Switch to full style
Per gli amanti della pellicola in qualsiasi formato.
Rispondi al messaggio

Scattare ad alti ASA

lun nov 12, 2018 11:56 am

è un po' che mi è preso lo sfizio di scattare qualche rullino in bianco e nero di tanto in tanto e volevo provare a scattare qualche negativo a 3200asa; il problema è che le macchine che ho io (una p30t e una MEsuper) arrivano con l'esposimetro fino a 1600.. Esiste quindi un metodo per scattare aggirando l'esposimetro, tipo impostare la compensazione a -1?
Sennò che macchina mi consigliereste nel caso? sia rimanendo in pentax ( o comunque baionetta k) che su altre marche

Re: Scattare ad alti ASA

lun nov 12, 2018 1:22 pm

Sì, certo, se imposti 1600 ASA e la compensazione a -1 ottieni la corretta esposizione a 3200 ASA.
Se, però, come penso, scatterai in manuale per compensare l'effetto Scwarzschild sulla pellicola, non ti serve a nulla avere un esposimetro che arriva fino a 3200 ASA, tanto esporrai secondo quanto calcolato.

Re: Scattare ad alti ASA

lun nov 12, 2018 1:49 pm

anche le pellicolo a 3200 asa (almeno la Ilford) non corrispondono a quelli effettivi, mi pare siano poco più di mille se fai paragoni con il digitale per capirci.
Va benissimo se imposti anche 800 e se non sviluppi li fai sviluppare come 3200 o 1600. Anzi moolto meglio per me.
Qui qualche esempio di un vecchio post, se trovo un'altra la discussione la linko:
viewtopic.php?f=4&t=94856&p=1268916#p1268916

EDIT: ECCOLA:
viewtopic.php?f=7&t=94823

:cincin:

Re: Scattare ad alti ASA

gio nov 15, 2018 10:31 am

Intanto grazie delle risposte! :cincin:

anche le pellicolo a 3200 asa (almeno la Ilford) non corrispondono a quelli effettivi, mi pare siano poco più di mille se fai paragoni con il digitale per capirci.
Va benissimo se imposti anche 800 e se non sviluppi li fai sviluppare come 3200 o 1600. Anzi moolto meglio per me


Quindi espongo tranquillamente a 1600 senza compensazione e in fase di sviluppo faccio presente che è stato scattato in quella maniera? :paaura:

O sicuramente sto sbagliando? :roflrofl:

Re: Scattare ad alti ASA

gio nov 15, 2018 11:02 am

Porti il rullino a sviluppare in laboratorio?
Puoi tranquillamente esporre per 1600 ASA e non dire nulla: automaticamente compenserai (circa) la perdita di sensibilità.
Ma stiamo parlando di bianco e nero, giusto?

Re: Scattare ad alti ASA

gio nov 15, 2018 11:20 am

quello che vorresti fare si dice "tiraggio", cioè la combinazione di sottoesposizione e sovrasviluppo, che normalmente si fa quando le condizioni di luce non sono tali da garantire tempi di scatto sufficienti ma si ha comunque la necessità di portare a casa una foto. sottoesporre serve per poter usare tempi più veloci (causando però ombre chiuse e poco dettagliate), sovrasviluppare serve per aumentare il contrasto e ottenere una immagine comprensibile (accentuando le luci e magari recuperando qualcosa nei toni medi). in pratica cerca di capire quale è la sensibilità della tua pellicola (come ti hanno detto, spesso è inferiore a quella indicata sulla scatoletta), quello sarà il punto zero da quale decidere di quanto sottoesporre.
ad esempio ho provato a tirare una fp4, che viene data come 125 ma che normalmente espongo a 64 (così mi da dei negativi migliori): ho sottoesposto di 3 stop mettendo l'esposimetro su 400 (sarebbe stato uguale se avessi mantenuto i 64 e ridotto di 3 stop la velocità di scatto), poi ho sovrasviluppato aumentando il tempo di sviluppo rispetto al solito che uso per quel tipo di scena (lo sviluppo si fa in base al contrasto della scena che fotografi, non in base a quanti asa esponi). i laboratori di solito calcano già lo sviluppo, comunque secondo me ti basta dire al laboratorio di sovrasviluppare, poi tanto fanno quello che vogliono e la tua possibilità di controllo è prossima allo zero


ps, se vuoi l'ebbrezza dei 3200 asa, puoi prendere una tmax3200, quella dovrebbe avere una sensibilità di 800 (così narrano le leggende), vuol dire che a 3200 è già sottoesposta di due stop. tu la metti, piazzi l'esposimetro a 800 e rispetto ad ogni lettura chiudi di 2 stop.

Re: Scattare ad alti ASA

gio nov 15, 2018 5:34 pm

Non è detto che si tratti di "tiraggio", la T-Max, ad esempio, di targa è nativa a 3200 ASA, dunque basta seguire ciò che dicono i fogli tecnici.
Se ha una pellicola da 1600, il tiraggio è praticamente irrilevante: a così alto contrasto, avrà solo le ombre un po' più chiuse.
Io non lo farei, di esporre una pellicola a 3200 ASA per poi portarla in laboratorio.
Come dice emg, sono esperimenti che vanno fatti in proprio, provando e riprovando.
Ovviamente non affiderei le foto della vita ad un primo esperimento del genere, ma neanche quelle di mia figlia o del cane.
Io fotografavo gli alberi e i lampioni del parco, la notte, quando facevo queste esperienze.

Re: Scattare ad alti ASA

sab nov 17, 2018 12:33 pm

Quindi basta cercare di capire qual è l'effettiva sensibilità della pellicola..cosa che non sapevo di questa differenza
Non mi resta che scattare e scattare :lol:

Porti il rullino a sviluppare in laboratorio?
Puoi tranquillamente esporre per 1600 ASA e non dire nulla: automaticamente compenserai (circa) la perdita di sensibilità.
Ma stiamo parlando di bianco e nero, giusto?

Purtroppo per mancanza di spazio si; vorrei poi in futuro trovare un modo (o meglio uno spazio) per farlo

Ovviamente non affiderei le foto della vita ad un primo esperimento del genere, ma neanche quelle di mia figlia o del cane.
Io fotografavo gli alberi e i lampioni del parco, la notte, quando facevo queste esperienze.


quello ovviamente; la volta che farò un tentativo mi porto dietro anche la digitale in modo di farmi una copia sul momento

Re: Scattare ad alti ASA

sab nov 17, 2018 5:51 pm

comunque per sviluppare in casa non è richiesto più spazio che l'occupazione di un lavandino, alcune bottiglie d'acqua, tre bottigliette dell'acqua vuote, un cilindro graduato e un paio di chimici. tutto qui, far fare ai laboratori è veramente un peccato

Re: Scattare ad alti ASA

ven dic 07, 2018 12:53 pm

emg ha scritto:comunque per sviluppare in casa non è richiesto più spazio che l'occupazione di un lavandino, alcune bottiglie d'acqua, tre bottigliette dell'acqua vuote, un cilindro graduato e un paio di chimici. tutto qui, far fare ai laboratori è veramente un peccato
quando avrò finito il trasloco e avrò un po' di tempo (e spazio) voglio provarci :asd:

Re: Scattare ad alti ASA

ven dic 07, 2018 1:05 pm

Poi si porta tutto al centro commerciale e si richiedono le stampine 10x15? O si scansiona con un Plustek da 100€?

Re: Scattare ad alti ASA

sab dic 08, 2018 11:09 am

unoqualsiasi ha scritto:Poi si porta tutto al centro commerciale e si richiedono le stampine 10x15? O si scansiona con un Plustek da 100€?
no! con un reflecta! :lol:














(che ho sul serio)

Re: Scattare ad alti ASA

lun dic 10, 2018 2:04 pm

unoqualsiasi ha scritto:Poi si porta tutto al centro commerciale e si richiedono le stampine 10x15? O si scansiona con un Plustek da 100€?


La seconda che hai detto (il mio Optomax costa molto di più, almeno 250 euro…).
Intanto, però, i negativi li hai ancora, e, magari, un giorno deciderai di farne stampe fine art in tiratura limitata!
Rispondi al messaggio


Site Copyright © 2008 - Pentaxiani.it
Tutti i contenuti qui presenti, siano grafici o testuali, sono sotto copyright e responsabilità esclusiva dei loro creatori. Pentax è un marchio registrato della Ricoh Imaging Company ltd. Pentaxiani.it non è in nessun modo associato con Pentax, Ricoh Company, Fowa S.p.A. o loro affiliati nazionali o internazionali.