Guida Risolto conversione da RAW PEF in JPG Linux Ubuntu

Tutto ciò che riguarda il pinguino

Moderatori: maxofrome, Enrico, Mauro, old_kappa, Buster

Re: PEF-JPG digiKam DCRaw UFRaw Darktable rawstudio Converte

Messaggioda ntx » lun lug 11, 2011 10:48 am

Accumulo un po' di risposte in un unico messaggio.

neopentax ha scritto:Evidentemente c'è qualcosa mi sfugge, ma il file raw non comunica la temperatura colore al software di turno, indipendentemente esso di chi sia?
Ma il punto di bianco e nero, come mai viene trovato da un software piuttosto che da un altro?


Il file RAW non comunica nulla, ha solo incorportati i dati EXIF ed e' a discrezione del software di sviluppo se appoggiarsi a quei valori e quanti usarne per ottenere l'immagine di partenza.
Fra i dati EXIF ci sono un sacco di informazioni riguardo al colore, al bianco, alla gestione del contrasto... parecchie di queste informazioni sono tag EXIF proprietari Pentax che raramente vengono presi in considerazione dal software di sviluppo.

neopentax ha scritto:La demosaicizzazione di cui scrivi sembra quasi una compressione differenziata delle aree del file, tipo un jp2 http://it.wikipedia.org/wiki/JPEG_2000 ?
Ma se è un jpg non dovrebbe avere questo trattamento no? :roll:


Su Wikipedia cerca anche "demosaicizzazione"... ;)

neopentax ha scritto:A proposito http://photivo.org/photivo/download_and_setup/linux io non ho capito dopo la prima parte delle dipendenze da installare, mischiano le istruzioni con diverse distribuzioni che è un dispiacere, pare una macedonia, già sono poco esperto di mio.

Ti ringrazio per la pazienza, non volevo essere sgarbato, vorrei solo capire un po' di più. :confuso:


Mah, a dire il vero proprio sulla pagina che citi le spiegazioni sono molto chiare.
In cima alla pagina ti dice subito dove puoi trovare il repository per Ubuntu (il PPA), segui i link e basta.
In seguito, sezione "Compiling Photivo", ti dice che su Ubuntu devi usare il seguente comando per installare le dipendenze pacchettizzate:

Codice: Seleziona tutto
sudo apt-get install gcc g++ ccache qt4-qmake mercurial libqt4-dev libjpeg62-dev libexiv2-dev liblensfun-dev libfftw3-dev libpng12-dev libtiff4-dev libgimp2.0-dev


Poi devi installare LCMS2 (perche' quello su Ubuntu e' troppo vecchio), GraphicsMagick 16 bit (perche' quello su Ubuntu non e' pacchettizzato con le funzionalita' richieste) e Liquid Rescale.

Installate le dipendenze ti descrive tutti i passaggi che devi fare per scaricare i sorgenti e compilarli.

Ci sono solo due annotazioni per Fedora in tutta la procedura, procedura che praticamente e' scritta per essere usata su Ubuntu... dove vedi tutta sta "macedonia"?

Pazienza ne ha, figurati. L'importante e' capire a cosa servono gli strumenti che ti mette in mano la fotocamera... ad esempio scattare in JPEG non e' come scattare in RAW, e se vuoi sviluppare batch - di fatto - hai sbagliato a scattare in RAW (al massimo dovevi scattare in RAW+JPEG).


ivan.t ha scritto:Però a me non è chiaro. Se in altri post recenti si è detto che il sw pentax e anche siphix sono in grado di ottenere, di base, risultati praticamente identici a quelli ottenuti in macchina, vuole pur dire che è possibile via sw definire uno standard... o no?
Magari i sw sopra menzionati ce l'hanno nativo, ma per altri dovrebbe essere possibile ricavarbe uno.


Questo e' ovvio. Com'e' ovvio che Pentax ha fornito a Silkypix le specifiche per trattare i suoi RAW in cambio di una versione personalizzata da mettere in bundle con la fotocamera.
Pentax ci guadagna perche' non ha dovuto sviluppare un software per lo sviluppo RAW.
Ichikawa Soft Laboratory (quelli che fanno Silkypix) ci guadagna perche' hanno l'esclusiva sul perfetto sviluppo dei RAW Pentax.

ivan.t ha scritto:Io ho cercato di guardare dentro la macchina, senza obiettivo montato, attraverso lo specchio; ho anche un po' agitato la mia k7 e sono piuttosto sicuro che all'interno non c'è nascosto alcun omino giapponese che, a seconda del mio scatto, applica le corrette impostazioni :asd:
Scherzi a parte... non ho le competenze per giudicare quanto hai detto, ma ammettendo che sia vero (e non ho motivo di dubitarne), rimane anche vero che questo lavoro viene svolto dal firmware della macchina, che altro non è che un pezzo di software. Quindi la stessa cosa potrebbe essere tranquillamente svolta anche da un sw su PC... poi (tornando a quanto detto sopra) alcuni sw potrebbero funzionare meglio di altri, ma impostazione di base non vuole necessariamente dire un'impostazione fissa rigida e inadattabile. Si intende dire impostazioni che, in caso di sw generici utilizzabili da varie marche di reflex, riescano ad identificare le correzioni migliori per ottenere risultati simili a quelli del firmware.


La soluzione e' fare il reverse-engineering dei firmware Pentax. Pero' c'e' un problema: se lo fai e' vero che ottieni il modo corretto per elaborare i RAW Pentax, al contempo pero' violi un brevetto o un segreto industriale e puoi essere denunciato.
E' come la storia dei formati MS Office non pienamente supportati da OpenOffice.org/LibreOffice: saranno sempre non pienamente supportati poiche', nel momento in cui lo fossero, di fatto violerebbero il brevetto.

Usando il RAW ci troviamo quindi delle belle armi spuntate. E non e' che gli altri se la passano meglio.


ivan.t ha scritto:caro jenner, ho letto e apprezzato tanti tuoi post precedenti, però questa volta non mi trovo proprio daccordo. :nono:
Continui ad attribuire un senso (o un non-senso) solo sulla base di quello che è il tuo modo di lavorare; ma per altri potrebbe non essere lo stesso IMHO.


Innanzitutto grazie per il "caro". :D
Io non ti sto dicendo come lavorare, sto dicendo che non esiste un pacchetto di impostazioni utilizzabili su tutti i RAW per effettuarne lo sviluppo, ovvero dico che non esiste un insieme di impostazioni standard e che ogni RAW fa storia (e impostazioni) a se.

Vedila dal punto di vista operativo: vai a fotografare e scatti tutto in RAw, ok, poi torni a casa e vuoi sviluppare tutto in batch perche' - e lo capisco benissimo - sviluppare ogni singolo scatto e' una rottura di balle spropositata... sicche' sviluppi in batch, con impostazioni alla meno peggio, ritrovandoti con TIFF o JPEG che sono qualitativamente sia inferiori allo sviluppo in macchina, sia allo sviluppo ad hoc del singolo file RAW. E allora la mia domanda e': perche' scattare in RAW visto che qualitativamente non ci guadagni?

Per il resto il mio modo di lavorare e' EVITARE IL RAW.

ivan.t ha scritto:Premesso che, siccome sto cercando di imparare e purtroppo non faccio migliaia di scatti, al momento perdo qualche minuto su ognuna delle foto che non scarto.
Detto questo però, non mi sento stupido ed inutile a voler adottare un mio workflow che, come già detto in precedenza, prevede discattare sempre in raw. A quel punto, se sono scatti senza troppa importanza mi andrebbe bene processarli in modalità batch, così come farebbe il fw della macchina (ammesso di trovare il sw adatto e funzionale - ed è su questo che possiamo discutere).
Fermo restando che, dopo avere eseguito il batch, posso sempre ritoccare qualcosa se vedo che è stato cannato... ma presuno che in tal caso sarebbe stato uguale il jpeg uscito dalla macchina.

Per quelli invece a cui tengo o che necessitano di qualche recupero in più, posso invece dedicare più tempo ed un'elaborazione più puntuale.


Se tu vuoi scattare sempre in RAW non sei ne stupido ne inutile.
La cosa che magari posso chiederti e' se sai definire i pro e i contro della tua scelta (sempre se e' una scelta, a volte e' solo paura).

Ad esempio, io - se ho inteso bene, nel tuo modo di lavorare ci vedo un errore: scattando sempre in RAW ci saranno, come dici, scatti di poche pretese e scatti molto buoni. Sviluppando in batch quelli di poche pretese ottieni dei JPEG di qualita' inferiore rispetto a quelli che avresti ottenuto in macchina: perche' mortificare cosi' questi scatti? E pazienza che non sono un granche' di partenza ma infierire anche con software di sviluppo male impostato mi sembra esagerato.
Secondo me, quindi, dovresti scattare tutto in RAW+JPEG cosi' di tutti gli scatti (belli e brutti) hai sempre disponibile uno sviluppo dignitoso. Ti risparmi gli sviluppi batch e ti puoi concentrare solo sugli scatti che vogliono uno sviluppo ad hoc.

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14277
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Risolto RAW-JPG in massa ubuntu 10.04 10.10 11.04 darkta

Messaggioda Liviux » lun lug 11, 2011 11:23 am

neopentax ha scritto:È vero, però la maggiorparte delle foto normali (senza eccessivi squilibri di luminosità) potrebbe usarli tranquillamente i parametri di default, digiKam ha la modalità di fare elaborazioni in massa analizzando ogni singolo scatto secondo i parametri di esposizione automatica ed altri parametri, non so se ci sono altri programmi che hanno un così bel parco di funzioni da selezionare, su quest'aspetto non ne ho provato alcun altro.

A dire il vero, anche se da anni Digikam è il mio strumento principale per l'elaborazione e archiviazione delle foto, trovo che per lo sviluppo dei RAW sia ancora abbastanza limitante. La funzione di sviluppo in batch l'ho usata qualche volta su set di scatti (p.es. notturne) aventi tutti la stessa temperatura del bianco e più o meno gli stessi livelli di esposizione. Anche così, pur sfruttando gli automatismi disponibili per luminosità, WB e contrasto, c'è sempre qualche foto che, apparentemente "in linea" con le altre a occhio nudo, viene fuori abbastanza sballata da dover intervenire manualmente.
Personalmente, scatto in RAW solo quando le condizioni di luce fanno prevedere che sarà necessario un intervento sulle curve per aumentare o diminuire il contrasto: controluce, sole nel bosco, nebbia, soggetti bianchi su sfondo scuro, lampioni accesi, eccetera. Sempre in RAW+JPEG, così ho un riferimento per l'elaborazione. Se riesco a ottenere qualcosa migliore della JPEG bene, altrimenti butto il RAW e mi tengo ciò che è uscito dalla macchina.
Avatar utente
Liviux
Azionista del forum
 
Messaggi: 3761
Iscritto il: ven feb 27, 2009 10:46 am
Località: Papuasia sud-orientale
 

Re: PEF-JPG digiKam DCRaw UFRaw Darktable rawstudio Converte

Messaggioda ivan.t » lun lug 11, 2011 1:58 pm

jenner ha scritto:Innanzitutto grazie per il "caro". :D

Mi sono permesso solo perchè siamo entrambi romagnoli :wink:

jenner ha scritto:Se tu vuoi scattare sempre in RAW non sei ne stupido ne inutile.
La cosa che magari posso chiederti e' se sai definire i pro e i contro della tua scelta (sempre se e' una scelta, a volte e' solo paura).

Diciamo che è una scelta, basata sulle mie attuali convinzioni, a loro volta basate su una ricerca e un'autoformazione in continua evoluzione, e quindi per questo non immutabile :smilepace:

Se dovessi riepilogare i pro:
- è il formato che contiene il maggior numero di informazioni (e il costo delle memorie ormai non costituisce un grosso problema IMHO)
- alla bisogna posso ottenere lo stesso jpeg sviluppato della macchina (almeno con il sw pentax, se ho ben capito, siamo daccordo che questo è possibile ?!?)
- mi permette di non preoccuparmi del bilanciamento del bianco in macchina
- mi permette di recuperare qualche scatto con esposizione non proprio azzeccata (...)
- mi permette di ottenere un file tiff che a differenza del jpeg non è a perdita di informazioni e può arrivare ai 16bit, contro gli 8 del jpeg (considerando i 12 del sensore)
- mi permette di poter pensare che, magari in un prossimo futuro, il livello dei sw di sviluppo possa migliorare, ottenenendo quindi un risultato migliore di quello che sa fare il fw della macchina.
- è l'unico formato che mi consente di intervenire, per quelle poche occasioni in cui voglio ottenere qualcosa di molto personale, in maniera analoga a quello che si faceva una volta in camera oscura. E' vero che il jpeg lo posso lavorare con gimp, ma parto già da un formato un po' tarpato. Diverso già sarebbe se la macchina salvasse in tiff-16.

Ripeto: sono mie considerazioni, che non voglio vendere a nessuno, ma per il momento, sulla base delle mie attuali conoscenze, sono quelle che mi soddisfano :)

Per inciso: probabilmente, visto le mie attuali capacità fotografiche, tutto sto' ambaradan di roba, compresi la mia reflex e i miei pochi vetri, sono ultra-sprecati, quindi sono il primo a pensare che "forse" si tratta più di pippe mentali che altro, e forse dovrei preoccuparmi molto di più degli scatti :asd:

Secondo me, quindi, dovresti scattare tutto in RAW+JPEG cosi' di tutti gli scatti (belli e brutti) hai sempre disponibile uno sviluppo dignitoso. Ti risparmi gli sviluppi batch e ti puoi concentrare solo sugli scatti che vogliono uno sviluppo ad hoc.


Dopo averti letto ho appena impostato la mia k7 in raw+ (cosa che avevo comunque già in mente di provare) :-):
A questo punto, dopo la prossima uscita, voglio verificare se per il mio attuale livello noto le differenze e/o riesco ad ottenere 2 risultati comparabili in poco sforzo!
ivan.t
junior member
 
Messaggi: 97
Iscritto il: sab apr 23, 2011 10:19 pm
Località: Rimini
 

Re: PEF-JPG digiKam DCRaw UFRaw Darktable rawstudio Converte

Messaggioda neopentax » lun lug 11, 2011 8:07 pm

ntx ha scritto:Accumulo un po' di risposte in un unico messaggio.
.... La soluzione e' fare il reverse-engineering dei firmware Pentax. Pero' c'e' un problema: se lo fai e' vero che ottieni il modo corretto per elaborare i RAW Pentax, al contempo pero' violi un brevetto o un segreto industriale e puoi essere denunciato.
E' come la storia dei formati MS Office non pienamente supportati da OpenOffice.org/LibreOffice: saranno sempre non pienamente supportati poiche', nel momento in cui lo fossero, di fatto violerebbero il brevetto......

Grazie, ho capito, la solita storia del copyright, intanto non so se grazie al nuovo firmware 1.31 e/o taratura della K10d per f/b focusing adesso faccio foto molto più nitide di prima anche con poca luce e con uno zoom dal mtf scarso, mi sembra di avere una nuova macchina fotografica con nuovi obiettivi.

Per photivo farò prove più avanti
neopentax
senior member
 
Messaggi: 328
Iscritto il: mar mar 30, 2010 2:18 pm
 

Re: PEF-JPG digiKam DCRaw UFRaw Darktable rawstudio Converte

Messaggioda neopentax » mar lug 12, 2011 5:50 pm

Ho provato anche con UFraw con il comando in linea il risultato è diverso da quello con la gui.

1 comando dove s'incollano gli indirizzi dei vostri file
Codice: Seleziona tutto
for foto in *.PEF

2 invio
3 incollare la seguente parte
Codice: Seleziona tutto
do
  ufraw-batch --conf=Impostazioni --out-type=jpg $foto
done

La conversione in jpg non è poi tanto diversa da darktable, niente male, certo che nei PEF certe finezze di profili colore e luminosità nella conversione in jpg con il software originale si perdono.
neopentax
senior member
 
Messaggi: 328
Iscritto il: mar mar 30, 2010 2:18 pm
 

Re: PEF-JPG digiKam DCRaw UFRaw Darktable rawstudio Converte

Messaggioda neopentax » ven lug 22, 2011 10:35 pm

ntx ha scritto:Accumulo un po' di risposte in un unico messaggio.



Mah, a dire il vero proprio sulla pagina che citi le spiegazioni sono molto chiare.
In cima alla pagina ti dice subito dove puoi trovare il repository per Ubuntu (il PPA), segui i link e basta.
In seguito, sezione "Compiling Photivo", ti dice che su Ubuntu devi usare il seguente comando per installare le dipendenze pacchettizzate:

Codice: Seleziona tutto
sudo apt-get install gcc g++ ccache qt4-qmake mercurial libqt4-dev libjpeg62-dev libexiv2-dev liblensfun-dev libfftw3-dev libpng12-dev libtiff4-dev libgimp2.0-dev


Poi devi installare LCMS2 (perche' quello su Ubuntu e' troppo vecchio), GraphicsMagick 16 bit (perche' quello su Ubuntu non e' pacchettizzato con le funzionalita' richieste) e Liquid Rescale.

Installate le dipendenze ti descrive tutti i passaggi che devi fare per scaricare i sorgenti e compilarli.

Ci sono solo due annotazioni per Fedora

Ti ringrazio tanto ma...
- il pc ha elaborato tutte dipendenze e le sorgenti (qui doppio comando, compilazione ed automaticamente proponeva update)
- da Fedora inclusa non sono andato avanti,
- ho provato a chiamare photivo con il terminale ma il comando è sconosciuto.
- ho provato a cercarlo nel menù applicazioni/grafica ma non l'ho visto

Quasi quasi ci rinuncio se non ho altre dritte, lo so sono un po' duretto a capire
neopentax
senior member
 
Messaggi: 328
Iscritto il: mar mar 30, 2010 2:18 pm
 

Re: PEF-JPG digiKam DCRaw UFRaw Darktable rawstudio Converte

Messaggioda randomaze » sab lug 23, 2011 7:42 pm

Premetto che sono di quelli che il RAW lo cercano solo alla bisogna (d'altronde c'è un apposito tastino che permette il passaggio in una frazione di secondo), in una comparativa del genere aggingerei anche dcraw con l'opzione "-e" che si limita ad estrarre la thumbnail dal PEF (che, sulla mia K200D, corrisponde a un jpeg full-size salvato con la massima compressione).
PENTAX K200D | DA18-55 f/3.5-5.6 | DA50-200 f/4-5.6 | Da 21 f/3.2 | FA 50 f/1.4 | DFA 100 f/2.8 | Sigma 400 IF f/5.6
flickr | 23hq
Avatar utente
randomaze
senior member
 
Messaggi: 436
Iscritto il: sab feb 28, 2009 2:58 pm
 

Re: PEF-JPG digiKam DCRaw UFRaw Darktable rawstudio Converte

Messaggioda leonarst » sab lug 23, 2011 7:51 pm

neopentax ha scritto:Ho provato anche con UFraw con il comando in linea il risultato è diverso da quello con la gui.

1 comando dove s'incollano gli indirizzi dei vostri file
Codice: Seleziona tutto
for foto in *.PEF

2 invio
3 incollare la seguente parte
Codice: Seleziona tutto
do
  ufraw-batch --conf=Impostazioni --out-type=jpg $foto
done



Non serve fare il ciclo "do". E' sufficiente
Codice: Seleziona tutto
ufraw-batch --conf=Impostazioni --out-type=jpg *.PEF


:wink:
Avatar utente
leonarst
senior member
 
Messaggi: 378
Iscritto il: mer ott 29, 2008 3:56 pm
Località: Montecchio Emilia (RE)
 

Re: PEF-JPG digiKam DCRaw UFRaw Darktable rawstudio Converte

Messaggioda ntx » dom lug 24, 2011 6:32 pm

neopentax ha scritto:Ti ringrazio tanto ma...
- il pc ha elaborato tutte dipendenze e le sorgenti (qui doppio comando, compilazione ed automaticamente proponeva update)
- da Fedora inclusa non sono andato avanti,
- ho provato a chiamare photivo con il terminale ma il comando è sconosciuto.
- ho provato a cercarlo nel menù applicazioni/grafica ma non l'ho visto

Quasi quasi ci rinuncio se non ho altre dritte, lo so sono un po' duretto a capire


Le compilazioni sono andate a buon fine o hanno restituito un messaggio di errore?
Hai fatto il make install? Se si quando l'hai fatto eri root?

La compilazione di un software, se va a buon fine, restituisce un software funzionante. In caso contrario la compilazione non va a buon fine e non ottieni alcun software.
Se fai il make install il sistema vedra' il software che hai compilato al pari degli altri software. Se non fai il make install potrai eseguire il software solo dalla directory dove e' presente fisicamente l'eseguibile e con il comando ./<nomeeseguibile>

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 14277
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: PEF-JPG digiKam DCRaw UFRaw Darktable rawstudio Converte

Messaggioda neopentax » dom lug 24, 2011 10:14 pm

leonarst ha scritto:........ Non serve fare il ciclo "do". E' sufficiente
Codice: Seleziona tutto
ufraw-batch --conf=Impostazioni --out-type=jpg *.PEF
:wink:

Un comando al posto di due?
Interessante....
neopentax
senior member
 
Messaggi: 328
Iscritto il: mar mar 30, 2010 2:18 pm
 

Linux convertire raw Pentax PEF in JPG K10D K20D ecc

Messaggioda neopentax » mar set 13, 2011 8:46 am

Risolto convertire raw Pentax PEF in JPG con Linux

Alla fine con Linux
Per convertire i raw PEF Pentax dei modelli *ist D / DS / DL / DS2 / DL2 / K100D / K10D / K100D Super / K20D / K200D / K-m meglio usare software Pentax (visto che il formato è chiuso e non pienamente supportato dai pacchetti liberi):

Provato con ubuntu 10.04 64bit
- Installare wine da aggiungi rimuovi http://forum.ubuntu-it.org/index.php/to ... 056.0.html
Oppure se c'è già wine: wine/disinstalla software di wine/ e disinstalli pentax, infine cancellare la cartella PENTAX dalla home.
- Scaricare download PBLV0361.EXE che include anche PPL 3.61 da http://www.pentax.jp/english/support/do ... gital.html
- Applicazioni/wine/disinstalla software di wine/installa

Lo so che può sembrare assurdo ma con [disinstalla software di wine], NON disinstalli wine, ma altri software gestiti da wine, inoltre li puoi anche installare sempre da lì, questa voce in italiano è pura barbarie...
neopentax
senior member
 
Messaggi: 328
Iscritto il: mar mar 30, 2010 2:18 pm
 

Precedente

Torna a Linux ®

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite