Stampanti Fine Art... chi le usa?

Camera oscura, strumenti, proiettori, archiviazione.

Moderatori: maxofrome, Enrico, Mauro, old_kappa, Buster

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda Scorpio » mer gen 15, 2014 12:25 pm

satomi ha scritto:
Scorpio ha scritto:
satomi ha scritto:Ma quante cartucce ha la tua stampante? Che su canon so ignorante :asd:

La mia stampantina costa circa 100€, e ha 4 cartucce, nero + i tre primari. E' venduta come stampante per stampare foto "casalinga".
Ho provato a stampare una foto qualche tempo fa, con inchiostri non originali su della carta ultra economica, e il risultato mi ha fatto ribrezzo :sdent:
I neri non erano neri, c'era una dominante fortissima e un contrasto basso, i colori smorti e la qualità di stampa (intesa come quantità di informazione) bassa.
Non so da cosa dipenda, se dalla carta, dall'inchiostro, dalla stampante...


Dunque funziona così:

Si può stampare secondo le indicazione del driver di stampa o usando un profilo ICC (canned o ad Hoc)

Ovviamente nel caso di stampa con driver di stampa o con profilo Canned, si ipotizza l'uso di inchiostro originali, oltre all'utilizzo di una data carta.
Infatti se cambia la tinta di un inchiostro, anzi cambiano le quattro tinte dei quattro inchiostri (o più se si tratta di stampanti con più canali) (ricette diverse daranno per forza colori diversi, anche se di poco) e dato che un colore è dato dalla somme di vari colori, la frittata è fatta.
Un inchiostro economico non darà risultati eccelsi.
Se poi aggiungi che ogni carta ha suoi valori di assorbimento e che tu hai preso quattro cartucce ed una carta e hai detto alla macchina stampa (facendole credere che inchiostri e carte fossero di un certo tipo) è normale che il risultato non sia accettabile.

Sinceramente la gestione del colore e la stampa sono argomenti ostici, forse è bene avvicinarsi prima con qualche lettura.
Io ti consiglio gli articoli che trovi qui:
http://www.photoactivity.com/Pagine/Articoli/000Riepilogo/articoli.htm
Sono fatti molto bene.

bert01980 ha scritto:aggiungo che invece di utilizzare cartucce originali acquistare dei CIS con però inchiostri buoni/ottimi e allora si il gioco vale la candela


Gli inchiostri non originali ma di qualità sono indubbiamente una valida alternativa, ma è bene considerare che un inchiostro non originale per dare i migliori risultati necessita comunque di un profilo ICC fatto ad hoc (o con uno strumento proprio o tramite un qualcuno che faccia tale servizio)

maxofrome ha scritto:il vantaggio delle stampanti professionali sta molto sul B/N. La mia R300 stampa egregiamente a colori in A4 a tutto formato e ci ho fatto pure una mostra materiale. Sul B/N i problemi sono grossi e li una stampante con tre o quattro serbatoi dedicati al nero e ai grigi è molto molto comodo.


E' vero.
Se si stampa a colori una stampante a sei canali (5 colori più il nero) è già ottima (con tre colori può andare bene comunque, ovviamente avrà una gamma cromatica inferiore).
Ma se si vuole stampare in BN è obbligatorio avere 1 nero e 2 Grigi (oltre ai 5 colori). (Minimo sindacale avere almeno un grigio oltre al nero)
In assenza di tali requisiti sconsiglio vivamente la stampa in B/N onde evitare attacchi acuti di colite :asd:

elerum ha scritto:Vado un po fuori argomento,
Le stampanti a sublimazione come le consideri, lo chiedo perché sarei interessato di prendere una che arriva fino ad A4 o mi consigli una che usa rotoli?
La domanda riguarda la qualità e la durata.
sinceramente ero propenso perché ho già un pacco di XLS Ektatherm con poco meno di 100 fogli, vale la pena andare su un prodotto fuori produzione o meglio lasciar perdere quella carta e andare sul nuovo?


Le stampanti a sublimazione sono begli articoli:
Le stampe durano a lungo (come una stampa chimica)
Facili da gestire (compri set carta/cartuccia dedicati, in quanto stampa solo con quell'accoppiata)
Danno risultati buoni

Veniamo alle note dolenti:
Usando set specifici di carte-cartucce, le carte sono quelle e non le puoi cambiare.
Usando tre colori, di fatto hanno una resa cromatica inferiore ad una Inkjet a sei canali o più.
Per avere un costo copia accessibile, devi prendere modelli molto costosi.
Se vanno fuori produzione, prega che non interrompano la produzione del binomio carta-cartuccia.

Sui profili, non so se è possibile profilarle, presumo di si, ma non ne sono certo.
Non so dire se il B/N sia buono o meno (mai provato)


Comunicazione di servizio:

bert01980 ha scritto: ( AHHH hai un PM da leggere :smilepace: )


Lo so, è che mi serviva a promemoria perchè attendo una risposta per poter rispondere a te

e dato che l'ho letto, rimandane un altro :asd:

:cincin:
ntx ha scritto:
Scorpio ha scritto:Quanto ai costi di stampa:
....


...dimentichi lo "scatto alla risposta". :D

Ciao
Jenner


:roflrofl: :roflrofl: :roflrofl:
Ultima modifica di Scorpio il mer gen 15, 2014 12:42 pm, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Avatar utente
Scorpio
Callaghan Prrrrrrrr !!!
 
Messaggi: 5186
Iscritto il: lun gen 19, 2009 12:45 am
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda fanagot » mer gen 15, 2014 12:30 pm

ma perche' usare profili canned, se gia' sai dal nome che sono sbagliati ? :devil115: :facciac: :prrt: :fuga:
Mancano molte foto di obiettivi che TU magari hai. Controlla nell'archivio e provvedi! Immagine
Avatar utente
fanagot
Non ho ancora svaccato abbastanza?
 
Messaggi: 29875
Iscritto il: ven feb 15, 2008 10:14 am
Località: Paperopoli
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda Scorpio » mer gen 15, 2014 12:32 pm

fanagot ha scritto:ma perche' usare profili canned, se gia' sai dal nome che sono sbagliati ? :devil115: :facciac: :prrt: :fuga:


Credimi... me lo sono sempre chiesto anche io

:facciac: :facciac: :facciac:
Immagine
Avatar utente
Scorpio
Callaghan Prrrrrrrr !!!
 
Messaggi: 5186
Iscritto il: lun gen 19, 2009 12:45 am
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda ntx » mer gen 15, 2014 1:03 pm

fanagot ha scritto:ma perche' usare profili canned, se gia' sai dal nome che sono sbagliati ? :devil115: :facciac: :prrt: :fuga:


Ma che dici!? Si chiamano canned perche' dopo puoi fumarti le stampe e vedere spazi colore ben piu' ampi! :D

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14223
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda bert01980 » mer gen 15, 2014 1:19 pm

Scorpio ha scritto:
bert01980 ha scritto:aggiungo che invece di utilizzare cartucce originali acquistare dei CIS con però inchiostri buoni/ottimi e allora si il gioco vale la candela


Gli inchiostri non originali ma di qualità sono indubbiamente una valida alternativa, ma è bene considerare che un inchiostro non originale per dare i migliori risultati necessita comunque di un profilo ICC fatto ad hoc (o con uno strumento proprio o tramite un qualcuno che faccia tale servizio)


Comunicazione di servizio:

bert01980 ha scritto: ( AHHH hai un PM da leggere :smilepace: )


Lo so, è che mi serviva a promemoria perchè attendo una risposta per poter rispondere a te

e dato che l'ho letto, rimandane un altro :asd:


:roflrofl: :roflrofl: :roflrofl:


Si non l'avo scritto ma pensavo fosse sottointeso che ci vogliono sempre i profili colore dedicati carta/inchiostro :ook:

mi farò pure io un promemoria per ricordarmi di farti un promemoria per te :asd:
scherzi a parte mille grazie per l'aiuto!!!! :clap: :clap: :clap:
l'importante è divertirsi a scattare, in fondo è per lo scatto che fotografo, il fotogramma finale è solo una soddisfazione a conferma che in quel momento c'ho veduto bene, o una conferma che in quel momento vedevo veramente da schifio
(Enrico Deboli)
Avatar utente
bert01980
Azionista del forum
 
Messaggi: 3429
Iscritto il: dom mag 04, 2008 8:27 am
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda summerbee » mer gen 15, 2014 2:25 pm

ntx ha scritto:
fanagot ha scritto:ma perche' usare profili canned, se gia' sai dal nome che sono sbagliati ? :devil115: :facciac: :prrt: :fuga:


Ma che dici!? Si chiamano canned perche' dopo puoi fumarti le stampe e vedere spazi colore ben piu' ampi! :D

Ciao
Jenner

:asd:
DON'T PANIC
(niente panico!)
la fotografia su Segnaweb

Il diavolo non è quello che ti fa bestemmiare nel dolore, è quello che ti fa distogliere lo sguardo. (cit.)
summerbee
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 6528
Iscritto il: ven ott 17, 2008 1:56 pm
Località: Brescia
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda fanagot » mer gen 15, 2014 2:39 pm

ntx ha scritto:
fanagot ha scritto:ma perche' usare profili canned, se gia' sai dal nome che sono sbagliati ? :devil115: :facciac: :prrt: :fuga:


Ma che dici!? Si chiamano canned perche' dopo puoi fumarti le stampe e vedere spazi colore ben piu' ampi! :D

Ciao
Jenner


trovi anche tu, che questa discussione fosse tutta, stranamente, in topic? :asd:
Mancano molte foto di obiettivi che TU magari hai. Controlla nell'archivio e provvedi! Immagine
Avatar utente
fanagot
Non ho ancora svaccato abbastanza?
 
Messaggi: 29875
Iscritto il: ven feb 15, 2008 10:14 am
Località: Paperopoli
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda ntx » mer gen 15, 2014 3:17 pm

fanagot ha scritto:trovi anche tu, che questa discussione fosse tutta, stranamente, in topic? :asd:


...trovo che, su pentaxiani.it, quel che e' off-topic e' innanzitutto off-internet... poi, forse, e' anche off-topic. :D

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14223
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda satomi » mer gen 15, 2014 5:22 pm

Come funzionano gli strumenti di calibrazione della stampante? Sono sonde che leggono il colore sul foglio?
Corpo: Pentax k5
Lenti Principali: Pentax DA 12-24, Pentax DA 35, Pentax WR HD 55-300
Altre Lenti: Pentax DA WR 18-55, Pentax DA WR 50-200, Tamron 17-50 2.8
Avatar utente
satomi
Opinionista assiduo
 
Messaggi: 1176
Iscritto il: sab dic 08, 2012 12:17 pm
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda ntx » mer gen 15, 2014 6:42 pm

satomi ha scritto:Come funzionano gli strumenti di calibrazione della stampante? Sono sonde che leggono il colore sul foglio?


Stampi un'immagine apposta per la calibrazione e poi con la sonda vai a leggere i colori sul foglio seguendo quel che ti dice il software sul computer.

Saranno tutti sbagliati ma ottieni un primo profilo.
Applichi il profilo (che ti fara' schifo).
Ristampi.
Ricalibri.
Ottieni un'altro profilo un po' meglio del precedente.
Applichi il profilo (che ti fara' schifo ma un po' meno).
Ristampi.
Stop: la stampante vuole pulire gli ugelli... pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci.
Dicevamo: ristampi.
Compare il messaggio che una cartuccia di inchiostro sta esaurendosi.
Ricalibri.
Ottieni un profilo forse decente o almeno per esasperazione appagante.
Applichi il profilo e si, dai, meno del 50% della tua foto e' fuori gamut e la riesci ricondurre ad un qualcosa di passabile senza sostituire il rosso mattone con il viola occhio pesto.
Ci sei: stampi la tua foto e viene fuori veramente bene (decisamente meglio di quelli del laboratorio online - tua moglie/compagna/figlia/chiunque non notera' alcuna differenza con quella che avevi stampato, sei mesi fa, da stampepersfigati.net commenteranno solo con un "com'e' lucida!").
Ora puoi stampare anche quest'altra foto... stampa (click!)... a 5/6 della stampa: Errore! cartuccia XY esaurita, sostituire! ("cartuccia XY" e' - ovviamente - quella, fra le 57 presenti, piu' costosa... se hai in casa un ricambio di cartucce sara' quella dell'unico inchiostro di cui non hai il ricambio).
E' presto, i negozi sono ancora aperti, decidi di andare in centro a prendere la cartuccia.
Prendi l'auto esci, imprechi cercando un parcheggio, che poi trovi.
Tu: "Vorrei una cartuccia originale dell'inchiostro XY per la stampante Figherriam SP 8000"
Commesso: "Le cartucce originali di XY sono esaurite, le abbiamo gia' ordinate arriveranno NNNNN..." (sostituire NNNNN con un giorno e un'ora in cui non riesci a passare)
Commesso: "...abbiamo queste non originali, pero', che sono prefettamente compatibili: chi le ha prese si e' trovato benissimo!"
Cominci a pensare... i dubbi ti assalgono... gasato dal bel risultato della tua prima stampa ti dici "ma alla fine quanta differenza potra' mai fare?"
Tu: "Ok, la prendo"
Felice torni a casa... anzi, piu' felice, perche' hai speso 1/6.
Metti la nuova cartuccia e sei pronto a stampare.
Stampi la seconda foto...
Stop: la stampante deve pulire gli ugelli... pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci pulisci.
Bene, ok, stampiamo.
Ecco la stampa ma... uhm... che cacchio e' sta leggera dominante che non avevi visto a monitor?
Uhm...
Porti la stampa sotto tutte le luci di casa casomai e' una lampadina del lampadario che comincia a sbacchettare e ti cambia la temperatura colore della stanza.
Ti rammarichi che il sole e' gia' tramontato: avresti potuto dare un'occhiata con una luce della temperatura colore giusta. Peccato.
A questo punto capisci che devi ricalibrare... :)

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14223
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda fanagot » mer gen 15, 2014 7:57 pm

spietato!
Mancano molte foto di obiettivi che TU magari hai. Controlla nell'archivio e provvedi! Immagine
Avatar utente
fanagot
Non ho ancora svaccato abbastanza?
 
Messaggi: 29875
Iscritto il: ven feb 15, 2008 10:14 am
Località: Paperopoli
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda marko » mer gen 15, 2014 8:59 pm

ntx ha scritto:
satomi ha scritto:Come funzionano gli strumenti di calibrazione della stampante? Sono sonde che leggono il colore sul foglio?


Stampi un'immagine apposta per la calibrazione e poi con la sonda vai a leggere i colori sul foglio seguendo quel che ti dice il software sul computer.

Saranno tutti sbagliati ma ottieni un primo profilo.
Applichi il profilo (che ti fara' schifo).
Ristampi.
....................


Uscirò di casa col sorriso giuro! :lol:
Avatar utente
marko
Azionista del forum
 
Messaggi: 4323
Iscritto il: mer giu 15, 2011 5:35 pm
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda satomi » mer gen 15, 2014 9:13 pm

@Jenner...... :bad:

Basterebbe avere tanti soldi e tanto tempo.... risolverebbe tutto :sdent:
Corpo: Pentax k5
Lenti Principali: Pentax DA 12-24, Pentax DA 35, Pentax WR HD 55-300
Altre Lenti: Pentax DA WR 18-55, Pentax DA WR 50-200, Tamron 17-50 2.8
Avatar utente
satomi
Opinionista assiduo
 
Messaggi: 1176
Iscritto il: sab dic 08, 2012 12:17 pm
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda emmeci » mer gen 15, 2014 10:05 pm

satomi ha scritto:@Jenner...... :bad:

Basterebbe avere tanti soldi e tanto tempo.... risolverebbe tutto :sdent:

Mica vero. è la giustificazione che spesso si danno i mediocri per autoassolversi.
Avatar utente
emmeci
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 8526
Iscritto il: gio mar 20, 2008 10:49 am
Località: Genova - Levante
 

Re: Stampanti Fine Art... chi le usa?

Messaggioda elerum » mer gen 15, 2014 10:08 pm

fanagot ha scritto:spietato!

ma con i piedi per terra :wink:
Tornando off topic alla mia domanda. Se non sbaglio dovrebbero essere anche le stampanti a sublimazione che devono essere calibrate, il guaio e che la stampante che usa la carta che ho io e fuori produzione da un po ed i kit si trovano pochi in Europa, qualcuno oltreoceano pero mi sa che sono sempre gli stessi che non riescono a venderli e li ripropongono, in Italia c'è solo uno che vende quel kit a prezzo 6 volte tanto :ninja2: la stampante l'avrei trovato, in un asta ma non so se vale spendere 50 € per portarmela a casa, per poi spendere un altra 50 di euro per il kit. Fatte le 100 stampe rischio dopo che non trovo più né la carta né i kit.
Michele
Vivi & ricorda con il cuore & pensa alla morte come se domani verrà,
la logica di porterà da A a B ma l'immaginazione ti porterà dappertutto
"Zac"
« debolezza è potenza & forza è niente.
Quando l'uomo nasce è debole e duttile, quando muore è forte e rigido, così come l'albero: mentre cresce è tenero e flessibile, e quando è duro e secco, muore. Rigidità e forza sono compagne della morte, debolezza e flessibilità esprimono la freschezza dell'esistenza. »
(Lo Stalker)
Avatar utente
elerum
Azionista del forum
 
Messaggi: 4824
Iscritto il: mar dic 21, 2010 9:32 pm
Località: meneghino d'importazione
Skype: elerum
 

PrecedenteProssimo

Torna a Sviluppo e stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite