Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Mondo off-topic.

Moderatori: maxofrome, Enrico, Mauro, old_kappa, Buster

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda reise reise » mer gen 04, 2017 1:20 am

francozeta ha scritto:
reise reise ha scritto:Come no :asd:
Ho visto settimana scorsa Saviano su Real Time che raccontava un fatto successo negli USA l'anno scorso.
Su facebook si era sparsa la voce che una pizzeria in uno stato nordamericano era diventato un covo di pedofili e satanisti.Padre di due figli prende l'auto e l'arma,si fa 500 km, e va a sparare all'impazzata nella pizzeria.Alla fine tutto il tam tam che si era creato su facebook era falso e la pizzeria non ha mai avuto una clientela del genere.

e il problema sarebbe fb?


Assolutamente no.Infatti i miei interventi se hai fatto caso assolvono il gestore di un sito in questi casi.
Showtime,Storytime

Non ho mai visto un uomo comprare una padella e sentirsi subito uno chef.Ho però vista molta gente comprare una reflex e sentirsi subito fotografi.
Avatar utente
reise reise
Ministro degli esteri
 
Messaggi: 8039
Iscritto il: lun feb 22, 2010 2:27 pm
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda Mauro » mer gen 04, 2017 10:01 am

reise reise ha scritto:
francozeta ha scritto:
reise reise ha scritto:Come no :asd:
Ho visto settimana scorsa Saviano su Real Time che raccontava un fatto successo negli USA l'anno scorso.
Su facebook si era sparsa la voce che una pizzeria in uno stato nordamericano era diventato un covo di pedofili e satanisti.Padre di due figli prende l'auto e l'arma,si fa 500 km, e va a sparare all'impazzata nella pizzeria.Alla fine tutto il tam tam che si era creato su facebook era falso e la pizzeria non ha mai avuto una clientela del genere.

e il problema sarebbe fb?


Assolutamente no.Infatti i miei interventi se hai fatto caso assolvono il gestore di un sito in questi casi.


il problema è che tu non sei la Corte di Cassazione
Ma poi, è proprio obbligatorio essere qualcuno?(Raffaello Mascetti)
c’entra come il culo e le quarant’ore
Siamo alle porte co' sassi.
Avatar utente
Mauro
   
 
Messaggi: 29010
Iscritto il: mer feb 13, 2008 10:58 pm
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda copernicorm » mer gen 04, 2017 10:15 am

unoqualsiasi ha scritto:Non è precisamente cosi: è che se qualcuno viene violentato in casa tua (omo, etero o bisessuale che sia) con te presente tu sei, almeno in parte, responsabile.
E vorrei anche vedere che non fosse cosi.
Difficilmente chi viene insultato/violentato/denigrato o comunque sottoposto a violenza di qualsivoglia natura ha espresso il proprio consenso prima.

in casa mia si ( forse ) ... se io fossi albergatore ... no ...

direi che un sito e piu un albergo che una casa con tante stanze dove la gente fa quello che gli pare ... giusto che venga perseguita ( a livello personale) se commette reati .... ma non si puo estendere all albergatore dai .

per me non hanno nemmeno idea di cosa sia gestire un sito o un forum ... piccolo o grande che sia
Non esistono grandi scoperte nè reale progresso finché sulla terra esiste un bambino infelice.
Albert Einstein

Se non sai condividere la tua fortuna con chi ne ha meno di te ... non sarai mai ricco . Coperfilosoform :)
Avatar utente
copernicorm
Eternit RENEGHEID
 
Messaggi: 30773
Iscritto il: lun dic 01, 2008 10:13 am
Località: Davao City Philippines
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda unoqualsiasi » mer gen 04, 2017 10:46 am

Mah... a me pare uno strano albergo quello dove le stanze non hanno le porte ed il personale può entrare quando vuole per guardare cosa succede... L'albergo è il servizio di hosting che vende IP e spazio disco a chi gestisce il sito. Ed Aruba di sicuro non va a vedere cosa la gente scrive sui dischi per i quali paga l'affitto, magari la CIA si ma Aruba no.
Se mi scrivete firmatevi e sarò lieto di rispondervi.
22 Dicembre 2011. Mio papà guardandomi serio: "Nanni, ni tu podine!". Maledetto Alzheimer...
A volte non mi interessa nemmeno la mia opinione, figuriamoci la tua...
Avatar utente
unoqualsiasi
   
 
Messaggi: 32075
Iscritto il: mar feb 07, 2012 6:34 pm
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda reise reise » mer gen 04, 2017 12:10 pm

quindi se un terrorista entra in una discoteca(Bali) e fa strage la colpa è del proprietario della disco e dei buttafuori?
Showtime,Storytime

Non ho mai visto un uomo comprare una padella e sentirsi subito uno chef.Ho però vista molta gente comprare una reflex e sentirsi subito fotografi.
Avatar utente
reise reise
Ministro degli esteri
 
Messaggi: 8039
Iscritto il: lun feb 22, 2010 2:27 pm
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda fanagot » mer gen 04, 2017 12:15 pm

chissa' perche', non mi stupirebbe, se accadesse
Mancano molte foto di obiettivi che TU magari hai. Controlla nell'archivio e provvedi! Immagine
Avatar utente
fanagot
Non ho ancora svaccato abbastanza?
 
Messaggi: 30960
Iscritto il: ven feb 15, 2008 10:14 am
Località: Paperopoli
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda copernicorm » mer gen 04, 2017 12:22 pm

unoqualsiasi ha scritto:Mah... a me pare uno strano albergo quello dove le stanze non hanno le porte ed il personale può entrare quando vuole per guardare cosa succede... L'albergo è il servizio di hosting che vende IP e spazio disco a chi gestisce il sito. Ed Aruba di sicuro non va a vedere cosa la gente scrive sui dischi per i quali paga l'affitto, magari la CIA si ma Aruba no.

troppe stanze da controllare uno ... e praticamente impossibile anche senza porte ... forse un paragone piu ancora azzardato .. se uccidono uno a roma mettono in galera il sindaco? perche e lui tenuto a controllare la sua citta .. o il ministro dell interno? insomma a me pare davvero un esagerazione ... che si punisca chi ha fatto il reato e stop ... capisco un giornale stampato ... dove tutti gli articoli sono riletti e approvati prima della stampa ... ma nel web e impossibile che l admin possa vedere tutto .. ed incolparlo perche uno diffama un altro servendosi dello spazio che mette a disposizione mi pare non solo esagerato ma ridicolo.

noi qui siamo 4 gatti in confronto a altri siti o addirittura social network ... e comunque e difficile leggere e controllare tutto ... immagino cosa possa essere uno spazio migliaia di volte piu grande di questo.

in conclusione .. se io fossi admin .... ( ben per voi che non lo sono) avrei gia chiuso il forum da molto molto tempo
Non esistono grandi scoperte nè reale progresso finché sulla terra esiste un bambino infelice.
Albert Einstein

Se non sai condividere la tua fortuna con chi ne ha meno di te ... non sarai mai ricco . Coperfilosoform :)
Avatar utente
copernicorm
Eternit RENEGHEID
 
Messaggi: 30773
Iscritto il: lun dic 01, 2008 10:13 am
Località: Davao City Philippines
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda reise reise » mer gen 04, 2017 12:33 pm

copernicorm ha scritto:
unoqualsiasi ha scritto:Mah... a me pare uno strano albergo quello dove le stanze non hanno le porte ed il personale può entrare quando vuole per guardare cosa succede... L'albergo è il servizio di hosting che vende IP e spazio disco a chi gestisce il sito. Ed Aruba di sicuro non va a vedere cosa la gente scrive sui dischi per i quali paga l'affitto, magari la CIA si ma Aruba no.

troppe stanze da controllare uno ... e praticamente impossibile anche senza porte ... forse un paragone piu ancora azzardato .. se uccidono uno a roma mettono in galera il sindaco? perche e lui tenuto a controllare la sua citta .. o il ministro dell interno? insomma a me pare davvero un esagerazione ... che si punisca chi ha fatto il reato e stop ... capisco un giornale stampato ... dove tutti gli articoli sono riletti e approvati prima della stampa ... ma nel web e impossibile che l admin possa vedere tutto .. ed incolparlo perche uno diffama un altro servendosi dello spazio che mette a disposizione mi pare non solo esagerato ma ridicolo.

noi qui siamo 4 gatti in confronto a altri siti o addirittura social network ... e comunque e difficile leggere e controllare tutto ... immagino cosa possa essere uno spazio migliaia di volte piu grande di questo.

in conclusione .. se io fossi admin .... ( ben per voi che non lo sono) avrei gia chiuso il forum da molto molto tempo


hai capito allora qual'è la preocupazione di Uno|? :lol: :asd:
Showtime,Storytime

Non ho mai visto un uomo comprare una padella e sentirsi subito uno chef.Ho però vista molta gente comprare una reflex e sentirsi subito fotografi.
Avatar utente
reise reise
Ministro degli esteri
 
Messaggi: 8039
Iscritto il: lun feb 22, 2010 2:27 pm
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda Gerardo » mer gen 04, 2017 5:04 pm

Temo che nella nostra società si stia sempre più affermando la perniciosa idea che la colpa è sempre di qualcun altro.
Se scrivo cose che configurano una violazione del codice civile o perggio penale la colpa e la responsabilità sono mie e non di chi non mi ha impedito di scrivere.
Senza contare il fatto che se uno scritto costituisce o no una violazione del codice nel nostro ordinamento lo decide il magistrato e non il gestore di un sito.

Personalmente preferirei una società dove fosse possibile scrivere e dire tutto ciò che si pensa senza che ciò possa in alcun modo costituire reato, ma non è così né lo è mai stato nella storia a quanto io possa ricordare. Ma ogni tanto si esagera e in questi gorni passiamo dal Garante delle Comunicazioni che vorrebbe istituire una specie di "Ministero Europeo della Verità sul Web" che decida cosa è una bufala e cosa non lo è fino a Grillo che risponde prefigurando un "Tribunale del Popolo" che decida cosa è una bufala e cosa non lo è sulla carta stampata e la televisione. A me fanno paura entrambe le opzioni (che spero essere conseguenza delle abbondanti libagioni delle feste trascorse) e preferirei un mondo libero dove la verità sia individuata da ciascuno di noi mettendo a confronto le diverse fonti sulla base del suo modo di vedere il mondo.

Non so se questo post possa essere ponsiderato "politico", in tal caso perdonatemi e cancellatelo pure.
Avatar utente
Gerardo
senior member
 
Messaggi: 520
Iscritto il: mer dic 08, 2010 1:35 pm
Località: Potenza
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda b-rider-0047 » mer gen 04, 2017 6:11 pm

il tuo messaggio lo vedo di carattere sociale, poi non spetta a me deciderlo, ovviamente, ma condivido in pieno il tuo pensiero

un'altra cosa triste è il sempre più diffondersi del pensiero che per fare il politico va bene anche il primo scemo che passa per la strada, che fino a ieri "facevo il fornaio quindi so cosa vuol dire lavorare, votatemiiiiiii" quando imho dovrebbe essere invece uno che ha studiato politica e quantomeno una persona intelligente nel vero senso della parola

la geniocrazia sarebbe il bene per il pianeta imho, ma è giusto che mi fermi qui
Avatar utente
b-rider-0047
Azionista del forum
 
Messaggi: 3346
Iscritto il: mar lug 07, 2015 10:47 pm
Località: più o meno tra padova e venezia
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda Mauro » mer gen 04, 2017 6:24 pm

stop
Ma poi, è proprio obbligatorio essere qualcuno?(Raffaello Mascetti)
c’entra come il culo e le quarant’ore
Siamo alle porte co' sassi.
Avatar utente
Mauro
   
 
Messaggi: 29010
Iscritto il: mer feb 13, 2008 10:58 pm
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda Gerardo » mer gen 04, 2017 6:48 pm

b-rider-0047 ha scritto:il tuo messaggio lo vedo di carattere sociale, poi non spetta a me deciderlo, ovviamente, ma condivido in pieno il tuo pensiero

un'altra cosa triste è il sempre più diffondersi del pensiero che per fare il politico va bene anche il primo scemo che passa per la strada, che fino a ieri "facevo il fornaio quindi so cosa vuol dire lavorare, votatemiiiiiii" quando imho dovrebbe essere invece uno che ha studiato politica e quantomeno una persona intelligente nel vero senso della parola

la geniocrazia sarebbe il bene per il pianeta imho, ma è giusto che mi fermi qui


Invece io non sono molto d'accordo con il concetto di professionalità in politica. Le scelte politiche non sono scelte tecniche che possono essere in assoluto giuste o sbagliate, ma sono la conseguenza di una visione del mondo e di una interpretazione dei concetti di "giusto" e di "bene".
In fondo se ci pensi bene in gran parte della storia il potere è stato esercitato da professionisti: il figlio primogenito di un re vieniva allevato e studiava tutta la vita per fare il re, eppure i risultati non erano poi così sbalorditivi. Certo ogni tanto ti capitava un Ottaviano Augusto, una Elisabetta, un Pericle, ma più spesso capitavano personaggi stile Caligola o Tamerlano.
La democrazia è il sistema meno disgraziato che fino ad ora l'umanità ha saputo trovare per scegliere chi deve governare. Essa parte dal presupposto che il potere decisionale appartiene al popolo nel suo complesso, e, siccome non si può fare un referendum per ogni stupidaggine, presuppone un sistema di deleghe attraverso il quale ognuno di noi sceglie a chi conferire la quota parte di potere decisionale che gli appartiene. Io magari sceglierò uno che fa il mio stesso "mestiere" perché mi illudo che possa meglio rappresentare i miei interessi, un altro sceglierà un disoccupato di 18 anni perché pensa che un po' di sana e idealistica gioventù possa fare solo bene, altri delegheranno chi condivide la stessa visione ideologica del mondo. Sono tutte posizioni sacrosante. Il sogno è che attraverso una legge elettorale adeguata tutte queste diverse rappresentanze possano trovare voce e allo stesso tempo la parte maggioritaria di queste possa avere sufficiente stabilità per governare cercando di realizzare la propria "ricetta". Se non sei d'accordo con la maniera in cui i tuoi rappresentanti hanno "onorato" la delega che gli hai dato, alla prossima occasione ti regolerai diversamente.
Forse è vero che una democrazia rappresentativa non riesce generare momenti di altissima efficienza, le età dell'oro che passano alla storia (la Grecia di Pericle, la Roma di Augusto, l'inghilterra di Elisabetta...) sono tutte legate al nome di un autocrate, ma non provoca neppure bagni di sangue e questo è già un gran risultato.

:cincin:
Avatar utente
Gerardo
senior member
 
Messaggi: 520
Iscritto il: mer dic 08, 2010 1:35 pm
Località: Potenza
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda reise reise » mer gen 04, 2017 6:52 pm

Non vorrei entrare nel merito delle vostre opinioni ma vi state allontanando dal tema del topic.In un territorio da sempre spinoso in questo forum :cincin:
Showtime,Storytime

Non ho mai visto un uomo comprare una padella e sentirsi subito uno chef.Ho però vista molta gente comprare una reflex e sentirsi subito fotografi.
Avatar utente
reise reise
Ministro degli esteri
 
Messaggi: 8039
Iscritto il: lun feb 22, 2010 2:27 pm
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda Gerardo » mer gen 04, 2017 6:55 pm

reise reise ha scritto:Non vorrei entrare nel merito delle vostre opinioni ma vi state allontanando dal tema del topic.In un territorio da sempre spinoso in questo forum :cincin:

Avete ragione. Per quanto abbia cercato di mantenere il livello su un piano filosofico assai generale, siamo oggettivamente off topic.
Cancellate senza pietà se lo ritenete opportuno.
Avatar utente
Gerardo
senior member
 
Messaggi: 520
Iscritto il: mer dic 08, 2010 1:35 pm
Località: Potenza
 

Re: Commenti "a briglia sciolta" e sentenza della Cassazione

Messaggioda Valerio Ricciardi » gio gen 05, 2017 10:22 am

b-rider-0047 ha scritto: "facevo il fornaio quindi so cosa vuol dire lavorare, votatemiiiiiii"


Quella in fondo è solo una ricaduta politica a valle: l'idea che per assumere determinati ruoli non sia necessaria competenza teorica e tecnica su ciò su cui dopo si dovrebbe contribuire al processo decisionale ma solo, in astratto, onestà e buona volontà che sono invece precondizioni, non strumenti di per sé efficaci.
Perché nella migliore delle ipotesi (tralasciamo a priori, benignamente, altre eventualità) l'assenza di competenza può portarti a ritenere di star portando avanti una linea decisionale virtuosa, laddove chi ti circonda di fatto realizza un processo decisionale di ben altra direzione, di cui tu nemmeno puoi avvederti. Non si può, per dire, "firmare" politicamente un bilancio di una società partecipata che non sei in grado di leggere bene e anche fra le righe. Chissà che diavolo ti fanno firmare, anche se fossi (anche se fossi...) la persona più per bene del mondo.

Io penso che al di là di tutto, oltre certi livelli la forma è sostanza, e se si troverà un modo per poter perseguire gli "hater professionisti" e i leoni da tastiera, modo sia chiaro che non sia troppo facilmente funzionale al potere politico per reprimere il diritto di dissenso e di satira, sarò il primo a gioirne senza empatia alcuna per il Napalm51 di turno.
Chi parla male pensa male, come diceva in una battuta molto condivisibile Nanni Moretti, e chi parla male induce anche altri a pensare cose sbagliate che poi vanno a suo personale danno e a danno della sua comunità. E non sempre esistono verità equipollenti, non sempre in fondo si ha davvero diritto di avere un'opinione, men che meno di definirla a maggioranza di votanti, non quantomeno di fronte a schiaccianti evidenze.

Nell'eruzione del Nevado del Ruiz, in Colombia, del 1985, a un certo punto il 13 novembre un gruppo di geologi e vulcanologi, in gran parte italiani, contattò tutte le stazioni radio locali, dopo non aver avuto abbastanza attenzione dalle istituzioni governative, per avvertire di un ormai imminente rischio di Lahar (colata di fango). La principale, più strutturata come organico e più seguita stava trasmettendo una radiocronaca di una partita di calcio localmente importante (per loro, una specie di derby). Si hanno notizie certe del fatto che il responsabile della radio, in effetti perplesso, convocò il comitato di redazione per decidere collegialmente se interrompere la radiocronaca (facendo infuriare il popolo bue) e trasmettere un appello all'evacuazione immediata, o farlo dopo finita la partita. Prevalse democraticamente la linea di farlo dopo il fischio di conclusione dell'arbitro, oltre 20.000 morti sui circa 29.000 che contava Armero.

La Rete dei webeti (bravo Mentana, altro che petaloso) e la diffusione di pseudo-testimonianze di nessun valore di brave persone accecate dall'effetto placebo è stata fondamentale per permettere ai Vannoni di truffare malati incurabili e non di SM, SLA e distrofia muscolare, per convincere platee di ignoranti a non vaccinare i propri bambini (ma adesso per difendersi dal meningococco fanno la fila gli stessi che dicevano che avevan letto che i vaccini sono tutto un gombloddo delle multinazionali per spillar soldi al contribuente) eccetera.

Non solo per ipotizzare che ogni meteora un po' strana fosse un disco volante, fosse quello... Ci fossero in giro solo quelli che cianciano di americani mai stati sulla Luna, me ne potrei anche infischiare, essi non spostano un dollaro uno dei finanziamenti alla ricerca.

Non solo "la Scienza non è democratica", come FINALMENTE (era ora!!) scrive questo signore qui

http://www.corriere.it/salute/pediatria ... 7941.shtml

ma a mio avviso la diffusione consapevole di falsità non fa parte del diritto di opinione e di critica. Di certo nessun gestore di sito può avere maglie al 100% impermeabili, va coinvolto il gestore solo quando sia chiaro e palese che se ne è fregato, che ha dato spazio ad hater per aumentare l'audience spettacolarizzando, oppure che ha ad esempio lasciato correre un titolo del tutto fuorviante rispetto al contenuto di un breve articolo probabilmente per raccattare un po' di click in una pagina corredata di banner pubblicitari.

Lo sto vedendo spesso su un noto sito sul quale ho un account di posta elettronica, sto seriamente valutando da qualche giorno se ci sian gli estremi per fare un esposto al Garante. Ed io sino ad ora non ho mai fallito un esposto, le poche volte che mi son risolto a farne uno. Ma mica è facile imparare a fare 'sta cosa!

Mi è riuscito di far aprire inchiesta penale nei confronti di un call center di Milano che sempre con lo stesso numero a distanza di tempo mi chiamava (riconoscevo la voce dell'operatrice credo rumena) e con scuse sempre diverse e articolate cercava di indurmi a leggere il numero del POD su una bolletta dell'energia elettrica, con il quale grazie ad una sciagurata legge varata sotto un governo Berlusconi mi avrebbero potuto attivare un contratto energetico sul mercato libero. Li ho fatti chiacchierare facendo il finto tonto, in modo che straparlassero, registrando dalla seconda volta in poi tutto... poi per rifinire l'esposto in modo che fosse dialetticamente inattaccabile e non suscettibile di controquerela (non ero io che affermavo mai vi fosse un intento truffaldino...) ho impiegato una settimana, facendomelo rivedere più volte sia dal mio vecchio padre che da un brillante penalista, che si è proprio divertito a mettere le virgole al punto esatto. Mò si divertano... cari signori della c.d. "Autorità per il Xxx e l'Xxxxxx!".

Comunque è un problema spinoso e di difficile soluzione, che non può essere lasciata solo a politicanti d'ogni orientamento che sempre più spesso ondeggiano leggiadri da una posizione all'altra in aperta contraddizione con la recedente... a seconda di come percepiscono gli umori della pancia del popolo. Nell'interno della pancia c'è anche la cacca, inutile illudersi, e se il pasto è stato abbondante anche tanta.
Valerio Ricciardi
dottor Divago
 
Messaggi: 13293
Iscritto il: mer feb 20, 2008 1:23 pm
 

PrecedenteProssimo

Torna a Piazzetta

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

cron