Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clienti.

Informazioni, novità , annunci, comunicati ufficiali.

Moderatori: Enrico, maxofrome, Mauro, Buster, old_kappa

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Valerio Ricciardi » mar gen 18, 2011 8:19 pm

Eurostar ha scritto:Per limitazioni tecniche della macchina analogica (che arriva solo a 1/8 di sec, poi balza alla posa B)...
....Konica TC?
Valerio Ricciardi
dottor Divago
 
Messaggi: 11516
Iscritto il: mer feb 20, 2008 1:23 pm
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Rott75 » mar gen 18, 2011 9:01 pm

Eurostar ha scritto:Ho fatto le prove. Ovviamente avendo usato la "scheda-lumaca" adesso devo prima terminare gli scatti disponibili, poi portarlo a sviluppare, aspettare che me lo abbiano sviluppato, tornare a prendere le diapo, scansirle e poi postarle, quindi se ne parla tra un bel po, anche perchè vorrei dedicare gli scatti mancanti a delle prove tra pellicola e e sensore che avevo in mente da un po'. Per limitazioni tecniche della macchina analogica (che arriva solo a 1/8 di sec, poi balza alla posa B) non ho potuto effettuare le prove su pelciola per tutti i diaframmi, ma solo tra f/1,2 e f/8.

Quello che posso anticipare degli scatti digitali, è che a f/1,2 e f/1,4 gli scatti sono venuti sottesposti, confermando in parte così l'assunto dell'articolo di Luminous Landscape. Da f/2 a f/22 invece l'esposizione è coerente con la lettura incidente del Sekonic.



E se prendessi i tuoi scatti digitali e...
- li sviluppi in macchina in jpg(o al pc/mac senza cambi di esposizione)
- li apri da photoshop e dai Metodo-Grayscale
- vai in filtri, sfoca/blur, average.
Ottieni così la luminosità generale della scena, auspicabile era scattare in media...quella che tiene conto di più parte del fotogramma.

- scegli un diaframma che tieni come parametro
- scelto il parametro, diciamo f4 così siamo sicuri che è entrata la trasmissione di luce giusta(o perlomeno scegliamo un diaframma che sembra essere abbastanza al sicuro dalle problematiche per cui stiamo svolgendo questa indagine...)
- se a F4 ottieni un valore di grigio x(che sarà la nostra quantità di luce trasmessa al sensore), poi vai a calcolarti tutti i diaframmi intermedi con semplici operazioni matematiche ottenendo valori di x che avrebbero dovuto raggiungere il sensore ad un dato diaframma y.
- confronti la tua matrice di luminosità x calcolata con quella ottenuta(EDIT, ottenuta realmente negli scatti).

Tutto questo discorso regge se hai tenuto fissi i tempi e variato solo il diaframma...
forse rileggendoti mi pare di capire che hai fatto calcolare alla macchina l'esposizione volta per volta(questo però introduce altre variabili), capisco che forse variando solo il diaframma(partendo da esposizione corretta a f1,2) vai troppo presto al nero.

Forse ho scritto un mare di caxxate.
Perdonatemi, ma io la prova che volevo fare l'avrei fatta così.
Comunque il problema della trasmissione di luce si verifica a mia sensazione in modo pesante sui zoom. Provate anche voi: obiettivo fisso e zoom sulla stessa focale, stesso diaframma, stesso tempo. Lo zoom soffrirà di sottoesposizione, provato con A35-105 e 55 f1,8.
Ho provato fugacemente che lo stesso diaframma su due obiettivi diversi (stessa lunghezza focale) da immagini esposte in modo diverso: K135 vs A*135.
Rott75
senior member
 
Messaggi: 267
Iscritto il: sab gen 17, 2009 12:54 pm
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Valerio Ricciardi » mer gen 19, 2011 8:32 am

Rott75 ha scritto:Comunque il problema della trasmissione di luce si verifica a mia sensazione in modo pesante sui zoom. Provate anche voi: obiettivo fisso e zoom sulla stessa focale, stesso diaframma, stesso tempo. Lo zoom soffrirà di sottoesposizione, provato con A35-105 e 55 f1,8.

Questa è un altra faccenda, è una questione di numero /f e di numero /t.

Sulle ottiche professionali per banco ottico, quando la fotografia era una cosa seria, erano indicate spesso due scale: la f/ (calcolata, ottenuta per costruzione geometrica) e la t/ (misurata sul campione e costruita attraverso prove con pellicole di bassissima latitudine di posa) in modo da poter scattare due immagini in successione dello stesso soggetto con obiettivi diversi (es. sessione di still life) senza che l'esposizione fosse influenzata dalla differente trasmissibilità dei gruppi ottici (luce incidente - luce riflessa - luce assorbita dai vetri - luce dispersa come flare dentro l'ottica e riassorbita dal barilotto dell'obiettivo).

Prima dell'introduzione dei trattamenti antiriflesso, la differenza fra numero /f e numero /t specie con ottiche grandangolari costituite da relativamente molte lenti era vistosissima. Sino a uno stop e rotti.

Poi, gli antiriflessi via via più perfezionati l'han ridotta, l 'SMC ed il T* l'han ridotta in modo anche più drastico.
Un ottica SMC rispetto ad un ottica Super Takumar, a parità di diaframma, di fatto è non solo più contrastata ma anche un poco "più luminosa". Tutta la luce che non viene riflessa o dispersa, può contribuire ad esporre l'immagine.

Ma fra un 55/1,8 schema Gauss modificato (6 lenti, 5 gruppi = 10 transizioni aria-vetro) ed un pur ottimo A35-105 (15 lenti, 13 gruppi = 26 transizioni aria-vetro) la differenza si sente ancora.
Rott75 ha scritto:Ho provato fugacemente che lo stesso diaframma su due obiettivi diversi (stessa lunghezza focale) da immagini esposte in modo diverso: K135 vs A*135.
Quello dovrebbe essere legato IMHO solo a problemi di precisione nella realizzazione sui singoli esemplari del meccanismo del diaframma, benché il 135/1,8 A* abbia "molto vetro" da attraversare dubito che la differenza possa essere sensibile.
Allegati
55f1.8.jpg
55f1.8.jpg (4.53 KiB) Osservato 8334 volte
35-105f3.5.gif
35-105f3.5.gif (19.53 KiB) Osservato 8334 volte
Valerio Ricciardi
dottor Divago
 
Messaggi: 11516
Iscritto il: mer feb 20, 2008 1:23 pm
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Andrea K » mer gen 19, 2011 10:02 am

Rott75 ha scritto:Ho provato fugacemente che lo stesso diaframma su due obiettivi diversi (stessa lunghezza focale) da immagini esposte in modo diverso: K135 vs A*135.


Hai provato ad impostare per tutti Media Ponderata o spot?

Ciao, Andrea K.
Mi sono stufato di aggiornare la firma.... se volete un parere su un obiettivo Pentax chiedete.
Sei bloccato e senza rete cellulare o dati? Segnala la tua posizione ai soccorritori
Avatar utente
Andrea K
Dito seduto
 
Messaggi: 1714
Iscritto il: ven feb 15, 2008 4:25 pm
Località: Verona - Roma
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Eurostar » mer gen 19, 2011 3:44 pm

Valerio Ricciardi ha scritto:
Eurostar ha scritto:Per limitazioni tecniche della macchina analogica (che arriva solo a 1/8 di sec, poi balza alla posa B)...
....Konica TC?


Ricoh KR-5. Come facevo a montare il K50/1,2 sulla Konica?
Guido Sardella seduto sulla riva del fiume

mi trovate qui:
L'Oasi WWF dei Ghirardi
Avatar utente
Eurostar
pungitopic
 
Messaggi: 42588
Iscritto il: mer feb 13, 2008 7:17 pm
Località: Albareto, Parma
Skype: guidosardella
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Eurostar » mer gen 19, 2011 3:48 pm

Rott75 ha scritto:forse rileggendoti mi pare di capire che hai fatto calcolare alla macchina l'esposizione volta per volta


Sarei curioso di capire in che parte delle mie frasi hai capito quello, visto che ho scritto che l'esposizine l'ho calcolata in luce incidente con un esposimetro esterno (Sekonic). Scusami se con questa frase suono un po' impertinente, ma a volte temo davvero di essere incomprensibile, quando vedo commenti come il tuo... :confuso2:
Guido Sardella seduto sulla riva del fiume

mi trovate qui:
L'Oasi WWF dei Ghirardi
Avatar utente
Eurostar
pungitopic
 
Messaggi: 42588
Iscritto il: mer feb 13, 2008 7:17 pm
Località: Albareto, Parma
Skype: guidosardella
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Eurostar » mer gen 19, 2011 3:56 pm

Valerio Ricciardi ha scritto:Sulle ottiche professionali per banco ottico, quando la fotografia era una cosa seria, erano indicate spesso due scale: la f/ (calcolata, ottenuta per costruzione geometrica) e la t/ (misurata sul campione e costruita attraverso prove con pellicole di bassissima latitudine di posa)


Non c'è bisogno di tornare ai tempi in cui fotografavi a Cuba con il Che, Raul, Guantoreña, Sara Simeoni e Gianni Minà, il valore t/ è ancora oggi comunemente usato sulle ottiche per cinematografia.

Immagine
Guido Sardella seduto sulla riva del fiume

mi trovate qui:
L'Oasi WWF dei Ghirardi
Avatar utente
Eurostar
pungitopic
 
Messaggi: 42588
Iscritto il: mer feb 13, 2008 7:17 pm
Località: Albareto, Parma
Skype: guidosardella
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Valerio Ricciardi » mer gen 19, 2011 4:35 pm

Eurostar ha scritto:
Valerio Ricciardi ha scritto:
Eurostar ha scritto:Per limitazioni tecniche della macchina analogica (che arriva solo a 1/8 di sec, poi balza alla posa B)...
....Konica TC?
Ricoh KR-5. Come facevo a montare il K50/1,2 sulla Konica?
Hai ragione, c'era anche La KR5 che non mi era per niente venuta in mente.
Come con la Konica? Con un anello, visti i 5 mm scarsi di differenza di tiraggio che bastavano.
Per quello mi venne in mente la Konica TC o la successiva TC-X, di cui peraltro un corpo ho da poco passato a thea.
Valerio Ricciardi
dottor Divago
 
Messaggi: 11516
Iscritto il: mer feb 20, 2008 1:23 pm
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Rott75 » mer gen 19, 2011 4:40 pm

Eurostar ha scritto:
Rott75 ha scritto:forse rileggendoti mi pare di capire che hai fatto calcolare alla macchina l'esposizione volta per volta


Sarei curioso di capire in che parte delle mie frasi hai capito quello, visto che ho scritto che l'esposizine l'ho calcolata in luce incidente con un esposimetro esterno (Sekonic). Scusami se con questa frase suono un po' impertinente, ma a volte temo davvero di essere incomprensibile, quando vedo commenti come il tuo... :confuso2:


Sì, scusa. :cryyy:
Ho scritto un po' di botto e ho scritto altro rispetto a quello che volevo dire....
Volevo intendere che hai ricalcolato l'esposizione e quindi cambiato i tempi per ogni scatto.

Bah non sei ancora abbastanza impertinente, ti ho letto molto più aspro a volte! :facciac:
Io trovo che i tuoi commenti siano sempre molto comprensibili e chiari. :cincin:

Tornando all'argomento del thread, col metodo che hai usato è possibile capire quanta quantità di luce NON è arrivata al sensore. Sarebbe interessante capire anche se a diaframmi chiusi c'è una certa divergenza tra quanto registrato dall'esposimetro e quanto ottenuto dall'analogico(ho letto che ti sei fermato a f8) e dal digitale.
Io se avrò tempo vorrei fare col metodo sopra esposto una tabellina e vedere se si ricavano dati consistenti.

Ciao
Rott75
senior member
 
Messaggi: 267
Iscritto il: sab gen 17, 2009 12:54 pm
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Eurostar » mer gen 19, 2011 5:26 pm

Rott75 ha scritto:Volevo intendere che hai ricalcolato l'esposizione e quindi cambiato i tempi per ogni scatto.


Ho fatto la lettura all'inizio, e poi ho esposto per le coppie diaframma-tempo corrispondenti. Al termine ho rimisurato l'esposizone per essere sicuro che la luminosità non fosse cambiata nel corso del paio di minuti scarsi che mi sono serviti per esporre per ogni diaframma disponibile. E non era cambiata. Ho scattato all'aperto dopo il tramonto, con cielo completamente terso, per cui nessuna nuvola o passaggio del sole dietro tralicci alberi può aver influenzato l'esposizione. Non voglio anticipare troppo, comunque a f/1,2 sembra venuto sottesposto di 2/3 di stop, a F/1,4 di uno, a f/2 di 1/3, da 2,8 a 22 perfetta.
Guido Sardella seduto sulla riva del fiume

mi trovate qui:
L'Oasi WWF dei Ghirardi
Avatar utente
Eurostar
pungitopic
 
Messaggi: 42588
Iscritto il: mer feb 13, 2008 7:17 pm
Località: Albareto, Parma
Skype: guidosardella
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda giuseppesavo » mer mar 23, 2011 2:13 am

Stasera non avevo molto da fare ed ho fatto questa prova.

ho preso la k7 e l' A 50mm f2 , montando quest'ultimo non in posizione "A" ma con scelta manuale dei diaframmi.
ho acceso la macchina, ho impostato la modalità manuale, ho poggiato la macchina sul tavolo, messo a fuoco un soggetto qualsiasi ed ho scattato 3 foto: una a f2 1/30 , un'altra a f2.8 1/15 , un'ultima a f2 1/25

Teoricamente le prime due non dovrebbero dare una differenza in termini di esposizione, perché chiudendo di 1 stop e raddoppiando il tempo la luce dovrebbe essere la stessa.
Invece sembra che la differenza sia attorno a 2/3 di stop e non a 1, che è un risultato che mi aspettavo dopo aver visto i grafici di luminous landscapes e dxomark.
Ovviamente mi aspetto che i 2 neon della sala abbiano avuto una luce costante nel minuto in cui ho fatto i tre scatti.
Metto le tre foto in modo che possiate farvi un'idea
Allegati
_IGP3535b.JPG
1/15 f2.8
_IGP3534b.JPG
1/25 f2
_IGP3533b.JPG
1/30 f2
K7 + samsung D-XENON 12-24 f4 + pentax 18-135 WR + sigma 70-300 DG APO
ProgramA - MX - K2 - SuperA + A 24 f2.8 + A 28 f2.8 + A 50 f1.7 + A 35-105 f3.5 + M 85 f2 + A 70-210 f4
spotmatic F + smc tak 28 f3.5 + smc tak 50 f1.4 + super tak 105 f2.8
Avatar utente
giuseppesavo
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 5419
Iscritto il: mer set 22, 2010 1:14 pm
Località: Roma
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda fanagot » mer mar 23, 2011 10:33 am

A mio avviso, la prova non dovresti farla partendo dall'obiettivo a TA, perche' e' piu' facile che barino sulla scritta sul barilotto che non sulla sensibilita' del sensore :sdent:
Io avevo fatto la stessa prova col 50 1.2 e, per me, occhiometricamente parlando, c'era una piccola differenza al primo step, da 1.2 ad 1.4
Ma il mio sospetto e' che che i costruttori barino sulla dichiarazione dell'apertura massima.
Non ricordo piu' e non ho voglia di rileggermi tutto, ma DOX aveva verificato se l'apertura massima era vera o fasulla?
Perche' se il tuo 50/2 e' ottimistico sul 2, magari e' li' che si perde un po', metti che sia 2.2?
L'85/2 non e' un 85/2 vero, cosi' come il 55 1.8 e' identico al 55 2 e chissa' quanti altri sono limati sulla dichiarazione di apertura massima :devil115:

In ogni caso la diversa PDC c'e' e da sola vale la pena di avere ottiche piu' luminose, sempre a mio parere, ovviamente :cincin:
Mancano molte foto di obiettivi che TU magari hai. Controlla nell'archivio e provvedi! Immagine
Avatar utente
fanagot
Non ho ancora svaccato abbastanza?
 
Messaggi: 26638
Iscritto il: ven feb 15, 2008 10:14 am
Località: Paperopoli
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda giuseppesavo » mer mar 23, 2011 12:24 pm

la PDC differente c'è, ed è evidente. C'è poco da discutere.

Sul discorso della luminosità dichiarata e "fantasiosa", direi che dei due casi (sensore che riceve luce non in maniera proporzionale o ottica "ottimista") comunque c'è qualcosa che non va. Stasera faccio la controprova inserendo l'obiettivo in modo che la k7 riconosca l'apertura e "sappia regolarsi".
Se a f2 ed f2.8 otterrò foto esposte allo stesso modo con tempi correttamente proporzionati, allora la prova è "definitiva": la fotocamera riconosce l'apertura, e corregge l'esposizione aumentando gli iso.
K7 + samsung D-XENON 12-24 f4 + pentax 18-135 WR + sigma 70-300 DG APO
ProgramA - MX - K2 - SuperA + A 24 f2.8 + A 28 f2.8 + A 50 f1.7 + A 35-105 f3.5 + M 85 f2 + A 70-210 f4
spotmatic F + smc tak 28 f3.5 + smc tak 50 f1.4 + super tak 105 f2.8
Avatar utente
giuseppesavo
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 5419
Iscritto il: mer set 22, 2010 1:14 pm
Località: Roma
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda ntx » mer mar 23, 2011 3:25 pm

@giuseppesavo: Stando ai test di DXO con il diaframma a f/2.0 a chiudere sei gia' in una zona dove avvengono molto limitate perdite di luce: dovresti usare almeno un f/1.4 per effettuare test che mostrano in modo evidente gli effetti.
Sulla profondita' di campo il discorso mi sembra molto complesso: innanzitutto da tutta apertura a f/2.8 cambia si la quantita' di luce ma cambia anche la forma del diaframma (da circolare, ovvero completamente aperto, a esagonale). Inoltre trovo sia molto complesso determinare quanto si restringe la profondita' di campo in base alla perdita di luce causata dalla struttura del fotodiodo CMOS... specifico CMOS poiche' questo problema con le grandi aperture non riguarda i sensori CCD.
Certo e' che se c'e' perdita di luminosita' - come alcuni hanno verificato - allora SICURAMENTE la profondita' di campo ne risente.

Ciao
Jenner
ntx
Tetratricoctomo
 
Messaggi: 13062
Iscritto il: gio mag 07, 2009 7:55 am
Località: Bassa romagnola
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda giuseppesavo » gio mar 24, 2011 2:47 am

ntx ha scritto:@giuseppesavo: Stando ai test di DXO con il diaframma a f/2.0 a chiudere sei gia' in una zona dove avvengono molto limitate perdite di luce: dovresti usare almeno un f/1.4 per effettuare test che mostrano in modo evidente gli effetti.


Sul discorso PDC non voglio proprio entrare, anche perché non saprei come fare delle misure...

Diverso per l'esposizione.

Stasera ho deciso di fare una prova di questo tipo:

fotocamera contro il muro della sala, luce al neon, tre scatti: uno con l'obiettivo su "A" e f2 1/60, un secondo con obiettivo su "A" f2.8 e 1/30, un terzo con l'obiettivo direttamente impostato a f2 e tempo 1/60. Tre scatti raw+, modalità M, uno di seguito all'altro. ISO 1000.

Ho preso per comodità i jpg dei tre scatti, li ho aperti con gimp, ho creato un'immagine con 3 livelli, ed ho ritagliato delle aree in modo che fossero visibili all'interno dell'immagine sia il livello intermedio che quello in fondo.
Poiché l'immagine è sostanzialmente un muro bianco, processato dal sensore come se fosse verdolino, le differenze di luminosità sono evidenti rispetto ad un'immagine più complessa. In questo caso si hanno semplicemente tre toni di colore, uno per ogni scatto.

Dai risultati ottenuti direi che: se si imposta l'automatismo dell'apertura, la fotocamera sicuramente fa un qualche trattamento all'immagine o imposta un differente guadagno sul sensore ( a parità di f e di tempo, la foto "A f2" è più chiara di quella con f2 impostato a mano).
La cosa avviene in maniera rilevabile già ad f2, dove la differenza è circa 1/3 di stop. Da notare il fatto che la cosa bypassa qualsiasi modalità "manuale", a meno che non si abbia un obiettivo senza automatismi (mi piacerebbe provare l' M50 f1.7).
Il fatto che l'ottica non sia un vero "f2" è ininfluente, perché la differenza si nota a parità di apertura sull'obiettivo. Poi magari un problema può essere anche questo, ma non credo a questo punto che una fotocamera APS-C possa essere un mezzo idoneo per "misurare" aperture molto ampie.

:cincin:
Allegati
fusione.jpg
K7 + samsung D-XENON 12-24 f4 + pentax 18-135 WR + sigma 70-300 DG APO
ProgramA - MX - K2 - SuperA + A 24 f2.8 + A 28 f2.8 + A 50 f1.7 + A 35-105 f3.5 + M 85 f2 + A 70-210 f4
spotmatic F + smc tak 28 f3.5 + smc tak 50 f1.4 + super tak 105 f2.8
Avatar utente
giuseppesavo
Ho fuso la tastiera...
 
Messaggi: 5419
Iscritto il: mer set 22, 2010 1:14 pm
Località: Roma
 

PrecedenteProssimo

Torna a Novità tecniche e commerciali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti