Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clienti.

Informazioni, novità , annunci, comunicati ufficiali.

Moderatori: Enrico, maxofrome, Mauro, Buster, old_kappa

Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clienti.

Messaggioda Eurostar » ven ott 29, 2010 8:18 am

Lettura obbligatoria per chi si interessa di fotografia digitale:

http://www.luminous-landscape.com/essay ... rers.shtml

La metto qui perchè la considero una vera novità tecnica anche se solo di comprensione e non di innovazione, e fa luce sulle scelte contemporanee di Pentax riguardo la progettazione degli obiettivi nuovi.
Guido Sardella seduto sulla riva del fiume

mi trovate qui:
The Focus-trapper
L'Oasi WWF dei Ghirardi
Avatar utente
Eurostar
pungitopic
 
Messaggi: 42370
Iscritto il: mer feb 13, 2008 7:17 pm
Località: Albareto, Parma
Skype: guidosardella
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda LXK7 » ven ott 29, 2010 8:36 am

Mi ronza ancora la testa...
Purtroppo il mio inglese è scarsuccio :ops: , in sintesi mi/ci puoi illuminare in tre parole come sai fare tu???
Grazie
Ciao
Paolo
---- ---- ----

K... + Qualche vetro Pentax , una * + roba varia.
Avatar utente
LXK7
Opinionista assiduo
 
Messaggi: 1411
Iscritto il: gio feb 14, 2008 9:50 am
Località: Prato
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda galdor » ven ott 29, 2010 8:44 am

Lettura molto interessante.
Bisogna vedere se è questo il motivo che induce Pentax a non costruire obiettivi di grande apertura piuttosto che altri.
Avatar utente
galdor
Opinionista assiduo
 
Messaggi: 1283
Iscritto il: sab nov 07, 2009 8:27 am
Località: Un Romagnolo a Mantova
Skype: galdornarmolanya
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Eurostar » ven ott 29, 2010 8:45 am

In tre parole è dura, ma in pratica dice che i sensori CMOS, per come sono costruiti (parte fotosensibile simile al fondo di un lungo pozzo) "mangiano", cioè disperdono una parte dei raggi luminosi, quelli che cadono sulle pareti interne del pozzo invece che sul fondo. Per compensare questa perdita di luce, che avviene, per ragioni che non sto ad elencarvi, in progressivamente più elevato andando verso ampie aperture, le macchine digitali compensano la sottoesposizione alzando gli ISO (senza dichiararlo). Oltre tutto, secondo l'articolo, l'inutilizzo di parte dei raggi luminosi periferici (quelli più inclinati che finiscono sulle pareti dei pozzi) renderebbe meno evidente la riduzione di pdc che molti cercano nelle ottiche più luminose.

La conclusione dell'articolo è che ci sarebbe più convenienza ad usare obiettivi meno luminosi e ISO più alti che non il contrario.

Guarda caso è esattamente quanto dichiarato da Pentax in varie interviste recenti quando interrogata sul perchè non vengano presentate ottiche più luminose. Ovviamente, in perfetto stile Pentax, non hanno spiegato la ragione, ma semplicemente detto di usare ISO più alti.
Anche la scelta del nuovo 35 di farlo 2,4 invece di seguire Nikon in una, a questo punto solo nominale, apertura F/1,8, trova una giustificazione tecnica.
Guido Sardella seduto sulla riva del fiume

mi trovate qui:
The Focus-trapper
L'Oasi WWF dei Ghirardi
Avatar utente
Eurostar
pungitopic
 
Messaggi: 42370
Iscritto il: mer feb 13, 2008 7:17 pm
Località: Albareto, Parma
Skype: guidosardella
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda mdf » ven ott 29, 2010 8:48 am

Si fanno due foto, la seconda coprendo qualche contatto in modo da far pensare alla macchina che sia un obiettivo manuale. Mettere misurazione esposizione corretta prima.
Così dovremmo sapere di quanto aumentano gli iso all'incirca, suppongo.
Si può fare??
Avatar utente
mdf
Azionista del forum
 
Messaggi: 3912
Iscritto il: ven gen 09, 2009 4:05 pm
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda galdor » ven ott 29, 2010 8:51 am

Comunque dal grafico del Gain in rapporto al valore f vedo che già a f2,8 il questo è di molto sotto a 0.1 Ev almeno per le tre reflex prese in considerazione, quindi credo che non ci siano particolari problemi a fare ottiche luminose almeno f2,8. Sicuramente il gain è di molto inferiore a 1/3 di Ev che è il passo minimo di incremento degli iso impostabile nella maggior parte delle fotocamere.
Avatar utente
galdor
Opinionista assiduo
 
Messaggi: 1283
Iscritto il: sab nov 07, 2009 8:27 am
Località: Un Romagnolo a Mantova
Skype: galdornarmolanya
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Huck Finn » ven ott 29, 2010 8:53 am

mdf ha scritto:Si fanno due foto, la seconda coprendo qualche contatto in modo da far pensare alla macchina che sia un obiettivo manuale. Mettere misurazione esposizione corretta prima.
Così dovremmo sapere di quanto aumentano gli iso all'incirca, suppongo.
Si può fare??


Non credo che l'uso di un obiettivo dotato di contatti oppure no possa cambiare il risultato, altrimenti qui si sarebbero già accorti dell'inghippo da un pezzo un sacco di ex-analogici...
Ciao, Huck

"Skill at anything takes study and practice. I have always wondered why there are so many people who do not think that applies to photography" Graywolf
Avatar utente
Huck Finn
Azionista del forum
 
Messaggi: 3455
Iscritto il: dom apr 12, 2009 4:34 pm
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Bicottero » ven ott 29, 2010 9:04 am

galdor ha scritto:Comunque dal grafico del Gain in rapporto al valore f vedo che già a f2,8 il questo è di molto sotto a 0.1 Ev almeno per le tre reflex prese in considerazione, quindi credo che non ci siano particolari problemi a fare ottiche luminose almeno f2,8. Sicuramente il gain è di molto inferiore a 1/3 di Ev che è il passo minimo di incremento degli iso impostabile nella maggior parte delle fotocamere.

Mi sento di quotarti in pieno...
Peraltro, se una azienda davvero non volesse ingannare i clienti, continuerebbe a usare il CCD. Che il CMOS si comporti così è noto da tempo. Solo che il CMOS è meno costoso del CCD...diciamo che io ci vedo un "due piccioni con una fava", spendo di meno per il sensore e, a causa di questo, progetto ottiche meno costose (che però vendo comunque a prezzi non proprio popolari...).
Lettura interessante (anche se l'interesse per il "difetto" si limita alle performance di ottiche da F 1.2, non proprio comunissime) ma non definirei Hoya l'esercito della salvezza... :asd: :cincin:
Avatar utente
Bicottero
e dopo il quarto piatto.......fuori !!!
 
Messaggi: 2206
Iscritto il: mar ago 19, 2008 2:29 pm
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Eurostar » ven ott 29, 2010 9:05 am

È chiaro che è un problema minore, ed infatti già a F/2,8 sembra quasi nullo; non so nemmeno se il test di DxO è valido, visto che i giudizi sugli obiettivi mi sembrano soggettivi quanto quelli di tutti gli altri "tester" di siti e riviste.

Però trovo che sia interessante perchè le conclusioni sono le stesse che Pentax, pur cripticamente, fornisce come propria filosofia attuale nella progettazione di obiettivi. Molti si sono chiesti delle ragione del passaggio dagli FA limited con elevata luminosità ai DA limited con luminosità ridotta... questo articolo ne darebbe una giustificazione tecnica ben precisa.
Guido Sardella seduto sulla riva del fiume

mi trovate qui:
The Focus-trapper
L'Oasi WWF dei Ghirardi
Avatar utente
Eurostar
pungitopic
 
Messaggi: 42370
Iscritto il: mer feb 13, 2008 7:17 pm
Località: Albareto, Parma
Skype: guidosardella
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda fanagot » ven ott 29, 2010 9:17 am

interessante.
Pero' non hanno scritto se Pentax fa il barbatrucco come gli altri piu' famosi.

Inoltre il barbatrucco e' di 1/3 di stop ad f1.4 (per canikon) direi che anche non correggendo, io non me ne sarei accorto
Mancano molte foto di obiettivi che TU magari hai. Controlla nell'archivio e provvedi! Immagine
Avatar utente
fanagot
Non ho ancora svaccato abbastanza?
 
Messaggi: 26162
Iscritto il: ven feb 15, 2008 10:14 am
Località: Paperopoli
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda galdor » ven ott 29, 2010 9:23 am

Inoltre non si tiene conto della sensibilità reale del sensore impostata sulla reflex.
Se non sbaglio Pentax dichiara 100 iso ma in realtà sono circa 80 (sulla K7) e questo è un vantaggio. In pratica anche adattando le curve di programma per aumentare il gain si rimane comunque su valori accettabili di iso molto vicini a quelli reali.
Ma qui devo prima riguardarmi i dati per non dire cavolate.

Se non sbaglio Leica ha fatto fare un sensore con lenti differenti su ogni elemento fotosensibile in modo da evitare che i raggi più obliqui venissero persi o che andassero a degradare la qualità d'immagine.
Ovviamente questo ha il suo costo, come usare un CCD.
Per quello che è il mio pensiero direi che ottiche più luminose di f2 forse sono un pò troppo luminose. Però non vedo il perchè non costruirne di f2,8 che a mio modo di vedere è un ottimo compromesso di luminosità senza sacrificare troppo la pdc.

Altro pensiero è che questo problema può diventare realmente fastidioso solamente quando si scatta ad alti iso e le prestazioni del sensore non sono quelle del nuovo sensore sony che equipaggia la K5.
Se il sensre lavora molto bene anche ad alti iso è un problema che non mi preoccuperebbe.
Con un sensore del genere posso tranquillamente usare larghe aperture o alti iso con ottiche meno luminose. e direi che la seconda ipotesi è quella economicamente più vantaggiosa, anche se magari si rinuncia allo sfocato delle ottiche più aperte.
Avatar utente
galdor
Opinionista assiduo
 
Messaggi: 1283
Iscritto il: sab nov 07, 2009 8:27 am
Località: Un Romagnolo a Mantova
Skype: galdornarmolanya
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Eurostar » ven ott 29, 2010 10:05 am

galdor ha scritto:Per quello che è il mio pensiero direi che ottiche più luminose di f2 forse sono un pò troppo luminose. Però non vedo il perchè non costruirne di f2,8 che a mio modo di vedere è un ottimo compromesso di luminosità senza sacrificare troppo la pdc.


:confuso2: Chi è che non fa ottiche F/2,8? Non stai parlando di Pentax, vero?
Guido Sardella seduto sulla riva del fiume

mi trovate qui:
The Focus-trapper
L'Oasi WWF dei Ghirardi
Avatar utente
Eurostar
pungitopic
 
Messaggi: 42370
Iscritto il: mer feb 13, 2008 7:17 pm
Località: Albareto, Parma
Skype: guidosardella
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda galdor » ven ott 29, 2010 10:19 am

Eurostar ha scritto:
galdor ha scritto:Per quello che è il mio pensiero direi che ottiche più luminose di f2 forse sono un pò troppo luminose. Però non vedo il perchè non costruirne di f2,8 che a mio modo di vedere è un ottimo compromesso di luminosità senza sacrificare troppo la pdc.


:confuso2: Chi è che non fa ottiche F/2,8? Non stai parlando di Pentax, vero?


No era un discorso generico. Non riferito a nessun produttore in particolare.
Io ritengo f2,8 una ottima apertura. Quidi se qualche produttore dovesse dire che costruisce solo da f4 in su non sarebbe questo del thread il motivo per il quale non lo fa.
Avatar utente
galdor
Opinionista assiduo
 
Messaggi: 1283
Iscritto il: sab nov 07, 2009 8:27 am
Località: Un Romagnolo a Mantova
Skype: galdornarmolanya
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda Eurostar » ven ott 29, 2010 2:19 pm

Pentax "spiega" con il consiglio di alzare gli ISO il motivo perchè i limited invece di essere ad apertura 1,7-1,8 come gli fa sono di apertura F2,4-2,8. LA cosa combacerebbe perfettamente con quanto rilevato dall'articolo.

In generale, oggi Pentax ha una gamma di fissi abbastanza articolata, e se si escludono i due estremi, 15/4 e 300/4, gli altri sono tutti 2,8 o più aperti.
Guido Sardella seduto sulla riva del fiume

mi trovate qui:
The Focus-trapper
L'Oasi WWF dei Ghirardi
Avatar utente
Eurostar
pungitopic
 
Messaggi: 42370
Iscritto il: mer feb 13, 2008 7:17 pm
Località: Albareto, Parma
Skype: guidosardella
 

Re: Ancora una volta Pentax vede giusto e non inganna i clie

Messaggioda LXK7 » ven ott 29, 2010 3:52 pm

Eurostar ha scritto:In tre parole è dura, ma in pratica dice che i sensori CMOS, per come sono costruiti (parte fotosensibile simile al fondo di un lungo pozzo) "mangiano", cioè disperdono una parte dei raggi luminosi, quelli che cadono sulle pareti interne del pozzo invece che sul fondo. Per compensare questa perdita di luce, che avviene, per ragioni che non sto ad elencarvi, in progressivamente più elevato andando verso ampie aperture, le macchine digitali compensano la sottoesposizione alzando gli ISO (senza dichiararlo). Oltre tutto, secondo l'articolo, l'inutilizzo di parte dei raggi luminosi periferici (quelli più inclinati che finiscono sulle pareti dei pozzi) renderebbe meno evidente la riduzione di pdc che molti cercano nelle ottiche più luminose.

La conclusione dell'articolo è che ci sarebbe più convenienza ad usare obiettivi meno luminosi e ISO più alti che non il contrario.

Guarda caso è esattamente quanto dichiarato da Pentax in varie interviste recenti quando interrogata sul perchè non vengano presentate ottiche più luminose. Ovviamente, in perfetto stile Pentax, non hanno spiegato la ragione, ma semplicemente detto di usare ISO più alti.
Anche la scelta del nuovo 35 di farlo 2,4 invece di seguire Nikon in una, a questo punto solo nominale, apertura F/1,8, trova una giustificazione tecnica.


Grande Euro, più o meno il senso l'avevo capito, ma era il meno a preoccuparmi.
Ciao
Paolo
---- ---- ----

K... + Qualche vetro Pentax , una * + roba varia.
Avatar utente
LXK7
Opinionista assiduo
 
Messaggi: 1411
Iscritto il: gio feb 14, 2008 9:50 am
Località: Prato
 

Prossimo

Torna a Novità tecniche e commerciali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 4 ospiti