MAC PRO

Quesiti e questioni sulla mela

Moderatori: maxofrome, Enrico, Mauro, old_kappa, Buster

Re: MAC PRO

Messaggioda domx » mar ago 14, 2012 7:54 pm

emmeci ha scritto:
domx ha scritto:
thebert ha scritto:Confermo, la Apple è mooooolto rigida con i propri fornitori di componenti realizzati appositamente per loro, per cui è praticamente impossibile trovare un vero clone. Non ci credere a chi li spaccia per tali.
Non per niente la stessa PearC indica i programmi che girano sui loro sistemi, dicendo che certi non vanno ....... già ti avvisano che non è la stessa cosa.

Io piuttosto, per risparmiare, andrei sull'usato o aspettarei un'occasione per un ricondizionato.

l'unico componente realizzato appositamente per loro è la scheda madre, per il resto usano ormai componenti "comuni" e normali processori intel ;)

beh, però occorre intendersi, perchè anche un componente programmabile è standard ... prima della programmazione.
Se fosse tutto così semplice, la Lemon sarebbe ancora viva e vegeta.


n.d.r per i più giovani: Lemon computer costruiva/assemblava in Italia cloni degli Apple II

uhm, non capisco come si possa programmare un processore o una scheda video. Al massimo direi che il sistema è costruito intorno all'hardware, non il contrario.
Avatar utente
domx
Postofilo forsennato
 
Messaggi: 958
Iscritto il: ven lug 01, 2011 11:12 am
 

Re: MAC PRO

Messaggioda emmeci » mar ago 14, 2012 8:06 pm

domx ha scritto:
emmeci ha scritto:
domx ha scritto:
thebert ha scritto:Confermo, la Apple è mooooolto rigida con i propri fornitori di componenti realizzati appositamente per loro, per cui è praticamente impossibile trovare un vero clone. Non ci credere a chi li spaccia per tali.
Non per niente la stessa PearC indica i programmi che girano sui loro sistemi, dicendo che certi non vanno ....... già ti avvisano che non è la stessa cosa.

Io piuttosto, per risparmiare, andrei sull'usato o aspettarei un'occasione per un ricondizionato.

l'unico componente realizzato appositamente per loro è la scheda madre, per il resto usano ormai componenti "comuni" e normali processori intel ;)

beh, però occorre intendersi, perchè anche un componente programmabile è standard ... prima della programmazione.
Se fosse tutto così semplice, la Lemon sarebbe ancora viva e vegeta.


n.d.r per i più giovani: Lemon computer costruiva/assemblava in Italia cloni degli Apple II

uhm, non capisco come si possa programmare un processore o una scheda video. Al massimo direi che il sistema è costruito intorno all'hardware, non il contrario.

ma secondo te dentro ai chippettini neri di contorno alla cpu cosa ci sono, cinesini che si muovono? :prrt:
E anche il bios cosa è, se non un componente (standard, come dici giustamente tu) programmato?
Quindi invece di mettere un hardlock esterno per consentire l'uso di un programma suppongo che aggiungano una rom, oppure una parte non modificabile al chip del bios, che suppongo sarà una eeprom, e il S.O. può controllare se si sta installando su una carta madre autentica o clonata.
Comunque io questi problemi non li ho perchè alle mele preferisco altro ... :ghgh:
Avatar utente
emmeci
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 8526
Iscritto il: gio mar 20, 2008 10:49 am
Località: Genova - Levante
 

Re: MAC PRO

Messaggioda domx » mar ago 14, 2012 8:23 pm

emmeci ha scritto:
domx ha scritto:
emmeci ha scritto:
domx ha scritto:
thebert ha scritto:Confermo, la Apple è mooooolto rigida con i propri fornitori di componenti realizzati appositamente per loro, per cui è praticamente impossibile trovare un vero clone. Non ci credere a chi li spaccia per tali.
Non per niente la stessa PearC indica i programmi che girano sui loro sistemi, dicendo che certi non vanno ....... già ti avvisano che non è la stessa cosa.

Io piuttosto, per risparmiare, andrei sull'usato o aspettarei un'occasione per un ricondizionato.

l'unico componente realizzato appositamente per loro è la scheda madre, per il resto usano ormai componenti "comuni" e normali processori intel ;)

beh, però occorre intendersi, perchè anche un componente programmabile è standard ... prima della programmazione.
Se fosse tutto così semplice, la Lemon sarebbe ancora viva e vegeta.


n.d.r per i più giovani: Lemon computer costruiva/assemblava in Italia cloni degli Apple II

uhm, non capisco come si possa programmare un processore o una scheda video. Al massimo direi che il sistema è costruito intorno all'hardware, non il contrario.

ma secondo te dentro ai chippettini neri di contorno alla cpu cosa ci sono, cinesini che si muovono? :prrt:
E anche il bios cosa è, se non un componente (standard, come dici giustamente tu) programmato?
Quindi invece di mettere un hardlock esterno per consentire l'uso di un programma suppongo che aggiungano una rom, oppure una parte non modificabile al chip del bios, che suppongo sarà una eeprom, e il S.O. può controllare se si sta installando su una carta madre autentica o clonata.
Comunque io questi problemi non li ho perchè alle mele preferisco altro ... :ghgh:

certo, quello che volevo dire io è che non si può riprogrammare una cpu programmata da mamma intel. Comunque la cosa che hanno in più le schede madri apple è l'efi, al posto del bios. È lì che c'è il "blocco"...
Avatar utente
domx
Postofilo forsennato
 
Messaggi: 958
Iscritto il: ven lug 01, 2011 11:12 am
 

Re: MAC PRO

Messaggioda maxofrome » mer ago 15, 2012 9:36 am

Apple non ha quasi mai permesso cloni ed il suo unico tentativo di vendere licenze a fine anni novanta le è bastato. Se uno vuole un mac credo si debba comprare un mac, altrimenti esistono numerose e valide alternative.
Ricordo poi ai più smaliziati che da quando Apple ha abbracciato l'Intel non ha mai pubblicizzato la possibilità di installare OSX su macchine diverse da quelle da lei prodotte, ma caso mai il contrario, di poter montare Windows su macchine di casa Apple. Vorrà dire qualcosa.
SVEGLIA!!! HAI GIA' ORDINATO LA NUOVA TR@COLLA DEI PENTAXIANI?
NO? ....E CHE ASPETTI?
Avatar utente
maxofrome
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 7909
Iscritto il: ven nov 07, 2008 3:26 pm
Località: ITALIA:ROMA
Skype: massimilianotiberi
 

Re: MAC PRO

Messaggioda cheip » mer ago 15, 2012 9:45 am

Anche perché Apple campa vendendoti l'hardware, come li chiamano loro, i devices. Mica per niente le ultime due relelase di OSX, costavano 19.99 euro (Lion, mi pare) e 15,99 euro (Mountain Lion, di questo sono sicuro perché ho aggiornato pochi giorni fa).
Rivogliamo l'autologin!!!

My homepage: http://goo.gl/zKrIUk

cheip
Avatar utente
cheip
Azionista del forum
 
Messaggi: 3825
Iscritto il: sab set 11, 2010 11:43 pm
Località: Vicino Torino
 

Re: MAC PRO

Messaggioda maxofrome » mer ago 15, 2012 10:02 am

cheip ha scritto:Anche perché Apple campa vendendoti l'hardware, come li chiamano loro, i devices. Mica per niente le ultime due relelase di OSX, costavano 19.99 euro (Lion, mi pare) e 15,99 euro (Mountain Lion, di questo sono sicuro perché ho aggiornato pochi giorni fa).


Infatti Apple ha margini superiori ai 100$ per pezzo venduto (con variabili in alto per in macbook pro e l'IPAD) contro le poche decine di dollari per prodotti Dell o HP, è per questo che con volumi di vendita relativamente bassi generano profitti decisamente alti.
SVEGLIA!!! HAI GIA' ORDINATO LA NUOVA TR@COLLA DEI PENTAXIANI?
NO? ....E CHE ASPETTI?
Avatar utente
maxofrome
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 7909
Iscritto il: ven nov 07, 2008 3:26 pm
Località: ITALIA:ROMA
Skype: massimilianotiberi
 

Re: MAC PRO

Messaggioda cheip » mer ago 15, 2012 10:13 am

maxofrome ha scritto:
cheip ha scritto:Anche perché Apple campa vendendoti l'hardware, come li chiamano loro, i devices. Mica per niente le ultime due relelase di OSX, costavano 19.99 euro (Lion, mi pare) e 15,99 euro (Mountain Lion, di questo sono sicuro perché ho aggiornato pochi giorni fa).


Infatti Apple ha margini superiori ai 100$ per pezzo venduto (con variabili in alto per in macbook pro e l'IPAD) contro le poche decine di dollari per prodotti Dell o HP, è per questo che con volumi di vendita relativamente bassi generano profitti decisamente alti.


Comunque io continuo a dire che si "paga" il software. O, almeno, io ho comprato un Mac più per il software che per l'hardware e sono stato ben contento di pagare la differenza tra il mio macMini e un equivalente non-Apple giustificando la spesa con l'ottimo software che equipaggia i Macintosh. E parlo da Linuxiani convinto che dice che "OSX è Linux come dovrebbe essere".

Infatti sono molto contento che si siano messi a vendere le major release di OSX a così pochi dollari. :ook:
Rivogliamo l'autologin!!!

My homepage: http://goo.gl/zKrIUk

cheip
Avatar utente
cheip
Azionista del forum
 
Messaggi: 3825
Iscritto il: sab set 11, 2010 11:43 pm
Località: Vicino Torino
 

Re: MAC PRO

Messaggioda thebert » mer ago 15, 2012 10:53 am

Ricordiamoci comunque che quando si parla di Windows e pc, penso che per il 95 % si parli di assemblati.
Provate a vedere cosa costa una workstation pro od un server HP o simili e tutta questa differenza non c'è, anzi.
Nel mio studio ho sostituito un server Win da quasi 6000 € con un giocattolo come il mac mini da 1000 € (i mie colleghi pensavano ad uno scherzo) e son 3 anni che gira senza farci niente.
Pentax k3 :: 16-50* :: 50-135* :: 100 wr macro
Avatar utente
thebert
senior member
 
Messaggi: 191
Iscritto il: lun lug 09, 2012 9:32 pm
Località: Treviso
 

Re: MAC PRO

Messaggioda bricke » mer ago 15, 2012 11:49 am

domx ha scritto:certo, quello che volevo dire io è che non si può riprogrammare una cpu programmata da mamma intel.


Sbagli.

Lo faccio di mestiere.
Avatar utente
bricke
Dito seduto
 
Messaggi: 1524
Iscritto il: lun ago 10, 2009 8:04 pm
Località: Mestre (VE)
Skype: ilbricke
 

Re: MAC PRO

Messaggioda domx » mer ago 15, 2012 12:21 pm

bricke ha scritto:
domx ha scritto:certo, quello che volevo dire io è che non si può riprogrammare una cpu programmata da mamma intel.


Sbagli.

Lo faccio di mestiere.

ah, mi spiegheresti meglio di che si tratta? Sono curioso.
Avatar utente
domx
Postofilo forsennato
 
Messaggi: 958
Iscritto il: ven lug 01, 2011 11:12 am
 

Re: MAC PRO

Messaggioda cheip » mer ago 15, 2012 12:34 pm

bricke ha scritto:
domx ha scritto:certo, quello che volevo dire io è che non si può riprogrammare una cpu programmata da mamma intel.


Sbagli.

Lo faccio di mestiere.


Inoltre non vedo che difficoltà ci sia per Apple di andare da Intel e dirgli: io voglio una CPU così e cosà. Poi di base sono ovviamente uguali a quelle che vendono anche ad HP, Acer, ASUS, e poi continuate voi, ma *potrebbe* essere che, se ci sono evidenti incompatibilità, siano CPU costruite ad-hoc per il cliente... o sto dicendo castronerie?
Rivogliamo l'autologin!!!

My homepage: http://goo.gl/zKrIUk

cheip
Avatar utente
cheip
Azionista del forum
 
Messaggi: 3825
Iscritto il: sab set 11, 2010 11:43 pm
Località: Vicino Torino
 

Re: MAC PRO

Messaggioda bricke » sab ago 18, 2012 1:44 pm

domx ha scritto:
bricke ha scritto:
domx ha scritto:certo, quello che volevo dire io è che non si può riprogrammare una cpu programmata da mamma intel.


Sbagli.

Lo faccio di mestiere.

ah, mi spiegheresti meglio di che si tratta? Sono curioso.



Semplice, Intel, come altri produttori, non produce centinaia di CPU diverse, bensi ne crea molte meno e poi customizza il loro FW in modo da abilitare queste o quelle features.

Ci sono dei tool che ti permettono di ri-flashare il kernel di una cpu, ovviamente sono tool che prevedono HW e SW, nulla di disponibile ad aziende e privati, ma nel caso dei grandi dell'informatica, come apple, samsung, microsoft, questi tool possono essere forniti.

Nulla comunque vieta, come facciamo noi, ad Apple di chiedere ad Intel (o chi per essa) alcune cose custom solo per loro nei processori che Intel fornisce a Apple.

Noi lo facciamo per alcuni nostri prodotti e per alcuni prodotti dei nostri clienti, figuriamoci se Apple non ci riesce.

Ti faccio un esempio, usiamo ina CPU ARM Cortex A8 per un certo prodotto, ecco, avevamo dei problemi con lo scaling della cpu, che era dichiarato a 1,2GHz di punta massima, ma usandola a 1,2 per lungo tempo c'erano problemi di stabilità, abbiamo fatto modificare il FW per diminuire la frequenza massima (lo ha fatto il produttore del chip) mentre da parte nostra abbiamo modificato il kernel linux per renderlo più idoneo alla parte hw con le modifiche che abbiamo chiesto.
Quindi anche se il nostro chip é un Cortex-A8, il nostro software non funziona alla stessa maniera se lo installi in un hw che ha un normale cortex-A8, se lo si fà si verificano crash e surriscaldamenti vari...


Quindi, se prima con i PPC non si riusciva ad installare OsX su un pc, ora con Intel si, ma non é la stessa cosa, o almeno, potrebbe non esserlo...
Avatar utente
bricke
Dito seduto
 
Messaggi: 1524
Iscritto il: lun ago 10, 2009 8:04 pm
Località: Mestre (VE)
Skype: ilbricke
 

Re: MAC PRO

Messaggioda domx » dom ago 19, 2012 10:44 am

bricke ha scritto:
domx ha scritto:
bricke ha scritto:
domx ha scritto:certo, quello che volevo dire io è che non si può riprogrammare una cpu programmata da mamma intel.


Sbagli.

Lo faccio di mestiere.

ah, mi spiegheresti meglio di che si tratta? Sono curioso.



Semplice, Intel, come altri produttori, non produce centinaia di CPU diverse, bensi ne crea molte meno e poi customizza il loro FW in modo da abilitare queste o quelle features.

Ci sono dei tool che ti permettono di ri-flashare il kernel di una cpu, ovviamente sono tool che prevedono HW e SW, nulla di disponibile ad aziende e privati, ma nel caso dei grandi dell'informatica, come apple, samsung, microsoft, questi tool possono essere forniti.

Nulla comunque vieta, come facciamo noi, ad Apple di chiedere ad Intel (o chi per essa) alcune cose custom solo per loro nei processori che Intel fornisce a Apple.

Noi lo facciamo per alcuni nostri prodotti e per alcuni prodotti dei nostri clienti, figuriamoci se Apple non ci riesce.

Ti faccio un esempio, usiamo ina CPU ARM Cortex A8 per un certo prodotto, ecco, avevamo dei problemi con lo scaling della cpu, che era dichiarato a 1,2GHz di punta massima, ma usandola a 1,2 per lungo tempo c'erano problemi di stabilità, abbiamo fatto modificare il FW per diminuire la frequenza massima (lo ha fatto il produttore del chip) mentre da parte nostra abbiamo modificato il kernel linux per renderlo più idoneo alla parte hw con le modifiche che abbiamo chiesto.
Quindi anche se il nostro chip é un Cortex-A8, il nostro software non funziona alla stessa maniera se lo installi in un hw che ha un normale cortex-A8, se lo si fà si verificano crash e surriscaldamenti vari...


Quindi, se prima con i PPC non si riusciva ad installare OsX su un pc, ora con Intel si, ma non é la stessa cosa, o almeno, potrebbe non esserlo...

quello che dici è davvero interessante e mi fa vedere le cose sotto tutt'altra prospettiva, se ne avrò l'occasione andrò a riproporre la discussione ai fanatici degli hackintosh che conosco...
grazie per il chiarimento ;)
Avatar utente
domx
Postofilo forsennato
 
Messaggi: 958
Iscritto il: ven lug 01, 2011 11:12 am
 

Re: MAC PRO

Messaggioda slash » dom ago 19, 2012 6:18 pm

bricke ha scritto:
domx ha scritto:
bricke ha scritto:
domx ha scritto:certo, quello che volevo dire io è che non si può riprogrammare una cpu programmata da mamma intel.


Sbagli.

Lo faccio di mestiere.

ah, mi spiegheresti meglio di che si tratta? Sono curioso.



Semplice, Intel, come altri produttori, non produce centinaia di CPU diverse, bensi ne crea molte meno e poi customizza il loro FW in modo da abilitare queste o quelle features.

Ci sono dei tool che ti permettono di ri-flashare il kernel di una cpu, ovviamente sono tool che prevedono HW e SW, nulla di disponibile ad aziende e privati, ma nel caso dei grandi dell'informatica, come apple, samsung, microsoft, questi tool possono essere forniti.

Nulla comunque vieta, come facciamo noi, ad Apple di chiedere ad Intel (o chi per essa) alcune cose custom solo per loro nei processori che Intel fornisce a Apple.

Noi lo facciamo per alcuni nostri prodotti e per alcuni prodotti dei nostri clienti, figuriamoci se Apple non ci riesce.

Ti faccio un esempio, usiamo ina CPU ARM Cortex A8 per un certo prodotto, ecco, avevamo dei problemi con lo scaling della cpu, che era dichiarato a 1,2GHz di punta massima, ma usandola a 1,2 per lungo tempo c'erano problemi di stabilità, abbiamo fatto modificare il FW per diminuire la frequenza massima (lo ha fatto il produttore del chip) mentre da parte nostra abbiamo modificato il kernel linux per renderlo più idoneo alla parte hw con le modifiche che abbiamo chiesto.
Quindi anche se il nostro chip é un Cortex-A8, il nostro software non funziona alla stessa maniera se lo installi in un hw che ha un normale cortex-A8, se lo si fà si verificano crash e surriscaldamenti vari...


ti risulta essere più semplice modificare le subroutine su cpu con architettura RISC , tipo ARM , che farlo su cpu che usano CISC, tipo le intel?
Slash
United Federation of Pentaxian - Deep Space Station K-7 ¥ K-5 ¥ KODAK Retina II ¥ Ricoh GXR

la macchina fotografica è una scatola piena di opportunità.
Avatar utente
slash
Postofilo forsennato
 
Messaggi: 874
Iscritto il: lun lug 13, 2009 11:00 am
Località: Torino
 

Re: MAC PRO

Messaggioda bricke » ven ago 24, 2012 11:25 pm

slash ha scritto:
bricke ha scritto:
domx ha scritto:
bricke ha scritto:
domx ha scritto:certo, quello che volevo dire io è che non si può riprogrammare una cpu programmata da mamma intel.


Sbagli.

Lo faccio di mestiere.

ah, mi spiegheresti meglio di che si tratta? Sono curioso.



Semplice, Intel, come altri produttori, non produce centinaia di CPU diverse, bensi ne crea molte meno e poi customizza il loro FW in modo da abilitare queste o quelle features.

Ci sono dei tool che ti permettono di ri-flashare il kernel di una cpu, ovviamente sono tool che prevedono HW e SW, nulla di disponibile ad aziende e privati, ma nel caso dei grandi dell'informatica, come apple, samsung, microsoft, questi tool possono essere forniti.

Nulla comunque vieta, come facciamo noi, ad Apple di chiedere ad Intel (o chi per essa) alcune cose custom solo per loro nei processori che Intel fornisce a Apple.

Noi lo facciamo per alcuni nostri prodotti e per alcuni prodotti dei nostri clienti, figuriamoci se Apple non ci riesce.

Ti faccio un esempio, usiamo ina CPU ARM Cortex A8 per un certo prodotto, ecco, avevamo dei problemi con lo scaling della cpu, che era dichiarato a 1,2GHz di punta massima, ma usandola a 1,2 per lungo tempo c'erano problemi di stabilità, abbiamo fatto modificare il FW per diminuire la frequenza massima (lo ha fatto il produttore del chip) mentre da parte nostra abbiamo modificato il kernel linux per renderlo più idoneo alla parte hw con le modifiche che abbiamo chiesto.
Quindi anche se il nostro chip é un Cortex-A8, il nostro software non funziona alla stessa maniera se lo installi in un hw che ha un normale cortex-A8, se lo si fà si verificano crash e surriscaldamenti vari...


ti risulta essere più semplice modificare le subroutine su cpu con architettura RISC , tipo ARM , che farlo su cpu che usano CISC, tipo le intel?


Come detto noi non modifichiamo direttamente il fw del chip, ma lo facciamo fare ai produttori con cui collaboriamo nella creazione del prodotto. Attualmente ci limitiamo a customizzare il kernel e i driver delle periferiche connesse, ma nulla sulla cpu, servono competenze e degli strumenti che non abbiamo e che non ci servono ad oggi.

Mai lavorato personalmente su cpu intel, solo arm, nvidia, broadcom, e piccoli chip integrati da pochi Mhz di provenienza ignota.



Ps.: mi sono accorto di aver usato impropriamente la parola kernel in riferimento alla cpu, mi riferivo invece al fw, ovvero al codice contenuto nella cpu che permette il funzionamento della stessa.
Avatar utente
bricke
Dito seduto
 
Messaggi: 1524
Iscritto il: lun ago 10, 2009 8:04 pm
Località: Mestre (VE)
Skype: ilbricke
 

Precedente

Torna a Mac OsX ®

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite