddisfacente prima che il sole scomparisse del tutto dietro le nuvole. La coltre di foschia leggera e nuvole sottili, quasi a compensazione delle altre difficoltà della sessione, mi ha regalato un diffusore naturale che ha colorato di arancione il cielo dietro la baia; ho composto con le rocce in primo piano in modo da creare una tensione diagonale e triangolare tra il grande masso in basso a destra e la torre staccata dalla scogliera in alto a sinistra, con il riflesso della luce del sole a chiudere il triangolo, e ho scattato. Poco dopo, il sole ha perso definizione dietro la foschia, e la luce si è trasformata in un grigio di scarso interesse.

I commenti sul forum