primo rullino, primo sviluppo, primi problemi

Camera oscura, strumenti, proiettori, archiviazione.

Moderatori: maxofrome, Enrico, Mauro, old_kappa, Buster

Re: primo rullino, primo sviluppo, primi problemi

Messaggioda nonpigliounoshoot » dom giu 26, 2016 10:24 pm

IO le pago qualche decina di centesimi in più, però a me piace come lavora questo laboratorio per le piccole stampe, sia per lo sviluppo (poco più di 5 euro a rullino b/n che per la stampa. Prima o poi proverò a farne anche qualcuna più grande. Per quanto riguarda i rullini devo dirti che non ho particolari problemi a trovarli nel negozio a me più vicino, di varie marche, colori, bn, dia, 35, 120 etc.. però non ho mai dovuti cercarli da altre parti. Più o meno sono competitivi come i prezzi che ho trovato in rete, forse se compri quantità diverse, ma non saprei. Tutto questo presso una catena come il Fotoamatore. (si può dire? altrimenti cancellate),
Pentax K70 - Pentax K 30 - 18-55 DAL WR - 55-300 DAL (semirotto) - 55-300 DA - Pentax SMC DA 35mm f/2.8 Macro Limited - Pentax SMC DA 12-24mm f/4 ED AL - A 50 f 1.7 - M 50 1.4 - A 28 2.8 - M 135 3.5 - A 35 2.8 - ME super - Zenit E - Elios 44 2.0 -
nonpigliounoshoot
Azionista del forum
 
Messaggi: 3850
Iscritto il: ven gen 24, 2014 11:55 am
 

Re: primo rullino, primo sviluppo, primi problemi

Messaggioda Gegio » dom lug 03, 2016 10:22 am

io questa pellicola l'ho sviluppata in casa un paio di volte (c41), e per giunta scaduta da una decina d'anni, anche a me scansionando a colori vengono fuori aloni vari simili ai tuoi (forse leggermente meno pronunciati). come già detto ovviamente in fase di stampa bisogna convertire in bn, ma questo vale per tutte le pellicole visto che nessuna ha un colore del supporto perfettamente neutro.
Gegio
junior member
 
Messaggi: 84
Iscritto il: gio apr 23, 2015 5:48 pm
 

Re: primo rullino, primo sviluppo, primi problemi

Messaggioda Gegio » dom lug 03, 2016 10:30 am

emmeci ha scritto:
virtualflyer ha scritto:Che poi la pellicola potrebbe anche essere arcobaleno, nel momento in cui è pensata per la stampa in bianco e nero

Mica tanto vero. Normalmente si usa pellicola pancromatica, cioè sensibile a tutto lo spettro dei colori, mentre la carta da stampa non lo è (infatti la luce di sicurezza che usi in camera oscura, colorata, non impressiona la carta). Per cui se la pellicola fosse "arcobaleno" non riusciresti ad esporre correttamente la carta B/N. è il motivo per cui la pellicola colori non è facilmente stampabile in b/n. ... forse.

la pellicola a colori si stampa tranquillamente in bn, ha nativamente un contrasto ridotto (per questo lo aumento in fase di stampa). Saltuariamente capita di trovare qualche stranezza nella tonalità di grigio di alcune parti, ma senza avere sottomano l'equivalente a colori neanche ci si accorge. Poi per carità, non faccio lavori fine art ma solo stampe amatoriali in cantina. l'unico dubbio mi viene con le carte multigrade e gli aloni di colori diversi, i filtri (se impostati) potrebbero influire diversamente su una parte del fotogramma o sull'altra. Nel dubbio ho stampato su carta a gradazione fissa (4 o 5). :happy2:
Gegio
junior member
 
Messaggi: 84
Iscritto il: gio apr 23, 2015 5:48 pm
 

Precedente

Torna a Sviluppo e stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti