Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Camera oscura, strumenti, proiettori, archiviazione.

Moderatori: maxofrome, Enrico, Mauro, old_kappa, Buster

Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda maucirano » gio gen 24, 2019 9:59 am

Stavo cercando di capire come migliorare la qualità delle stampe, che ordino online, e come risolvere il solito annoso problema di corrispondenza di luminosità e colori tra le foto viste a monitor e la stampa; Il rosso Pentax, come noto, manda in crisi qualsiasi tipo di stampante.
Mi sono scaricato il profilo colore del laboratorio cui solitamente mi rivolgo, l'ho installato e attivato su Lightroom con la funzione apposita, creato una copia virtuale della foto per poterla lavorare diversamente dall'originale.
Il mio problema però comincia in questa fase: la foto visualizzata con il profilo colore del laboratorio è pessima, i colori rossi sono scuri e poco piacevoli ed in generale l'immagine è moscia. Non so però come uscirne, perché se per ogni foto devo ricostruire la post produzione per far si che la versione per la stampa sia simile a quella che per me è l'originale, divento scemo, oltre che fare il lavoro due volte.
Mi sto perdendo dei pezzi?
Avatar utente
maucirano
Opinionista assiduo
 
Messaggi: 1432
Iscritto il: lun gen 03, 2011 3:20 pm
Località: Collegno (To)
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda Antonar » ven gen 25, 2019 9:19 am

Prreliminare a questa operazione: hai il monitor tarato ?
Pentax K5 -- DA 12-24mm 4 ED AL / Tamron AF SP 28-75 mm f/2.8 XR Di LD / DA 18-55mm 3.5-5.6 AL WR / DA 55-300mm 4-5.8 ED / SMC K 24mm 2.8 / SMC A 50mm 1.7 / Tamron SP 70-210mm 3.5 adaptall-2 / Flash Pentax AF360FGZ

Qualche mio scatto:
https://www.flickr.com/photos/158616520@N03/
Avatar utente
Antonar
Dito seduto
 
Messaggi: 1831
Iscritto il: mar apr 27, 2010 1:44 pm
Località: Roma
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda maucirano » ven gen 25, 2019 10:02 am

Ciao Antonar, sì, dimenticavo di precisarlo, ho calibrato il monitor utilizzando la Xrite i1 Display Pro, mantenendo le impostazioni consigliate (Bianco D65 e gamma 2.2).

Lo stampatore è uno di quelli da "un tanto al chilo" e posso sicuramente cambiarlo; quello che non capisco è se, in linea generale, debba impazzire per ricondurre per quanto possibile la copia per la stampa a quella elaborata in precedenza.
Avatar utente
maucirano
Opinionista assiduo
 
Messaggi: 1432
Iscritto il: lun gen 03, 2011 3:20 pm
Località: Collegno (To)
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda Enriko!! » ven gen 25, 2019 1:27 pm

se hai il monitor calibrato bene (e un buon monitor) se lo stampatore ti da il suo profilo colore da photoshop/lightroom fai Visualizza ---> imposta prova ----> carichi il profilo colore.
poi sempre da visualizza attivi la prova colore (oppure fai ctrl+Y o command+Y a seconda di che OS usi).
In linea di massima hai un'idea di cosa ne esce.
MX - K20D
Pentax-M: 135mm 3,5 - 50mm 1,7 42mm 2,8 - F 300mm F4,5 Star - Tamron 17-50 2,8
Tamron SP 90mm Macro 2,5, 200mm 3,5 - Zeiss Jena 20mm 2,8
Panasonic G3, Olympus OMD EM1, EPL5 adattatore K
http://www.enricochiaretto.it
Avatar utente
Enriko!!
Azionista del forum
 
Messaggi: 2650
Iscritto il: mar feb 23, 2010 4:18 pm
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda maucirano » sab gen 26, 2019 9:57 am

Grazie Enrico. Il mio dubbio è però seguente alla fase da te descritta, una volta constatato che la foto visualizzata con il profilo colore dello stampatore non mi piace, perché il rosso non è il rosso brillante ma granata, che devo fare? Devo impazzire io su ogni foto per riportare i rossi ad un qualcosa di accettabile?
Avatar utente
maucirano
Opinionista assiduo
 
Messaggi: 1432
Iscritto il: lun gen 03, 2011 3:20 pm
Località: Collegno (To)
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda ntx » sab gen 26, 2019 10:15 am

maucirano ha scritto:Devo impazzire io su ogni foto per riportare i rossi ad un qualcosa di accettabile?


Ovvio!
Se non lo fai fregatene del profilo colore dello stampatore.

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14225
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda maucirano » sab gen 26, 2019 10:24 am

ntx ha scritto:
maucirano ha scritto:Devo impazzire io su ogni foto per riportare i rossi ad un qualcosa di accettabile?


Ovvio!
Se non lo fai fregatene del profilo colore dello stampatore.

Ciao
Jenner


Ci ho provato a fregarmene, infatti ora agli amici cui mostro le foto, parlo del famosissimo treno GRANATA del Bernina
Avatar utente
maucirano
Opinionista assiduo
 
Messaggi: 1432
Iscritto il: lun gen 03, 2011 3:20 pm
Località: Collegno (To)
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda ntx » sab gen 26, 2019 10:34 am

maucirano ha scritto:
ntx ha scritto:
maucirano ha scritto:Devo impazzire io su ogni foto per riportare i rossi ad un qualcosa di accettabile?


Ovvio!
Se non lo fai fregatene del profilo colore dello stampatore.

Ciao
Jenner


Ci ho provato a fregarmene, infatti ora agli amici cui mostro le foto, parlo del famosissimo treno GRANATA del Bernina


Quello che puoi fare a casa è solo un soft-proof della stampa... fra l'altro dovresti farlo evidenziando anche i colori fuori gamut. Do per scontato che sul programma di fotoritocco sia caricato il profilo del monitor (che, permettimi, sono più convinto che tu abbia profilato il tuo monitor e non che tu l'abbia calibrato... la differenza è parecchia).
Ciò detto ci sono colori che potresti non visualizzare: o perchè il tuo monitor li può visualizzare ma la combinazione carta-inchiostri non li può riprodurre, o perchè la combinazione carta-inchiostri li può riprodurre ma il tuo monitor non li può visualizzare.

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14225
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda emmefanatico » sab gen 26, 2019 6:11 pm

Mi intrometto... ma non esiste qualcosa di automatico che, data una foto sviluppata col profilo colore del monitor, il profilo colore del monitor stesso, e il profilo colore dello stampatore, permetta di aggiustarla automaticamente in modo che usando il secondo si veda come nel primo?
Tipo applicare una LUT per il video insomma...
Mattoncino-panda e Bat-camera
Avatar utente
emmefanatico
Azionista del forum
 
Messaggi: 4353
Iscritto il: ven gen 16, 2015 11:48 am
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda ntx » sab gen 26, 2019 10:37 pm

emmefanatico ha scritto:Mi intrometto... ma non esiste qualcosa di automatico che, data una foto sviluppata col profilo colore del monitor, il profilo colore del monitor stesso, e il profilo colore dello stampatore, permetta di aggiustarla automaticamente in modo che usando il secondo si veda come nel primo?


In linea di massima quello che chiedi non è fattibile nella realtà. Puoi ottenere i risultato mettendo paletti estremamente precisi al modo in cui verrà guardata la stampa.
Il monitor produce i colori attraverso una sintesi additiva: aggiungono al nero le componenti cromatiche in determinate quantità per ottenere un certo colore. La stampa produce i colori attraverso una sintesi sottrattiva: si sottraggono al bianco le componenti cromatiche in determinate quantità al fine di ottenere un certo colore.
Il monitor emette luce, la stampa riflette la luce: sono cose profondamente diverse e che possono avere corrispondenze solo definendo il tipo di luce (intensità, colore, angolazione) che colpirà la stampa.

Per il resto procedure automatiche ce ne sono tantissime... ma è anche vero che non è affatto detto che sia gradevole il risultato di un automatismo: basti vedere anche solo i diversi intenti di rendering nella sola procedura di conversione di profilo.

A mio parere la soluzione è non avere pretese prive di senso nei confronti della stampa... specialmente, come in questo caso, quando i mezzi sono scarsini e non ci si può confrontare con lo stampatore. Insomma, un po' di realismo, il tenere in conto che una stampa molto simile a quella che si vede a monitor si ottiene stando a stretto contatto con lo stampatore, facendo prove e affidandosi alla sua esperienza. Con il monitor di casa calibrato, poca voglia di pistolare al PC e lo stampatore un-tanto-al-chilo (anche se ti fornisce i profili di stampa... che magari sono gli stessi da anni - dovrebbero sostituirli per ogni nuova bobina di carta e per ogni cambio di inchiostri), insomma, bisogna essere un po' più di bocca buona e accontentarsi.
Poi è vero che con lo stampatore un-tanto-al-chilo ci si può impegnare - a proprie spese - in una serie di test per capire come è meglio preparare le proprie foto: io, con Digitalpix, l'ho fatto e attualmente ho una discreta capacità di anticipare la non corretta riuscita di certi toni (che quindi andrebbero corretti)... il risultato spesso è poter dire: questa zona la lascio così perchè se la ritocco poi fa più schifo di come è... tolgo un po' di saturazione e luminosità e così anche se più scura almeno non esce qualche schifezza fosforescente.

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14225
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda emmefanatico » dom gen 27, 2019 2:11 pm

Beh ok... ma almeno la corrispondenza a monitor tra i due profili deve essere possibile ottenerla... il soft proofing alla fine si fa sullo stesso monitor su cui si fa il ritocco.
Mattoncino-panda e Bat-camera
Avatar utente
emmefanatico
Azionista del forum
 
Messaggi: 4353
Iscritto il: ven gen 16, 2015 11:48 am
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda ntx » dom gen 27, 2019 9:43 pm

emmefanatico ha scritto:Beh ok... ma almeno la corrispondenza a monitor tra i due profili deve essere possibile ottenerla... il soft proofing alla fine si fa sullo stesso monitor su cui si fa il ritocco.


Con il soft-proof si ottiene proprio questa cosa... ma devi evidenziare il fuori gamut altrimenti non sai cosa è rappresentabile e cosa no.
Se bastasse il soft-proof non esisterebbe l'hard-proof ... segno che per quanto puoi simulare comunque non si arriva ad avere certezze.

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14225
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda Antonar » lun gen 28, 2019 9:25 am

maucirano ha scritto:Grazie Enrico. Il mio dubbio è però seguente alla fase da te descritta, una volta constatato che la foto visualizzata con il profilo colore dello stampatore non mi piace, perché il rosso non è il rosso brillante ma granata, che devo fare? Devo impazzire io su ogni foto per riportare i rossi ad un qualcosa di accettabile?


Anche se a quanto pare come descritto da ntx il problema è più complesso di quello che sembra, puoi provare a cambiare lo stampatore e vedere se le foto che ti stampa questo nuovo stampatore siano di maggior gradimento.
Pentax K5 -- DA 12-24mm 4 ED AL / Tamron AF SP 28-75 mm f/2.8 XR Di LD / DA 18-55mm 3.5-5.6 AL WR / DA 55-300mm 4-5.8 ED / SMC K 24mm 2.8 / SMC A 50mm 1.7 / Tamron SP 70-210mm 3.5 adaptall-2 / Flash Pentax AF360FGZ

Qualche mio scatto:
https://www.flickr.com/photos/158616520@N03/
Avatar utente
Antonar
Dito seduto
 
Messaggi: 1831
Iscritto il: mar apr 27, 2010 1:44 pm
Località: Roma
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda Enriko!! » lun gen 28, 2019 9:52 am

maucirano ha scritto:Grazie Enrico. Il mio dubbio è però seguente alla fase da te descritta, una volta constatato che la foto visualizzata con il profilo colore dello stampatore non mi piace, perché il rosso non è il rosso brillante ma granata, che devo fare? Devo impazzire io su ogni foto per riportare i rossi ad un qualcosa di accettabile?


si come detto da NTX vanno poi tarate sulla base del profilo colore dello stampatore, utile anche vedere cosa è fuori gamut.
Poi visto che ogni carta ha il suo profilo puoi vedere quale ti aggrada di più e di base più si avvicina a quello che vuoi, considerando comunque che vedere a monitor quello che verrà stampato non sarà mai uguale, per la natura profondamente diversa dei due sistemi di visualizzazione...
MX - K20D
Pentax-M: 135mm 3,5 - 50mm 1,7 42mm 2,8 - F 300mm F4,5 Star - Tamron 17-50 2,8
Tamron SP 90mm Macro 2,5, 200mm 3,5 - Zeiss Jena 20mm 2,8
Panasonic G3, Olympus OMD EM1, EPL5 adattatore K
http://www.enricochiaretto.it
Avatar utente
Enriko!!
Azionista del forum
 
Messaggi: 2650
Iscritto il: mar feb 23, 2010 4:18 pm
 

Re: Ok, il profilo colore del laboratorio, ma poi?

Messaggioda ntx » lun gen 28, 2019 10:56 am

Antonar ha scritto:puoi provare a cambiare lo stampatore e vedere se le foto che ti stampa questo nuovo stampatore siano di maggior gradimento.


Se lo scopo è ottenere una stampa il più simile possibile a quel che si vede a monitor, cambiare semplicemente stampatore non serve. Per avere certezze (certezze che sono sia "questo colore esce uguale" sia "questo colore uscirà così modificato") l'unica è andare fisicamente dallo stampatore e parlarne insieme di cosa si vuole ottenere (che significa anche avere chiaro cosa è sacrificabile e cosa no). Ci sono negozi, qua in zona da me, che se si prende appuntamento (perchè se c'è gente non lo fanno senza essere avvisati) si possono preparare/previsualizzare la resa degli scatti (oltre ad venir consigliati sul tipo di carta da utilizzare per ottenere certe rese): la spesa è bassa (almeno in quelli che conosco) e il risultato ha un livello di corrispondenza di tutto rispetto (la corrispondenza è limitata a quello che tu e lo stampatore avete visto nel monitor dello stampatore) oltre al fatto che gli si possono portare dei TIFF16.
Verifica se ce ne sono anche nella tua zona.

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14225
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Prossimo

Torna a Sviluppo e stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite