Darktable and/or photivo

Tutto ciò che riguarda il pinguino

Moderatori: maxofrome, Enrico, Mauro, old_kappa, Buster

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda Raul_Endymion » mar mar 06, 2012 12:07 am

Ho provato Darktable rapidamente qualche tempo fa e non mi aveva convinto... Ci riproverò ora che inizio a capirci qualcosina.
Invece, sto iniziando a usare regolarmente proprio Photivo (soprattutto grazie alle "miniguide" di Jenner :clap:) in accoppiata con Digikam: è vero, oltre alla mancanza di documentazione, trovo anche io che ci siano fin troppe cose ridondanti ed è dura capire come l'una possa influenzare anche le altre. Sto andando un po' a tentativi e cerco di non toccare quel che non conosco, però inizio a prenderci un po' la mano...
giuseppesavo ha scritto:il fatto che per cambiare i numeri nelle caselle di testo associate alle slides si debba clickare con il destro è a dir poco "inconsueto".

Allora si può fare! Lo scopro soltanto ora... :murro:
LX, K 28/3.5, K 55/1.8, K 135/2.5 e qualcos'altro...
K-r, P30, MEsuper
DA L 18-55
A 28/2.8, A 35-70/3.5-4.5, A 35-105/3.5, A 50/1.7, A 50/2, A 70-210/4, M 200/4
Avatar utente
Raul_Endymion
senior member
 
Messaggi: 374
Iscritto il: gio lug 07, 2011 9:46 pm
Località: Milano
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda giuseppesavo » mar mar 06, 2012 12:11 am

io l'ho messo nella "wish list" in una discussione su flickr e mi hanno risposto che già c'era, e si faceva in quel modo...
Cerca il gruppo "photivo".
K7 + samsung D-XENON 12-24 f4 + pentax 18-135 WR + sigma 70-300 DG APO
ProgramA - MX - K2 - SuperA + A 24 f2.8 + A 28 f2.8 + A 50 f1.7 + A 35-105 f3.5 + M 85 f2 + A 70-210 f4
spotmatic F + smc tak 28 f3.5 + smc tak 50 f1.4 + super tak 105 f2.8
Avatar utente
giuseppesavo
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 5419
Iscritto il: mer set 22, 2010 1:14 pm
Località: Roma
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda ntx » mar mar 06, 2012 10:07 am

giuseppesavo ha scritto:ni...
il fatto che per cambiare i numeri nelle caselle di testo associate alle slides si debba clickare con il destro è a dir poco "inconsueto". Ma questo è solo un esempio di quello che intendo per interfaccia "fuori standard".


Uso Linux come unico sistema dal 2004: l'inconsuetudine e' la normalita', la normale anarchia linuxiana. Fai mai l'"incolla" con il click sul tasto centrale del mouse?
Riguardo la modifica dei valori delle slides: li' il problema e' che hai due oggetti, il comportamento della slide segue la norma (il click sposta il posizionamento della slide in quella direzione... fa cosi' anche Windows tanto per capirci), l'anomalia e' avere un valore DENTRO la slide che puoi andare a modificare e se il click sposta rimane solo il click-destro. Nelle caselle di testo pure (come i coefficenti del WB ad esempio) si entra in modifica normalmente, con il click semplice.

giuseppesavo ha scritto:si, però, se un tizio mi tira fuori dal blog del suo programma questo:
http://www.darktable.org/2012/03/upcomi ... -blending/
io capisco che potenzialità può avere uno strumento. Qui parliamo di una roba che è a dir poco "professionale", e che viene documentata.


L'ennesima funzionalita' che dimostra come Darktable faccia a cazzotti con il mio flusso di lavoro. :D
Quelle operazioni io pretenderei di farle in GIMP perche':
1) E' l'ambiente dove lavoro a livelli;
2) Perche' ho i metodi di fusione;
3) Perche' ho le maschere di livello;

Per chi non usa o non vuole usare GIMP, sicuramente Darktable e' ottimo... (fino a che non avra' inglobato quella massa critica di funzionalita' che lo trasformano da semplice a incasinato)

giuseppesavo ha scritto:Photivo si vanta di avere il meglio delle tecnologie open attualmente esistenti (che poi sono talvolta il meglio esistente), ma non c'è uno straccio di niente a documentarle, se non qualche discussione su un gruppo di flickr.


Ho consultato il gruppo di flickr una sola volta e non ho trovato l'informazione che cercavo (io sono molto sfortunato: pare ch'io sia sempre il primo al mondo che ha un determinato problema... e tocca sempre risolvere per conto mio).
Personalmente considero il gruppo di supporto su Flickr uno dei peggiori difetti di Photivo: ci sono centinaia di siti che offrono una piattaforma gratuita per creare un forum e questi mi vorrebbero costringere a dare le mie informazioni a Yahoo! ...un po' pretenzioso.

giuseppesavo ha scritto:Hai 10 algoritmi differenti per la demosaicizzazione? BENE! che differenza c'è tra uno e l'altro? Devo andarmelo a cercare in giro...


Mi elenchi gli sviluppatori RAW (software) che riportano le differenze che ci sono fra uno e l'altro?
Comunque capisco cosa intendi. Io ho sempre dovuto documentarmi altrove e purtroppo non e' mai semplice come premere "F1".

giuseppesavo ha scritto:Darktable mi pare che possa evitarmi molto sbattimento con gimp. Ha una marea di effetti, e la possibilità di fonderli quasi come lavorando con i livelli...


Per come lavori ne sono convinto anche io (e questo non vuole essere un giudizio).

Io ho un archivio di oltre 25000 foto, con categorizzazioni multiple che tagliano trasversalmente la banca dati... e tutto deve poter funzionare su piu' partizioni in contemporanea inclusa tracciabilita' dei backup (sembra laborioso ma non lo e'... perche' c'e' un software che se ne occupa).

Comunque non vorrei che questa discussione si trasformasse in una gara a chi e' migliore. Attualmente non ci sono proprio gli estremi per porla in questi termini poiche' l'anello debole su Linux e' GIMP. La qualita' d'immagine prodotta da un qualsiasi sviluppatore RAW e' nettamente superiore rispetto a quella gestibile da GIMP... solo alla versione 3.0 di GIMP potremo davvero confrontare gli sviluppatori RAW, nel frattempo un mese fa doveva uscire la 2.8 ma ancora latita (versione, peraltro, che offre nulla dal punto di vista fotografico).

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14277
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda marco&silvia » mar mar 06, 2012 10:32 am

ntx ha scritto:
Io ho un archivio di oltre 25000 foto, con categorizzazioni multiple che tagliano trasversalmente la banca dati... e tutto deve poter funzionare su piu' partizioni in contemporanea inclusa tracciabilita' dei backup (sembra laborioso ma non lo e'... perche' c'e' un software che se ne occupa).



Ciao mi dici che software usi? Anch'io ho "troppe foto" ora sto provando shotwell...(gestisce anche i video)

Grazie
K-5, 15 limited, 35 limited, 70 limited, DA 60-250, SMC 55 1,8; (18-55 WR, 50-200), Epson sc-p 600
marco&silvia
senior member
 
Messaggi: 145
Iscritto il: gio mag 14, 2009 10:15 pm
Località: Conegliano
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda ntx » mar mar 06, 2012 11:27 am

marco&silvia ha scritto:Ciao mi dici che software usi? Anch'io ho "troppe foto" ora sto provando shotwell...(gestisce anche i video)

Grazie


Per moltissimo tempo (fino a quasi un anno fa) ho usato F-Spot. Da 8 mesi sono in fase di migrazione a Digikam... in realta' e' gia' finita la migrazione (da tempo) li sto tenendo entrambi perche':
a) non si pestano i piedi
b) mi basta importare le foto in archivio con F-Spot che Digikam si allinea automaticamente (operativamente quindi e' come averne uno)
c) una flebile speranza verso F-Spot ce l'ho ancora (ma scemera del tutto, il progetto e' clinicamente morto)

Uso, sostanzialmente, Digikam. Mi trovo bene? No, affatto! Digikam a livello di gestione dell'archivio fa vomitare ma l'interfaccia e' ben organizzata e veloce (F-Spot era complementare: ottima gestione dell'archivio ma interfaccia lenta e strutturata male).

Shotwell e' promettente, vedremo dove va a parare.

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14277
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda lordofthestrings » mar mar 06, 2012 1:05 pm

ntx ha scritto:Di Darktable, su Photivo, vorrei avere solo lo strumento per fare il bianco e nero. Per il resto, proprio perche' Darktable vuol fare troppe cose, non riesco ad integrarlo nel mio flusso di lavoro.

@giuseppesavo: Secondo me Photivo va digerito un pezzettino alla volta. Una cosa importante da imparare su Photivo e' che non ti serve tutto quel che c'e' su Photivo: comincia a selezionare gli strumenti che usi quasi sempre e mettili nella lista favoriti. Dopo qualche tempo l'interfaccia di Photivo coincidera' con quella dei favoriti e l'uso diventera' molto veloce. Attualmente la mia e' cosi':
photivolayout.png

E ti dico subito che qualche step presto saltera' via semplificando ulteriormente il flusso di lavoro.

In linea di massima anche Darktable segue un approccio simile: tanti moduli con cui comporre il proprio workflow tenendo presente che non ti servono tutti i moduli.

Il ragionamento alla base di entrambi e': quale strumento per fare la tal cosa ti va piu' a genio?
Se pensi, ad esempio, che ti servano tutti gli strumenti per la regolazione della dinamica per regolare la dinamica allora e' probabile che quando regoli la dinamica non sai cosa stai facendo. Uno o due strumenti al massimo, tre a voler strafare... ma tutti no, se li usi tutti non arrivi piu' ad un risultato prevedibile.
Idem per la regolazione tonale: non puoi usarli tutti, ne selezioni tre o quattro al massimo.
E ancora lo sharpening: uno o due massimo (magari uno per le scene ad alto contrasto e uno per le scene poco contrastate).
Sempre uguale il ragionamento per la riduzione del rumore: uno o due (tipo: uno per il rumore di luminanza e uno per il rumore di crominanza).
Poi lo strumento per fare il bianco e nero e hai finito.

Se capita, perche' a volta capita, che non riesci a risolvere una situazione allora, osservando a che punto sei del workflow, provi nuovi strumenti per vedere se trovi una soluzione. Esempio: hai regolato la dinamica ma non riesci a tirare fuori i colori come vorresti... resetti il modulo per la regolazione colori che usi di solito e poi provi altri strumenti per la regolazione colori: ovviamente se il problema e' cromatico e' inutile che ti metti a pistolare con i moduli di regolazione della dinamica o per la rimozione del rumore, non c'entrano nulla e ti fanno perdere tempo.

Ciao
Jenner


Ho lo stesso approccio e punto di vista su questo software, e forse poichè non ho pressochè nessuna esperienza con sw come lightroom o altri commerciali più usati sono riuscito a "capire" e a trovarmi bene da subito con questo programma, nonostante sia considerato dagli sviluppatori stessi poco intuitivo. lo trovo, non vorrei esagerare, veramente completo e potente, di sicuro sopra le mie capacità ed esigenze. Fatico invece con Darktable, ma sto provando ad usarlo perchè sono molto curioso.
lordofthestrings
senior member
 
Messaggi: 171
Iscritto il: mar ago 30, 2011 10:22 am
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda marco&silvia » mar mar 06, 2012 4:52 pm

Nel vostro flusso di lavoro, come stampate? Photivo e darktable non lo permettono, Gimp è 8 bit.....
K-5, 15 limited, 35 limited, 70 limited, DA 60-250, SMC 55 1,8; (18-55 WR, 50-200), Epson sc-p 600
marco&silvia
senior member
 
Messaggi: 145
Iscritto il: gio mag 14, 2009 10:15 pm
Località: Conegliano
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda summerbee » mar mar 06, 2012 8:30 pm

ottima domanda, sotto XP a parte la pessima carta riesco più o meno a gestire i colori, con Linux annaspo. Gimp non mi piace, poi sta cosa degli 8 bit è noiosa....
DON'T PANIC
(niente panico!)
la fotografia su Segnaweb

Il diavolo non è quello che ti fa bestemmiare nel dolore, è quello che ti fa distogliere lo sguardo. (cit.)
summerbee
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 6528
Iscritto il: ven ott 17, 2008 1:56 pm
Località: Brescia
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda marco&silvia » mar mar 06, 2012 8:52 pm

Con xp, non ho nessun problema i driver epson sono perfetti.
Con Linux uso turboprint, ma non riesco ad ottenre lo stesso risultato.
Qualcuno di voi riesce a stampare PERFETTAMENTE?
K-5, 15 limited, 35 limited, 70 limited, DA 60-250, SMC 55 1,8; (18-55 WR, 50-200), Epson sc-p 600
marco&silvia
senior member
 
Messaggi: 145
Iscritto il: gio mag 14, 2009 10:15 pm
Località: Conegliano
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda giuseppesavo » mar mar 06, 2012 10:26 pm

marco&silvia ha scritto:Con xp, non ho nessun problema i driver epson sono perfetti.
Con Linux uso turboprint, ma non riesco ad ottenre lo stesso risultato.
Qualcuno di voi riesce a stampare PERFETTAMENTE?


io avevo il problema dei driver epson, poi ho scaricato i driver avasys.
http://avasys.jp/eng/linux_driver/
ed i problemi sono spariti.

Prossima stampante: HP.
K7 + samsung D-XENON 12-24 f4 + pentax 18-135 WR + sigma 70-300 DG APO
ProgramA - MX - K2 - SuperA + A 24 f2.8 + A 28 f2.8 + A 50 f1.7 + A 35-105 f3.5 + M 85 f2 + A 70-210 f4
spotmatic F + smc tak 28 f3.5 + smc tak 50 f1.4 + super tak 105 f2.8
Avatar utente
giuseppesavo
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 5419
Iscritto il: mer set 22, 2010 1:14 pm
Località: Roma
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda giuseppesavo » mar mar 06, 2012 10:32 pm

marco&silvia ha scritto:Nel vostro flusso di lavoro, come stampate? Photivo e darktable non lo permettono, Gimp è 8 bit.....


http://blog.pcode.nl/2012/01/29/color-m ... -on-linux/

l'ho trovato interessante.

Perché stampi da gimp? O meglio, perché apri un'immagine con Gimp per stamparla?
K7 + samsung D-XENON 12-24 f4 + pentax 18-135 WR + sigma 70-300 DG APO
ProgramA - MX - K2 - SuperA + A 24 f2.8 + A 28 f2.8 + A 50 f1.7 + A 35-105 f3.5 + M 85 f2 + A 70-210 f4
spotmatic F + smc tak 28 f3.5 + smc tak 50 f1.4 + super tak 105 f2.8
Avatar utente
giuseppesavo
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 5419
Iscritto il: mer set 22, 2010 1:14 pm
Località: Roma
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda marco&silvia » mar mar 06, 2012 10:50 pm

giuseppesavo ha scritto:
marco&silvia ha scritto:Nel vostro flusso di lavoro, come stampate? Photivo e darktable non lo permettono, Gimp è 8 bit.....


http://blog.pcode.nl/2012/01/29/color-m ... -on-linux/

l'ho trovato interessante.

Perché stampi da gimp? O meglio, perché apri un'immagine con Gimp per stamparla?

La filiera colore è tutto ok! Monitor calibrato, profili carte professionali ok.....
Secondo te dovrei stampare dal file manager?
K-5, 15 limited, 35 limited, 70 limited, DA 60-250, SMC 55 1,8; (18-55 WR, 50-200), Epson sc-p 600
marco&silvia
senior member
 
Messaggi: 145
Iscritto il: gio mag 14, 2009 10:15 pm
Località: Conegliano
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda giuseppesavo » mar mar 06, 2012 11:36 pm

ntx ha scritto:Uso Linux come unico sistema dal 2004: l'inconsuetudine e' la normalita', la normale anarchia linuxiana. Fai mai l'"incolla" con il click sul tasto centrale del mouse?
Riguardo la modifica dei valori delle slides: li' il problema e' che hai due oggetti, il comportamento della slide segue la norma (il click sposta il posizionamento della slide in quella direzione... fa cosi' anche Windows tanto per capirci), l'anomalia e' avere un valore DENTRO la slide che puoi andare a modificare e se il click sposta rimane solo il click-destro. Nelle caselle di testo pure (come i coefficenti del WB ad esempio) si entra in modifica normalmente, con il click semplice.


si, si, non metto in dubbio la normale "anarchia" linuxiana... d'altronde anche su windows certi programmi in stile "apple" fanno un po' a cazzotti con la solita interfaccia. Però photivo è strano forte sotto questo aspetto... e pure il wiki "magrolino", il forum su flickr, il manuale in spagnolo...
Se non fosse un ottimo programma per convertire i RAW sarebbe già finito nel dimenticatoio, per quanto mi riguarda.

L'ennesima funzionalita' che dimostra come Darktable faccia a cazzotti con il mio flusso di lavoro. :D
Quelle operazioni io pretenderei di farle in GIMP perche':
1) E' l'ambiente dove lavoro a livelli;
2) Perche' ho i metodi di fusione;
3) Perche' ho le maschere di livello;
Per chi non usa o non vuole usare GIMP, sicuramente Darktable e' ottimo... (fino a che non avra' inglobato quella massa critica di funzionalita' che lo trasformano da semplice a incasinato)

i metodi di fusioni li hai anche con darktable, se ho capito cosa intendi. Però non ha i livelli... Per me poco male. Ultimamente Gimp mi ha relativamente deluso, e se riesco a fare più o meno lo stesso con strumenti più rapidi e meno pesanti, ben venga.
Ben venga anche Gimp 3, ma sembra la fabbrica di San Pietro...


giuseppesavo ha scritto:Hai 10 algoritmi differenti per la demosaicizzazione? BENE! che differenza c'è tra uno e l'altro? Devo andarmelo a cercare in giro...


Mi elenchi gli sviluppatori RAW (software) che riportano le differenze che ci sono fra uno e l'altro?
Comunque capisco cosa intendi. Io ho sempre dovuto documentarmi altrove e purtroppo non e' mai semplice come premere "F1".


Beh, intendiamoci: con google si trovano pagine e pagine di confronti tra differenti motori di demosaicizzazione, ma alla fine una soluzione con le snapshot "alla darktable" in photivo sarebbe eccezionale proprio per poter paragonare i differenti motori tra di loro sull'immagine che si intende processare, non sulle solite immagini più o meno "standard".


Per come lavori ne sono convinto anche io (e questo non vuole essere un giudizio).
Io ho un archivio di oltre 25000 foto, con categorizzazioni multiple che tagliano trasversalmente la banca dati... e tutto deve poter funzionare su piu' partizioni in contemporanea inclusa tracciabilita' dei backup (sembra laborioso ma non lo e'... perche' c'e' un software che se ne occupa).

mi ricordo che a suo tempo chiedesti anche qui sul forum. Alla fine come hai risolto? Io con digikam, i tag e la cronologia anno/mese/giorno alla fine riesco a non perdermi tra i 40-50 giga di foto che affollano il mio hard disk esterno. E per i backup ho dei bei DVD DL masterizzati con le stesse foto in almeno 2 DVD. La cosa ha funzionato con gli mp3 per una decina di anni, per cui ormai è un metodo "collaudato".

Comunque non vorrei che questa discussione si trasformasse in una gara a chi e' migliore. Attualmente non ci sono proprio gli estremi per porla in questi termini poiche' l'anello debole su Linux e' GIMP. La qualita' d'immagine prodotta da un qualsiasi sviluppatore RAW e' nettamente superiore rispetto a quella gestibile da GIMP... solo alla versione 3.0 di GIMP potremo davvero confrontare gli sviluppatori RAW, nel frattempo un mese fa doveva uscire la 2.8 ma ancora latita (versione, peraltro, che offre nulla dal punto di vista fotografico).


No, non l'ho mai vista come una gara.
E' che gente che usa solo linux per cose di grafica ce n'è poca. Lo stesso forum di Ubuntu-it è pieno di persone che usano linux, ma poi hanno photoshop anche per ruotare di 90 gradi le immagini, perché se non hai photoshop non sei nessuno... :negativo:
In giro si trova qualcosa, ma una pagina di un blog vecchia di un anno o due, è come spazzatura con i ritmi dell'informatica.
Per cui scambiare opinioni o confrontarsi sui 10-15 software essenziali per linux in campo grafico (e riuscirci in italiano, cosa non da poco) senza essere parte di questa o quella "guerra di religione" (tutti contro Mono, KDE contro gnome ecc.), diventa un momento "piacevole".
:cincin:
K7 + samsung D-XENON 12-24 f4 + pentax 18-135 WR + sigma 70-300 DG APO
ProgramA - MX - K2 - SuperA + A 24 f2.8 + A 28 f2.8 + A 50 f1.7 + A 35-105 f3.5 + M 85 f2 + A 70-210 f4
spotmatic F + smc tak 28 f3.5 + smc tak 50 f1.4 + super tak 105 f2.8
Avatar utente
giuseppesavo
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 5419
Iscritto il: mer set 22, 2010 1:14 pm
Località: Roma
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda giuseppesavo » mer mar 07, 2012 12:02 am

marco&silvia ha scritto:
giuseppesavo ha scritto:
marco&silvia ha scritto:Nel vostro flusso di lavoro, come stampate? Photivo e darktable non lo permettono, Gimp è 8 bit.....


http://blog.pcode.nl/2012/01/29/color-m ... -on-linux/

l'ho trovato interessante.

Perché stampi da gimp? O meglio, perché apri un'immagine con Gimp per stamparla?

La filiera colore è tutto ok! Monitor calibrato, profili carte professionali ok.....
Secondo te dovrei stampare dal file manager?


io uso photoprint

http://blackfiveimaging.co.uk/index.php ... PhotoPrint

ma generalmente salvo le immagini, passa un po' di tempo, faccio qualche stampa. E, con i costi degli inchiostri epson, la stampa casalinga sta diventando un lusso sempre meno sopportabile.

Però, anche usando EoG (il visualizzatore di immagini) o qualsiasi programma gnome per stampare, il risultato dovrebbe essere invariante, o almeno così ho capito. Quindi la domanda su Gimp era proprio legata al perché usare un programma "grosso e pesante" come gimp per fare un'operazione che è sostanzialmente delegata ai driver di stampa e all'ambiente grafico?
E' una domanda "vera", non una figura retorica. Credo che magari hai fatto considerazioni tue...
K7 + samsung D-XENON 12-24 f4 + pentax 18-135 WR + sigma 70-300 DG APO
ProgramA - MX - K2 - SuperA + A 24 f2.8 + A 28 f2.8 + A 50 f1.7 + A 35-105 f3.5 + M 85 f2 + A 70-210 f4
spotmatic F + smc tak 28 f3.5 + smc tak 50 f1.4 + super tak 105 f2.8
Avatar utente
giuseppesavo
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 5419
Iscritto il: mer set 22, 2010 1:14 pm
Località: Roma
 

Re: Darktable and/or photivo

Messaggioda ntx » gio mar 08, 2012 11:57 am

marco&silvia ha scritto:Nel vostro flusso di lavoro, come stampate? Photivo e darktable non lo permettono, Gimp è 8 bit.....


Io non stampo... per due motivi:
1) Ho una laser a colori Epson e Linux non la supporta;
2) Anche fosse supportata non stamperei comunque perche' e' una laser (qualita' immagine bassa) e perche' e' antieconomico;

Quindi mi limito al soft-proof coi profili di stampa del laboratorio e poi invio tutto al sito dello stampatore.

Non nascondo che mi piacerebbe stampare in casa, ma deve convenirmi economicamente, i risultati devono essere prevedibili e la stampa deve essere duratura.

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14277
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

PrecedenteProssimo

Torna a Linux ®

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite