Switch to full style
Macro, street, studio, natura, sport, illuminazione, preparazione di un set, ecc...
Rispondi al messaggio

rivista "fotografare"

mer feb 07, 2018 7:36 am

buongiorno a tutti, qualcuno sa se la rivista in oggetto non è più edita? Da dicembre us non la reperisco in nessuna edicola, gli esercenti non sanno nulla, ed una richiesta esplicita alla casa editrice non ha ottenuto risposta. Grato x risposte chiarificatrici, a me la rivista manca.
Saluti Angelo

Re: rivista "fotografare"

mer feb 07, 2018 7:55 am

Avranno cessato come fece Reflex. A me non è mai mancata, i pochi numeri che acquistai trentotto anni fa circa li catalogai subito come porcheria. E non capivo nulla di foto.

Re: rivista "fotografare"

mer feb 07, 2018 8:00 am

Con una ricerca di due minuti, su internet si legge che il dominio è sospeso, l'app è ferma come le pubblicazioni cartacee, e che la rivista ha chiuso.
Nessuno sembra sapere nulla di più preciso in ogni caso... niente comunicati ufficiali.

Re: rivista "fotografare"

mer feb 07, 2018 8:09 am

...non è una grave perdita...

Re: rivista "fotografare"

mer feb 07, 2018 7:30 pm

Onestamente e con dispiacere dico che era da aspettare chiudessero, lo dico perche prima di venire qui (su Pentaxiani) ero molto attivo sul forum di fotografare dove c'erano delle persone molto in gamba ma poi successe che al forum fecero un "aggiornamento" che era durato poco piu di un mese poi e morto perche tanti autentica avevano iniziato a frequentare altri lidi poi avevo notato che neanche il sito web non veniva piu aggiornato...me lo aspettavo chiudessero.
:pentax: :muto:

Re: rivista "fotografare"

gio feb 08, 2018 1:27 pm

grazie

Re: rivista "fotografare"

ven feb 09, 2018 9:59 am

No, Fotografare non fu purtroppo una gran perdita. La parte più utile era l' Almanacco, riferimento ottimo per verificare ciò che c'era sul mercato e quanto costava - un po' come quando uno compra Al Volante per controllare le offerte a km zero con lo sconto del modello che ci interessa e vedere i vari prezzi... mica è una rivista di automobili, è un catalogo multimarca - quello era il ponderoso Almanacco.

Fotografare fu una testata di tipo più commerciale che divulgativo. Un'ottima idea editoriale, imprenditorialmente parlando.
Io alla fine feci una paziente sfogliata di tutti i numeri che avevo, moltissimi dei quali comprati a costo quasi zero su bancarelle e mercatini del libro usato, staccai con calma tutti gli articoli che potevano avere un perché, li spillai uno per uno scrivendo in un angolo rivista e data (c'erano più Tutti Fotografi che Fotografare) e buttai il resto.

Due metri lineari di riviste si ridussero a tre scatole da camicie piene di articoli staccati e spillati uno per uno. Il resto era degno solo del riciclo. Ogni anno e mezzo massimo due era certo che si ripetessero articoli destinati ad orientare il fotoamatore agli inizi sopratutto ...a comprare, tipo "l'accessorio del mese: il duplicatore di focale" o "l'ABC della camera oscura" o "sviluppiamo da soli i nostri negativi" o "impariamo ad usare il nostro 28 mm". Li rifacevano quasi uguali, cambiavano le foto e qualche didascalia ma il testo era solo sommariamente editato. In realtà non era proprio una rivista di fotografia, era una rivista di macchine fotografiche, che viveva sia di pubblicità che di vendite in edicola (negli anni tra il 1970 ed il 1985-87 il giochino ci comprare pian piano una attrezzatura fotografica reflex e completare una borsa di cose era mooolto più diffuso di oggi).
L'obiettivo reale minimo della rivista era che ognuno arrivasse almeno a comprare una reflex manuale con esposimetro TTL e la terna 28-50-135, un duplicatore, qualche filtro una borsa per il tutto, un flashetto e un cavallettino da 1-1,5 kg. Fatto questo, poi potevi pure morì, che facessi foto da WPP o scatti al gatto di casa o al muro di fronte per controllare la risolvenza dei mattoni era uguale.

Per un periodo, credo prosperassero forse addirittura una decina di riviste. Click fotografiamo, Fotografare, Tutti fotografi, Fotografia Reflex poi diventata solo Reflex (costola di Fotografare fondata da Giulio Forti quando Ciapanna grossomodo uscì di melone e si mise a scrivere dieci pagine di onomanzia deliranti su ogni numero - sic), Nuova Fotografia, FotoPratica, Progresso Fotografico, Photo (che spesso era il modo con cui chi aveva troppi sensi di colpa nel comprare direttamente Playboy poteva raccontarsi di essere appassionato di "foto artistiche" che non erano nudi, quanto... fototopa, visto che un numero uno senza un servizio un po' nature non usciva - il resto declinato coi soliti omaggi e scopiazzature a certe tendenze della fotografia americana), Fotografia + facile, Il Fotografo... chissà quante ne sono uscite. Penso ne siano rimaste veramente pochissime, temo al massimo due o tre.
Progresso Fotografico e Tutti Fotografi escono ancora. Hanno la loro nicchia.

In compenso va benino una rivista che si chiama Photoshop. Senza commenti. E' il digitale, bellezza!

Quella più "seria" sul piano dei contenuti era Progresso Fotografico. Tutto sommato rispetto a Fotografare anche la stessa "sorella" Tutti Fotografi aveva un altro spessore, sia pure sempre fotoamatoriale. I "sotto la pelle" di Damores Valcarenghi, bravissimo fotoriparatore, erano delle analisi di progetto magnifiche, realizzate smontando la fotocamera e studiando/valutando criticamente le scelte progettuali una per una.

Adesso in Italia il ruolo di persuasione all'acquisto prima di tutto è svolto da alcuni fora, in particolare dei due marchi più diffusi di reflex. Si parla al 90% se non di più di cose, al 10% maaaassimo di foto, e far pubblicare le foto degli amatori serve a far venir loro solo voglia di cambiare un obiettivo con un altro, sempre del marchio, ma un po' più buono e costoso nello stesso range di focali, come se l'upgrade della cassetta di ferri garantisse l'upgrade della capacità del meccanico.

Re: rivista "fotografare"

ven feb 09, 2018 11:26 am

RIP! Le riviste cartacee stanno scomparendo come le edicole... due chiuse nel giro di qualche mese vicino casa mia...

Re: rivista "fotografare"

ven feb 09, 2018 1:44 pm

Valerio Ricciardi ha scritto: ... cut

Per un periodo, credo prosperassero forse addirittura una decina di riviste. Click fotografiamo, Fotografare, Tutti fotografi, Fotografia Reflex poi diventata solo Reflex (costola di Fotografare fondata da Giulio Forti quando Ciapanna grossomodo uscì di melone e si mise a scrivere dieci pagine di onomanzia deliranti su ogni numero - sic), Nuova Fotografia, FotoPratica, Progresso Fotografico, Photo (che spesso era il modo con cui chi aveva troppi sensi di colpa nel comprare direttamente Playboy poteva raccontarsi di essere appassionato di "foto artistiche" che non erano nudi, quanto... fototopa, visto che un numero uno senza un servizio un po' nature non usciva - il resto declinato coi soliti omaggi e scopiazzature a certe tendenze della fotografia americana), Fotografia + facile, Il Fotografo... chissà quante ne sono uscite. Penso ne siano rimaste veramente pochissime, temo al massimo due o tre.
Progresso Fotografico e Tutti Fotografi escono ancora. Hanno la loro nicchia.

In compenso va benino una rivista che si chiama Photoshop. Senza commenti. E' il digitale, bellezza!

Quella più "seria" sul piano dei contenuti era Progresso Fotografico. Tutto sommato rispetto a Fotografare anche la stessa "sorella" Tutti Fotografi aveva un altro spessore, sia pure sempre fotoamatoriale. I "sotto la pelle" di Damores Valcarenghi, bravissimo fotoriparatore, erano delle analisi di progetto magnifiche, realizzate smontando la fotocamera e studiando/valutando criticamente le scelte progettuali una per una.

Adesso in Italia il ruolo di persuasione all'acquisto prima di tutto è svolto da alcuni fora, in particolare dei due marchi più diffusi di reflex. Si parla al 90% se non di più di cose, al 10% maaaassimo di foto, e far pubblicare le foto degli amatori serve a far venir loro solo voglia di cambiare un obiettivo con un altro, sempre del marchio, ma un po' più buono e costoso nello stesso range di focali, come se l'upgrade della cassetta di ferri garantisse l'upgrade della capacità del meccanico.


Uh! Quale ghiotta occasione, fare le pulci al dott. Divago! :lol:
Come minimo ti sei scordato Il Diaframma, rivista legata a Lanfranco Colombo; del gruppo di Namias, mi pare continui ad uscire ancora Zoom, anche se solo in abbonamento e non più in edicola. Ma Progresso mi sembra non sia più una rivista mensile, quanto un succedersi di numeri speciali tematici (e il tema magari è riunire in unico fascicolo un certo numero di test già pubblicati in precedenza)
Su Photo non sarei così tranchant, ricordo numerosi speciali curati da Ando Gilardi ... è comunque vero che loro stessi dichiaravano un raddoppio delle vendite quando in copertina c'era Hamilton :lol:
Ciao Valerio, è sempre un piacere leggerti! :cincin:

Re: rivista "fotografare"

ven feb 09, 2018 8:45 pm

davedomus ha scritto:RIP! Le riviste cartacee stanno scomparendo come le edicole... due chiuse nel giro di qualche mese vicino casa mia...

povere edicole .. 350 milioni di lire investiti da un mio amico a roma ... (solo per la nuova edicola 20 anni fa) ..poi cominciarono i vari leggo o altri quotidiani mini gratis nelle stazioni .. poi un po' dappertutto .. e gia' il 90% dei quotidiani rimaneva invenduto.. campavano con le videocassette (anche porno) poi i dvd .. ma arriva internet a banda larga e anche questo ... ciao ...
poi le riviste di settore .. idem c'e' il tubo dove si ricama .. dipinge .. fotografa ecc ecc ... insomma ormai l'edicola e' aime' parte del passato e lo dico con sommo dispiacere

Re: rivista "fotografare"

mer nov 21, 2018 9:23 pm

Scusate se rispondo a questa discussione dopo quasi un anno ma mi era sfuggita! vedendo il nome della rivista mi e' scesa una lacrimuccia :-)
il primo numero che ricordo di avere avuto tra le mani e' un almanacco di fine anni '70 inizio anni '80 quando mio padre doveva comprare una Nikon EM!
L'ho seguita anche io per un periodo, mi piaceva il concorso fotografico con le foto dei lettori e gli articoli tecnici di Sergio Ferraris,
anche la rubrica camera antiquarius era interessante.
Le pagine dedicate alla onomanzia non le ho mai capite, le guardavo con un misto di stupore e incomprensione e poi le saltavo a pie' pari,
sono andato a ripescarne una copia dallo scaffale : Aprile 2004 Carolina Marconi in copertina e i titoli sono "speciale foto da vendere, come funzionano le agenzie stock, come fotografare personaggi famosi"; "in prova Canon Eos 3000v";"bianconero trasformare lo scanner in densitometro" che tenerezza :-P la rete c'era gia' ma ancora ci si affidava alle riviste cartacee, il digitale non aveva ancora soppiantato la pellicola ed io ancora non conoscevo il forum di Pentaxiani che mi facesse capire la bonta' di Canon e Nikon ! :happy2:

Re: rivista "fotografare"

mer dic 05, 2018 2:01 pm

Io l'acquistavo negli anni ottanta e conservo tutt'oggi le annate dal 79 al 83, era la rivista che preferivo anche se ogni tanto ne compravo altre.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Re: rivista "fotografare"

ven gen 04, 2019 9:44 am

Sono stato abbonato a Tutti Fotografi dal 1996 al 2015, credo.
Al di là delle questioni tecniche, che, come ricordato da Valerio si ripetevano periodicamente, era comunque una fonte inesauribile di notizie sulle novità di mercato, e tentava di fare anche qualche confronto, per così dire, "scientifico" con i test MTF e le prove strumentali sugli otturatori. Anche la rubrica di caccia fotografica, la trovavo interessante, in tempi in cui internet non era così frequentato.
Da quando colleziono strumenti fotografici, ho incominciato a recuperare le vecchie riviste (Progresso, Tutti Fotografi, Fotografare) per ottenere informazioni sulle fotocamere, sugli obiettivi e sugli accessori.
E qui la miniera di informazioni è tuttora inesaurita...
Rispondi al messaggio


Site Copyright © 2008 - Pentaxiani.it
Tutti i contenuti qui presenti, siano grafici o testuali, sono sotto copyright e responsabilità esclusiva dei loro creatori. Pentax è un marchio registrato della Ricoh Imaging Company ltd. Pentaxiani.it non è in nessun modo associato con Pentax, Ricoh Company, Fowa S.p.A. o loro affiliati nazionali o internazionali.