Spotmatic SP1000

Storia, collezionismo e curiosità del mondo Pentax e della fotografia in generale.

Moderatori: maxofrome, Enrico, Mauro, old_kappa, Buster

Spotmatic SP1000

Messaggioda oizirbaf » mer dic 24, 2008 11:07 pm

Galeotto fu, come sapete, lo Jupiter 9 che acquistai questa estate senza peraltro poterlo utilizzare. Quel vecchio obiettivo sovietico scatenò in me, vecchio zenitista, il desiderio di una regressione tecnonologica verso la vite. Così ho acquistato nel nostro mercatino un paio di obiettivi sovietici che alcuni amici, che ringrazio, avevano posto in vendita, infine spulciando gli annunci su Porta Portese ho trovato una SP1000 con il suo Super Takumar f 1:2, posta in vendita da un collezionista, apparentemente in eccellente stato credo di averla pagata per questo più del suo valore di mercato. In realtà la macchina che desideravo era la Spotmatic SP F l'ultima versione con la lettura esposimetrica a TA con gli obiettivi dedicati, ma la SP1000, sorella maggiore della vendutissima K1000, mi andava egualmente bene, anzi la sua linea pulita e minimalista, grazie all'assenza della slitta flash e dell'autoscatto, mi piacque subito. Finalmente avrei potuto provare il mio Jupiter ed i suoi, è il caso di dirlo, compagni.
La prima pellicola mi ha riservato una spiacevole sorpresa: molti fotogrammi risultavano non esposti completamente oppure esposti a metà, questo capitava sulle immagini scattate con tempi superiori al 125. Da qui a comprendere che l'otturatore ha problemi il passo è breve. Osservando con il dorso aperto la macchina scattare ad 1/1000 contro una fonte di luce non si vedeva neppure un bagliore. Poi, prova oggi, prova domani, dopo qualche decina di scatti a vuoto la situazione sembra essersi normalizzata e le successive due pellicole non hanno evidenziato alcun difetto, anche se, sono certo di non aver usato mai il 1/1000 di secondo e forse neppure il 1/500. Probabilmente la mancanza di utilizzo aveva anchilosato i meccanismi della macchina, anche se una lubrificazione generale ed un controllo dei tempi a questo punto dovrò aggiungerli al conto. :confuso: Che dire del mio piccolo amarcord fotografico? Una volta fatta la mano e capito il meccanismo, con gli obiettivi a diaframma automatico si può operare con una certa scioltezza, quelli a preselezione sono un poco più rognosi: li utilizzo ponendo la ghiera di preselezione fissa alla massima chiusura poi chiudo il diaframma sino a che vedo lo OK dell'esposimetro e scatto sperando che la messa a fuoco non sia cambiata. Per questi obiettivi una macchina a priorità di diaframma probabilmente consentirebbe un utilizzo meno macchinoso. :happy2: Per Natale la SP1000 ed io ci siamo fatti un regalo: mi ero recato dallo spacciatore di lenti per ritirare delle dia, nell'armadietto dell'usato ti vedo un 50 mm 2.8 Zeiss Tessar a vite, sicuramente di una Zeiss Icarex TM, l'altra macchina a vite che mi sarebbe piaciuto avere, mercanteggiando un pò sono riuscito ad averlo per 40 €, con tappo originale e filtro UV entrambi a baionetta. Non è certo il top della produzione Zeiss, certamente è tutto meno che luminoso, ma, con la sua estremità cromata, eguale a quella degli Zeiss prodotti attualmente fa sulla Spotmatic la sua porca figura, è davvero perfetto ed ovviamente fa delle belle foto. Questo è il bello della vite: la libertà di poter montare obiettivi di un costruttore su macchine di un altro formando gli accoppiamenti che più ci piacciono. Lo Jupiter? Devo dire che ancora non lo ho ben capito, non avendo avuto modo di adoperarlo in quello che credo essere il suo campo d'elezione: il ritratto. Però almeno una foto che mi piace sono riuscito a farla, la trovate tra i commenti alla galleria. Le foto della SP 1000 che avevo fatto per questo post sono venute una vera schifezza, le allego egualmente. Poi, se a qualcuno interessa parliamo di come son state realizzate.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
oizirbaf
Dito seduto
 
Messaggi: 2175
Iscritto il: lun apr 07, 2008 1:35 pm
Località: Roma
 

Re: Spotmatic SP1000

Messaggioda tartaglia » gio dic 25, 2008 8:48 am

Per regolare i tempi occorrre agire sulla tensione delle molle che rilasciano le tendine .
Non e' difficile.
Un po' come in questo caso, laddove il problema era quello contrario: eccessiva lentenzza dei tempi lunghi. viewtopic.php?f=10&t=4514&view=next

Il mio regalo di Natale a vite ! Super Takumar fish eye 17/4 . Arrivato proprio ieri dalla Tedeschia.

Immagine
"Che cosa non darei per avere un'enorme palata di cacca di cavallo " [Woody Allen]

Critiche a i commenti e commenti alle critiche sempre graditi...
Avatar utente
tartaglia
Postofilo forsennato
 
Messaggi: 16532
Iscritto il: ven ago 29, 2008 8:04 pm
Località: Genova
 

Re: Spotmatic SP1000

Messaggioda enzo.rt » gio dic 25, 2008 8:16 pm

Lo stesso problema con i tempi brevi (fotogramma con superficie sempre meno esposta da 1/250 a 1/1000) è capitata anche a me qualche anno fa con la Spotmatic II e la MX. E' una delle due tendine che non si apre più con tempi brevi e magari con basse temperature. Va ritarata e lubrificato il meccanismo. Opera della Tecno 2000 a prezzi modici, ma era l'ultimo anno della lira!
Se volete deliziarvi gli occhi con i vari zeissjena (per ora non ne ho comprato nessuno, ho comprato solo originali pentax o takumar) date un'occhiata sulla baya a rockycamera( 3057) ogni tanto, ne ha sempre qualcuno.
Spotmatic II, MX, MZ5n e K10d... e Fuji X-M1 per restare leggero
[size=85] ...e qui alcune foto vecchie e nuove: https://500px.com/enzortt#
Avatar utente
enzo.rt
senior member
 
Messaggi: 531
Iscritto il: lun giu 09, 2008 12:04 am
Località: Firenze/Siena (Chianti)
 

Re: Spotmatic SP1000

Messaggioda tartaglia » gio dic 25, 2008 8:26 pm

La fortuna e' proprio quella di avere fotocamere con tendine a scorrimento orizzontale con un otturatore non controllato elettronicamente. La manutenzione si riesce a fare in proprio seguendo uno dei diversi manuali di riparazione Spotmatic presenti in rete. Il procedimento e' piu' o meno lo stesso anche per altre marche diverse da Pentax.
"Che cosa non darei per avere un'enorme palata di cacca di cavallo " [Woody Allen]

Critiche a i commenti e commenti alle critiche sempre graditi...
Avatar utente
tartaglia
Postofilo forsennato
 
Messaggi: 16532
Iscritto il: ven ago 29, 2008 8:04 pm
Località: Genova
 


Torna a Storia e collezionismo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite