Passaggio al RAW

Tematiche legate a tecniche e post produzione digitale, strumenti, proiettori, computer, stampa digitale, archiviazione.

Moderatori: Enrico, maxofrome, Mauro, Buster, old_kappa

Passaggio al RAW

Messaggioda l_pisani_54 » ven set 07, 2018 9:11 am

Finora ho scattato solo in JPG, perché essenzialmente faccio foto durante le vacanze, e siccome in genere torno con 6-700 scatti, dopo aver tolto quelli usciti male e quelli che ho scattato non convinto e che a rivederli mi confermano la prima impressione (una volta si sarebbe detto pellicola sprecata), faccio una scrematura scegliendo tra due o tre scatti simili, il migliore.
Poi, a quelli rimasti, do una sistemata con Gimp: un'aggiustata all'inquadratura, se necessaria, qualche correzione di luminosità contrasto e WB e, se si nota, l'eliminazione di qualche punto di polvere.
L'uso di queste immagini è la visione sul TV (32" full hd), quindi non vado cercando la massima qualità, diciamo che mi accontento.
Insomma sono consapevole che l'elaborazione del JPG non parte dal 100% della qualità ottenibile e le modifiche comportano anche un certo degrado.
Aggiungo che ho una certa esperienza pregressa in camera oscura, colore incluso, e quindi riesco a valutare le dominanti e non procedo a casaccio.
Ora si sta prospettando l'acquisto di un corpo Sony Alpha 7, da usare, totalmente in manuale, con le ottiche Topcon in mio possesso, per fare (pochi) scatti curati e ragionati, da eseguire assolutamente in RAW.
In casa opero esclusivamente in ambiente Linux e con Gimp.
Conosco bene quel software e non ho intenzione di cambiarlo, per non dover ricominciare da capo.
Gimp non ha un modulo interno per il RAW, ma si appoggia ad altri software.
In passato era collegabile con Ufraw, ma ora con la versione 2.10, ho visto che utilizza RawTherapee e Darktable.
Qualche consiglio?
In particolare, quali operazioni conviene eseguire in RAW, e quali invece lasciare al JPG finale?
Leonardo: Topcon RE 2 e Super DM, 20 mm f4 Zeiss Flektogon, Re Auto Topcor 28 mm f2,8, 58 mm f1,8, 135 mm f3.5, Seimar 500 mm f8 Mamiya 220 Prof., Metz 45 CT1 Metz 50 AF-1 Pentax K10d e K50, Tamron 10-24 f3,5-4,5, DAL 18-55, DA16-45 f4, Sigma 55-200 f4,5-5,6
l_pisani_54
senior member
 
Messaggi: 420
Iscritto il: dom mag 18, 2008 11:18 am
Località: Roma
 

Re: Passaggio al RAW

Messaggioda ntx » ven set 07, 2018 11:24 am

l_pisani_54 ha scritto:In passato era collegabile con Ufraw, ma ora con la versione 2.10, ho visto che utilizza RawTherapee e Darktable.


Dovrebbe funzionare anche con GIMP 2.10. Non l'ho verificato ma sono sicuro di aver installato entrambi alle versioni più recenti ed erano correttamente configurate.
Controlla magari anche la possibilità di installare gimp-dcraw... per certi versi, con la 2.10, non è una cattiva idea.

l_pisani_54 ha scritto:Qualche consiglio?


In linea di massima hai due strade possibili: sviluppare con un software di sviluppo o importare il RAW in un image editor.
La prima opzione è quella dove ti vai a dotare di uno sviluppatore esterno (Darktable, RawTherapee, ecc.). In questo caso lo sviluppo e le regolazioni le fai tutte dentro lo sviluppatore... dentro GIMP, sempre se hai necessità di utilizzarlo, fai solo operazioni molto avanzate o eventuali conversioni di profilo (io le conversioni di profilo colore le faccio in GIMP perchè mi fido molto di più e ho maggior controllo).
La seconda opzione è quella dove importi il RAW all'interno dell'editor - cosa che avviene tramite un software terzo (dcraw o ufraw... ovvero sempre dcraw alla fine) - toccando i dati dell'immagine il meno possibile e importandoli con la massima precisione disponibile (16 bit interi per canale...)... in pratica l'importatore ti fa la demosaicizzazione ed eventualmente l'applicazione del WB. Una volta importato, lavori il file su GIMP.

Ti sconsiglio di mescolare i due approcci (un po' di elaborazione da una parte, un po' di elaborazione dall'altra) perchè rovini parecchio i dati.

l_pisani_54 ha scritto:In particolare, quali operazioni conviene eseguire in RAW, e quali invece lasciare al JPG finale?


Bah... si fanno sempre le stesse cose sia con il RAW che con il JPEG... hai giusto un po' più di margine nelle regolazioni (ma se hai scattato bene sostanzialmente fai proprio pari pari le stesse cose).

Ma poi li guarderai sempre sulla tv? Perchè in quel caso non è che il RAW ti darà granchè...

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 13764
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Passaggio al RAW

Messaggioda l_pisani_54 » ven set 07, 2018 1:34 pm

Ora sono in ufficio ed ho solo windows.
Provando a casa, con Gimp 2.8, una volta installato Ufraw, apriva regolarmente i file DNG da Gimp, facendo partire Ufraw.
Una volta aggiornato alla 2.10, se faccio la stessa cosa, mi dice che manca il RAW loader, specificando chiaramente che sono supportati Darktable (1.7 o superiori) e RawTherapee (5.2 o superiori), quindi suppongo che con l'aggiornamento abbiano abbandonato Ufraw in favore di questi altri due software.
Leonardo: Topcon RE 2 e Super DM, 20 mm f4 Zeiss Flektogon, Re Auto Topcor 28 mm f2,8, 58 mm f1,8, 135 mm f3.5, Seimar 500 mm f8 Mamiya 220 Prof., Metz 45 CT1 Metz 50 AF-1 Pentax K10d e K50, Tamron 10-24 f3,5-4,5, DAL 18-55, DA16-45 f4, Sigma 55-200 f4,5-5,6
l_pisani_54
senior member
 
Messaggi: 420
Iscritto il: dom mag 18, 2008 11:18 am
Località: Roma
 

Re: Passaggio al RAW

Messaggioda ggc » sab set 22, 2018 4:08 pm

Magari con nufraw? https://sourceforge.net/projects/nufraw/

Personalmente faccio il più possibile dentro Raw Therapee e lascio a Gimp eventuali clonazioni di elementi, tipo macchie sensore, ed eventualmente correzioni selettive di colore (es. scaldare la temperatura colore delle aree in ombre)

Attenzione che la Alpha 7 ha un raw compresso e male (non lossless, e facendo alcune operazioni diventa un pastrocchio, es. una curva sul cielo lo rende a volte a scalini)
ggc
Postofilo forsennato
 
Messaggi: 746
Iscritto il: lun ago 02, 2010 9:33 pm
 


Torna a Camera chiara

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite